atleta vincitore del traguardo di triathlon

Nacho è un triatleta di lunga distanza che aspira a diventare un noto atleta professionista. Parla con Sundried dell'allenamento e delle corse.

Sei sempre stato nello sport?

Fin da piccola sono stata molto attratta dallo sport in generale. Ho iniziato quando avevo 5 anni. Tutta la mia famiglia viene dal ciclismo. Mio padre, ad esempio, mi ha portato alle gare di velodromo quando ero più giovane perché era un ciclista.

Come sei entrato per la prima volta nel triathlon?

Ho iniziato a fare triathlon all'età di 13 anni, semplicemente perché avevo un cognome legato al ciclismo.

Qual è stata la tua gara preferita fino ad oggi e perché?

La mia gara preferita è l'Ironman 70.3 a Pucon, in Cile, che si svolge a gennaio. È stata la mia prima gara con il marchio Ironman che ho fatto ed è la mia preferita per il calore delle persone durante la gara.

Qual è il tuo risultato più orgoglioso?

Non potevo sceglierne uno solo perché ho molti risultati orgogliosi. Ho finito tra i primi 20 atleti professionisti all'Ironman di Barcellona nel 2019.

Hai mai avuto disastri da corsa?

Il mio più grande disastro è stato abbandonare un triathlon sulla distanza 70,3 per motivi di salute.

Come si superano le battute d'arresto?

Con grande dedizione; guardando i problemi, le cause e come risolverli.

Che consiglio vorresti che ti fosse stato dato quando hai iniziato?

Nessuno in particolare mi ha dato tutti i consigli necessari. Forse vorrei aver iniziato a fare triathlon prima.

Quali sono i tuoi obiettivi?

Riuscire a diventare qualcuno nel mondo del triathlon di lunga distanza.

Chi ti ispira?

Tutta la mia famiglia - sia quella che ho avuto dalla nascita che quella che sto formando ora - più i miei amici e colleghi.

Perché lavorare con Sundried?

Per la qualità dell'abbigliamento e per i valori etici che il brand ha, come aiutare il pianeta realizzando i suoi abiti con materiali di riciclo.

x
x