Sundried athlete ambasciatore Team GB triatleta

Kate ha ripreso a correre per perdere peso e l'ha trovata presto a chiamare nello sport di triathlon. Parla a Sundried della vita come un triatleta.

Sei sempre stato nello sport?

Non sempre, ho ripreso a correre all'età di 21 anni per perdere peso essendo stato in sovrappeso per tutta la mia adolescenza. Ha funzionato e mi sono agganciato! Ho iniziato a correre intorno al blocco e poi quel poco più lontano fino a quando non sono stato comodamente a completare metà maratone. Non solo correre mi ha aiutato a perdere peso ma ha anche avuto un effetto massivo sulla mia autostima e sulla fiducia del corpo.

Cosa ti ha fatto decidere di entrare nel mondo del triathlon?

Sono entrato nel mio primo triathlon quando avevo 22 anni (un po' di tempo fa ...). Avevo ben poca idea quello che stavo facendo (costume da bagno regolare e mountain bike) e non sono stato particolarmente veloce ma ho finito davvero soddisfatto del mio traguardo. Non ho fatto un'altra gara fino a dopo aver avuto mia figlia 10 anni dopo quando mi ha davvero aiutato a ritrovare il mio fitness e a sollevare il mio umore dopo un periodo difficile della mia vita privata. Triathlon mi ha portato fuori da un luogo molto buio e mi ha dato focus e la fiducia per spingermi e realizzare le mie capacità.

Qual è stata la tua corsa preferita ad oggi e perché?

Ci sono stati così tanti! Tuttavia, mi è piaciuto molto il qualificatore ETU di Nottingham Sprint lo scorso anno (2018). La nuotata era un po' come essere in una lavatrice ma una volta arrivato sul corso di bici mi sentivo forte e la mia corsa era altrettanto forte di significato ho finito l'ottavo in un campo estremamente competitivo. Bastava regalarmi un posto di qualificazione ai Campionati Europei di Glasgow che è dove ho rappresentato per la prima volta il Team GB, un momento molto orgoglioso della mia vita effettivamente.

E il tuo raggiungimento più grande?

Rappresentare il mio age-group in Team GB ovviamente mi fa sentire molto orgoglioso e privilegiato ma sono le corse e la formazione che mi porta lì che mi rende orgoglioso. La scorsa estate ho viaggiato a Worthing per competere nella corsa a distanza di sprint e sapevo che dovevo finire nella top 4 per qualificarmi ai Campionati Europei di Russia quest' anno (2019). Mi sono spinto duro e finito in Quarto, sapendo di non essere dipendente da un posto di roll-down o su qualcuno che si è ritirato è stato un enorme sollievo ed estremamente soddisfacente.

Hai mai avuto disastri da corsa / la tua gara più dura?

Molti! I disastri sono arrivati sotto forma di attacchi di panico nel significato dell'acqua che devo fermare e avere una parola con me stesso, questioni meccaniche come la catena che si stacca, puntualmente ... e poi ci sta cadendo e sorvolando i bar di maniglia che si abbassano in un fossato fino a quando il dolore iniziale non si è placato!

La gara più dura che ho fatto è stata probabilmente la Slateman Full Distance Triathlon in Galles. La moto era particolarmente dura e la puntura che non avevo aiutato (stupendi panorami anche e grandi superfici stradali!), la corsa mi ha comunque finito. Un 7 di corsa su e poi giù per una miniera di slate. Ho tentato di esaurire le parti ridicolicamente ripide ma quando le persone che camminavano mi stavano superando ho capito che era il momento di unirli e di salvarmi le gambe per le poche parti piane e in discesa della corsa. È stato un tale sollievo finire e all'epoca ho detto che non lo rifarei mai ma come il detto va 'mai dire mai' ..

Come si superano le battute di arresto?

Circa 5 anni fa sono stato buttato dalla bici da un autista non guardando dove stava andando. Al momento in cui ho pensato di aver appena subito un sacco di lividi ma è venuto fuori che in realtà ho strappato il legamento lunare di scapoide dislocando così il mio polso sinistro (tipicamente sono mancino!).

A causa della complessità dell'infortunio è stato davvero difficile diagnosticare e individuare scansioni e radiografie, ma alla fine ho visto uno specialista che operava. Nel complesso sono stato in gesso per 3 mesi che ovviamente ho messo fine al mio nuoto e al mio ciclismo all'aperto, ma invece di concentrarmi su ciò che non potevo fare mi sono concentrato su ciò che potevo gestire compresa la corsa, seduto su una spin bike e un po 'di allenamento della forza. È stato mentalmente piuttosto duro e doloroso, ma sono uscito dall'altra parte e ora lo guardo indietro come qualcosa da cui ho imparato che inevitabilmente mi ha reso più forte.

Che consiglio desideri che ti sia stato dato prima di iniziare a competere?

Preparati a dedicare molte ore della tua vita all'allenamento! Sapevo che destreggiarsi tra tre discipline sarebbe stato complicato, ma a volte ci sono abbastanza ore al giorno.

Quali sono i tuoi obiettivi per il 2019?

Quest'anno sto viaggiando in Russia per i campionati europei a distanza sprint, mi piacerebbe davvero finire tra i primi 10 della mia fascia d'età quindi questo è il mio obiettivo. Sto anche aumentando la mia distanza per cercare di qualificarmi per la distanza standard alla fine dell'estate a Brighton, quindi molto su cui concentrarmi e allenarmi nei prossimi mesi.

Da chi prendi ispirazione?

Molti atleti mi ispirano in particolare i fantastici para triatleti che hanno la forza e la perseveranza per competere. La mia ispirazione si presenta in molte forme, anche se include vedere donne forti avere successo in tutti i settori della loro vita ed essere modalità di ruolo per le generazioni future.

Cosa ti piace di Sundried e qual è il tuo pezzo preferito del nostro kit?

Amo il marchio Sundried per quello che rappresenta ed è valori. Sono un grande sostenitore dell'abbigliamento etico e molto desideroso di incoraggiare le persone a pensare molto attentamente a ciò che possono fare per l'ambiente e il nostro pianeta. Sundried ha alcuni pezzi fantastici e sono molto entusiasta di vedere la nuova gamma ciclistica.

x
x