ambasciatore del marchio triathlon di nuoto Ironman Mallorca

Kirsten è un'atleta naturale e ama gareggiare nel triathlon Ironman. Parla con Sundried della vita da triatleta.

Sei sempre stato nello sport?

Sì, sono sempre stato abbastanza fortunato da aver praticato sport sin da piccolo, ei miei genitori mi hanno accompagnato in giro per club e gare. A scuola, l'educazione fisica era la parte migliore della settimana e mi piaceva nuotare, correre e giocare a tennis. Avevo anche 2 cavalli che impiegavano molto tempo.

Cosa ti ha fatto decidere di entrare nel mondo del triathlon?

Mi stavo allenando per una maratona e mi stancavo di correre tutto il tempo, quindi ho deciso di unirmi a un club di triathlon locale. Questo è stato un po 'scoraggiante dato che non avevo mai guidato una bici da strada, ma ora la parte della bici è la mia disciplina più forte! Amo l'idea di tre sport e la sfida costante o il tentativo di migliorare.

bici ciclismo Ironman Mallorca

Qual è stata la tua gara preferita fino ad oggi e perché?

La mia gara preferita fino ad oggi è stata la distanza standard ITU di Chicago nel 2015. È stata la prima volta in assoluto che ho corso all'estero ed è stata un'esperienza incredibile poter vedere le gare d'élite e supportare anche gli amici che gareggiano come atleti di fascia d'età. Spettacolare anche il percorso, ambientato nel cuore di Chicago e su strade e tunnel chiusi che passavano sotto la città principale.

E il tuo risultato più orgoglioso?

Il risultato più orgoglioso è stato vincere la mia fascia d'età all'Ironman Dubai 70.3. Era la mia prima gara con il marchio Ironman e la prima metà di Ironman. Era ambientato con vista sul Burj Al Arab, e stare sul palco di notte con vista su questo era semplicemente incredibile.

Hai mai avuto disastri nelle corse / la tua gara più dura?

Sì, penso che ci siano sempre cose che vanno storte, anche solo piccole cose quando rifletti su una gara, ma la mia più grande paura è una meccanica o una foratura! Ho corso il triathlon di Cholmondeley Castle un paio di anni fa e sono uscita dall'acqua la seconda donna per scoprire che il mio pneumatico si era forato uscendo dal T1. Ero in preda al panico totale e il pit stop non ha funzionato, è uscito velocemente come è entrato. Ci sono voluti anni per essere riparato e in qualche modo la catena si è bloccata tutta!

La mia gara più dura fino ad oggi è stata l'Ironman Marbella 70.3. C'è stata una grande ondata in mare la mattina della gara che ha reso l'avvistamento molto difficile e il percorso in bici è stato brutale. Sono poi caduto nei primi km della corsa che mi ha fatto arretrare molto perché mi ero fatto male alla caviglia e mi ero graffiato mani e ginocchia. La determinazione e l'incoraggiamento di un amico sulla linea laterale mi hanno fatto passare e con mia sorpresa sono arrivato 3 ° nella mia fascia d'età.

Ironman Mallorca 70.3 nuoto

Come si superano le battute d'arresto?

Dove possibile è bene prepararsi per ciò che potrebbe andare storto, quindi se lo fa, posso gestire meglio le cose. Dopo una gara, mi prendo del tempo per riflettere. È molto facile cogliere le cose che sono andate storte, ma è importante guardare cosa è andato bene e discuto di tutto questo con il mio allenatore che ha un approccio molto positivo. Da lì, vado avanti e ricordo che non tutte le gare saranno una buona gara.

Qual è il miglior consiglio che vorresti che qualcuno ti avesse detto prima di iniziare a gareggiare?

Ci sono così tanti consigli! Ero solito sedermi su YouTube cercando di trovare risposte su come posare oggetti in transizione, come cambiare una camera d'aria, come allenarsi, tecnica di nuoto, l'elenco potrebbe continuare! Ma la cosa migliore da fare è godersi la gara, non stressarsi e imparare dagli altri.

Quali sono i tuoi obiettivi per il 2018?

Nel 2018 ho scelto corsi che per me sono impegnativi. Preferisco i corsi piatti perché è qui che sono potente. Quindi ho scelto Marbella 70.3, Mallorca 70.3 e Lussemburgo 70.3 e devo ancora decidere sul back end della stagione.

Da chi prendi ispirazione?

Ammiro Emma Pallant. È una vera ispirazione e lavora così duramente e ottiene risultati sorprendenti.

Cosa ti piace di Sundried e qual è il tuo pezzo preferito del nostro kit?

Amo l'idea alla base di Sundried, l'etica e il lavoro di beneficenza dietro il marchio e questo mi ha attratto verso i loro prodotti. Amo particolarmente il giubbotti da allenamento per la corsa come sono così comodi.

x
x