Atleta appassionato runner trail running essiccato

Tim è cresciuto in una famiglia sportiva e ora ama vivere uno stile di vita sportivo con la sua famiglia. Parla con Sundried dell'allenamento e delle corse.

Sei sempre stato nello sport?

Sì, per tutto il tempo che posso ricordare. I miei genitori facevano sempre sport, quindi c'era sempre un sacco di attrezzatura, mazze, racchette e palline in giro per casa e in giardino con cui io e mio fratello potevamo giocare.

Cosa ti ha fatto decidere di entrare nel mondo del triathlon?

Avendo giocato a hockey e tennis di alto livello per diversi anni, ero pronto per una nuova sfida; c'era un grosso buco nella mia vita sportiva. Un amico mi ha iscritto al mio primo triathlon (Norwich - un cracker di un evento) che ho completato con la mia muta da surf, la vecchia bici da pendolare di mio padre e usando una lettiera per gatti per il mio kit di transizione. Lo amavo!

Qual è stata la tua gara preferita fino ad oggi e perché?

Sandman (Anglesey, Galles). Una splendida nuotata con lo skyline di Snowdonia da un lato e le dune di sabbia e la pineta dall'altro. Un bel giro intorno all'isola che si conclude con un bellissimo sentiero che attraversa la pineta (si risparmia qualcosa per gli ultimi 750m sulla sabbia!).

E il tuo risultato più orgoglioso?

A parte la mia famiglia, stava arrivando alla linea di partenza della Maratona di Londra 2019 in ottima forma. È stato un periodo particolarmente impegnativo per noi, ma attraverso un approccio flessibile e creativo alla mia formazione ero pronto. Per me il viaggio è (se non di più) importante quanto la destinazione. La giornata stessa era dedicata all'esecuzione e al divertimento. È stata una giornata magica e ho finito in 2.58!

Hai mai avuto disastri nelle corse / la tua gara più dura?

Ho partecipato alla gara di trail Classic Quarter nel giugno 2019 e ho completamente trascurato una delle parti più importanti della preparazione di qualsiasi atleta: il cibo!

Ero così eccitato la mattina della gara, che mentre ero seduto a chiacchierare con tutti gli altri corridori mi sono completamente dimenticato di fare una colazione adeguata. Stavano tutti raccogliendo enormi scodelle di porridge, inalando banane e deridendo bagel al burro di arachidi. Ho preso un caffè e una fetta di pane al malto. Non mi sono mai sentito così affamato durante una gara e ovviamente sono caduto in qualche modo. Le ultime due miglia non sono state belle.

Come si superano le battute d'arresto?

Cerco sempre di rimanere nel momento e di concentrarmi sull'essere il meglio che posso essere in quel dato giorno. È importante avere un approccio flessibile agli obiettivi e vedere le battute d'arresto come un'opportunità di apprendimento. Ci sono così tante variabili nelle nostre vite frenetiche con una quantità enorme fuori dal nostro controllo. Preparati a spostare gli obiettivi verso il basso quando le cose hanno cospirato contro di te, ma ricordati di aumentare i tuoi obiettivi quando sei in uno di quei momenti magici.

Che consiglio vorresti ricevere prima di iniziare a gareggiare?

Allenati duramente e gareggia felice. Cerca sempre di goderti tutto ciò che riguarda il giorno della gara. Solo arrivando alla linea di partenza, hai impiegato così tante ore e dimostrato un enorme impegno. Ci sei già riuscito.

Quali sono i tuoi obiettivi per il 2020?

Il 2020 è un anno per Heather (la mia compagna). È tempo per me di supportare le sue gare target, inseguirla in vari percorsi di gara con il nostro bambino di 4 e 2 anni e fornire una fornitura costante di snack e incoraggiamento. Voglio andare sotto i 36 minuti per una 10k e completare un triathlon multi-terreno però.

Da chi prendi ispirazione?

La maggior parte della mia ispirazione proviene dalle persone che vedo per strada, in palestra, per strada, sui sentieri - solo andare avanti. Lavorare sodo, essere attivi, lavorare per raggiungere i propri obiettivi con il sorriso sulle labbra. Non importa cosa sta succedendo nella loro giornata, quanto poco hanno dormito, quanto sia difficile o facile la loro giornata al momento - sono solo là fuori a dare il meglio che possono essere in quel momento.

Cosa ti piace di Sundried e qual è il tuo pezzo preferito del nostro kit?

Mi piace tutto di Sundried. Hanno valori forti, chiaramente si preoccupano del loro personale e dei clienti e tutto il loro kit è fantastico: ben progettato, resistente, comodo e funziona davvero bene. La chiave per me è che fanno ogni sforzo per garantire che i prodotti abbiano il minor impatto possibile sul pianeta, se solo più aziende avessero questo approccio!

Il mio pezzo preferito del kit è la maglietta Plaret Training. È quello che indosso per la maggior parte del mio allenamento: semplice, ben progettato, comodo e resistente. È sempre lì per me durante le dure ore di allenamento e mi aiuta a prepararmi per la gara.

x
x