atleta di triathlon in corsa

Toby ha sempre avuto un amore per la vita all'aria aperta ma ha trovato la passione per il triathlon dopo essersi trasferito in città. Parla con Sundried di allenamento e corse.

Sei sempre stato nello sport?

Ho sciato da quando avevo tre anni con la mia famiglia, in mountain bike da quando avevo sette anni con mio fratello maggiore, ho ripreso a correre in campagna nella mia adolescenza e sono entrato nel triathlon quando mi sono trasferito a Londra a metà degli anni '20. Mi sono sempre piaciuto gli sport che ti permettono di vedere e apprezzare l'ambiente che stai attraversando.

Cosa ti ha fatto decidere di entrare nel mondo del triathlon?

Quando mi sono trasferito a Londra, non avere un posto dove guidare o correre fuori strada significava prendere il triathlon sembrava una transizione logica. Mi sono iscritto al Triathlon di Londra con tre amici, anche se nessuno di noi aveva bici da strada.

Qual è stata la tua gara preferita fino ad oggi e perché?

Ironman 70.3 Weymouth era un vero gioiello, con la nuotata che si dirigeva verso una bellissima alba e una bici veloce e ondulata.

E il tuo risultato più orgoglioso?

Finendo secondo nella mia fascia d'età alla mia prima maratona di trail. Inoltre, finendo 9 ° assoluto in un triathlon che è stato cambiato in un duathlon giorni prima.

Hai mai avuto disastri da corsa / la tua gara più dura?

Ironman 70.3 Weymouth di nuovo. Non ho fatto quasi nessun allenamento di corsa nei mesi precedenti la gara a causa di un'impingement nervosa della parte bassa della schiena, dandomi quello che sembrava un grave crampo al polpaccio dopo soli 3k di corsa. Arrampitrarsi intorno ai tre giri e mezzo della corsa sul lungomare è stata una tortura.

Come superare le battute d'arresto?

Mi allungo, rifletto sui bei tempi passati e mi concentro sugli obiettivi che ci attendono. Poi ne allungo ancora un po'.

Che consiglio desideri che ti sia stato dato prima di iniziare a competere?

Segui la regola 80/20 quando si tratta di resistenza rispetto all'allenamento a intervalli.

Quali sono i tuoi obiettivi per il 2020?

Il mio obiettivo è salire sul podio alla maratona del trail Preseli Beast in Galles, finire tra i primi 5 all'Hertfordshire Triathlon e finire tra i primi 10 al triathlon della ROC. In una nota di coaching, miri a sviluppare e ispirare più atleti del London Fields Triathlon Club ad essere più veloci e più forti.

Da chi prendi ispirazione?

Steve Peat, campione del mondo di mountain bike in discesa e figura leggendaria. Conosceva bene l'equilibrio dell'allenamento e mantenerlo reale. Quando si rese conto che non bere non funzionava, raccolse di nuovo la Stella e continuò ad allenarsi. L'anno dopo l'ha distrutta. La formazione è come il tuo equilibrio tra lavoro e vita privata, divertiti. Naturalmente anche i fratelli Brownlee.

Cosa ti piace di Sundried e qual è il tuo pezzo preferito del nostro kit?

Come consulente energetico di giorno con una forte agenda sostenibile, amo l'attenzione che Sundried ha sui materiali riciclati e i collegamenti con Surfers Against Sewerage e Water For Kids.

x
x