esecuzione del fitness di triathlon

Stefano è un giovane atleta italiano con il suo mirino ambientato su un triathlon Ironman. Parla a Sundried di allenamenti e corse.

Sei sempre stato nello sport?

Ho praticato sport da quando ero piccolo. Ho iniziato con il nuoto e ho iniziato a competere a 6 anni. Per un po' ho giocato a calcio ma ho capito che non era per me così ho provato la mountain bike. Oltre al triathlon, mi piace lo sci e le immersioni gratuite.

Come hai fatto a entrare in triathlon?

Ho iniziato a fare triathlon 3 anni fa dopo aver rotto il gomito sinistro in una caduta mentre facevo BMX. Cercavo una sfida che potesse egualare le mie passioni, soprattutto nuoto e ciclismo, così mi sono detto: "perché non triathlon?". e qui siamo sulla strada per Ironman.

Qual è stata la tua corsa preferita fino ad oggi e perché?

La mia corsa preferita è il triathlon olimpico di Endine in Italia come tutte e tre le discipline si svolgono in un paesaggio mozzafiato. Si nuota in acque molto pulite, la pista ciclabile è composta da due climi molto belli e impegnativo e per concludere la gara è un tour multiplo intorno al lago con molti tifosi. Una gara incredibile.

Qual è il tuo raggiungimento più grande?

Ogni volta che incrociò la linea di finitura di una gara è una sensazione indescrivibile, ma il risultato di cui sono più orgoglioso è raggiungere il primo posto nella mia fascia d'età al Milano super sprint triathlon e tredicesimo posto complessivo.

Hai mai avuto disastri da corsa?

Durante il mio primo triathlon olimpico, il triathlon internazionale di Bardolino, ho rotto la mia bottiglia d'acqua dopo solo 5km minuti di gamba e ho dovuto fare tutta la gamba senza liquidi tranne che per una birra lanciata dai tifosi lungo la strada.

Come si superano le battute di arresto?

Non fare fallire un'opzione e continuare a spingere!

Che consiglio ti piacerebbe che ti fosse stato dato quando hai iniziato?

La consulenza che mi darei è quella di prestare maggiore attenzione alla nutrizione, come nel triathlons una corretta alimentazione può essere un fattore determinante oltre che fonte di vantaggio competitivo.

Quali sono i tuoi obiettivi?

Nel 2021 parteciperò all'Ironman a piena distanza sull'isola d'Elba, probabilmente come l'atleta più giovane della competizione. Penso che attraversare la linea di finitura di un IM all'età di 21 anni sarà immenso!

Chi ti ispira?

Credo che Alex Zanardi sia la persona che ci può insegnare il più a livello sportivo ma non solo, è un simbolo di perseveranza e tenacia che tutti, non solo sportivi e appassionati, dovrebbero prendere come esempio.

" Voglio fare qualcosa con questa mia vita. Voglio prendere la mia vita come una grande opportunità che non posso sprecare " - Alex Zanardi

Perché lavorare con Sundried?

Sundried è una azienda giovane, dinamica e soprattutto rispettosa dell'ambiente con il loro tessuto Ecotech realizzato interamente in materiale riciclato. La questione ambientale è molto importante nel mondo in cui viviamo, quindi sono molto orgoglioso di poter rappresentare l'azienda.

x
x