Trisuit delle donne di Lauren Watts Sundried

Lauren è una giovane triatleta gallese che è stata ispirata a iniziare a gareggiare dopo aver visto suo padre eccellere nel triathlon. Racconta Sundried sulla vita come un giovane triatleta.

Sei sempre stato nello sport?

Sì, ho amato lo sport da quando ero piccolo, provando molte cose diverse come netball, calcio e rounders, ma il triathlon è sempre stato il mio preferito! Ho fatto il mio primo triathlon all'età di 7 anni (ora ho 16 anni) e ci sono entrato davvero all'età di 11 anni, quando ho iniziato ad allenarmi con gli adulti, che è quando ho deciso che volevo che il triathlon fosse il mio sport principale.

Cosa ti ha fatto decidere di entrare nel mondo del triathlon?

Quando ero piccolo, ho visto mio padre allenarsi e correre nel triathlon, il che mi ha fatto venire voglia di partecipare. Ho iniziato ad allenarmi con gli adulti con mio padre e subito dopo mi sono unito al gruppo Cerist Tri ladies running che ha contribuito a sviluppare la mia tecnica di corsa, velocità e resistenza. Ho iniziato a pedalare con mio padre nel fine settimana che entrambi abbiamo apprezzato molto, il che mi ha ispirato a partecipare al mio primo triathlon per adulti nel 2016.

Qual è la tua gara preferita fino ad oggi e perché?

La mia gara preferita è il Dyfi Dash sprint triathlon che si trova a Machynlleth, Galles. Questa gara è stata la mia prima gara di triathlon per adulti ed è organizzata dal Cerist Triathlon club di cui sono membro e allenatore. Mi piace l'atmosfera in questa gara come tutti sono così cordiale e disposto ad aiutare l'un l'altro. Questa è anche la mia prima gara della stagione, quindi non vedo l'ora!

Qual è il tuo più grande successo?

Il mio più grande risultato è completare una mezza maratona all'età di 14 anni. Il mio risultato più recente è passare il mio livello 1 triathlon coaching corso, che ho lavorato duramente per raggiungere.

Hai avuto qualche disastro da corsa / gara più dura ancora?

La mia gara più dura ancora era sicuramente Llanrwst triathlon, dove mi sono schiantato sulla mia moto. Ho colpito una roccia sulla strada e sono atterrato su un muro di pietra molto affilato e mi sono tagliato male la spalla e la coscia. Tuttavia, ho continuato il resto del ciclo e sono andato in fuga sanguinando (ho avuto alcuni sguardi MOLTO strani da marescialli e spettatori!) È stato difficile continuare, tuttavia mi ha spinto ad andare più veloce per recuperare il tempo dall'incidente. Alla fine sono arrivato 3 ° nella mia categoria e solo 1 minuto fuori 2°! A parte il crash Direi che mi è piaciuto molto e consiglierei questa gara.

Come fai a tornare indietro?

Vorrei aspettare fino a quando completamente recuperato, come non si vuole più arretrati, e sarebbe poi allenarsi più a lungo.

Qual è il miglior consiglio che desideri che ti sia stato dato prima di iniziare a gareggiare?

"Corri la tua gara". L'ultima cosa che devi fare a bordo piscina è preoccuparsi della tua concorrenza. Devi pensare a te stesso, riscaldarti, entrare nella zona e fare del tuo meglio!

Quali sono i tuoi obiettivi per il 2018?

Mi piacerebbe perfezionare le mie curve di caduta e migliorare il mio tempo di nuoto 400m da 6 minuti 10 secondi a 5 minuti 58 secondi, che richiederà un sacco di duro lavoro.

Da chi prendi ispirazione?

Prendo ispirazione da mio padre, in quanto è lui che mi ha ispirato per iniziare il triathlon ed è anche una delle persone con cui mi alleno quindi siamo abbastanza competitivi e sempre spingendo l'un l'altro per ottenere i migliori tempi. Un'altra persona che mi ispira è il mio capo allenatore Kev, come ha fatto gare in tutto il mondo, tra cui Ironman a cui vorrei prendere parte in futuro.

Cosa ti piace di Sundried e qual è il tuo kit preferito?

Mi piacciono molto i disegni di tutti i kit Sundried e adoro il fatto che siano diversi da altri marchi essendo rispettosi dell'ambiente. Il mio pezzo preferito di Sundried kit è il trisuit da donna. Mi piace molto perché si adatta perfettamente ed è comodo per tutte le sezioni del triathlon. Mi piace anche il fatto che il trisuit femminile si asciughi rapidamente dopo essere uscito dall'acqua, quindi non mi sento bagnato e freddo per il resto della gara. Vorrei 100% raccomandare!

x
x