cyclist bike triathlon outdoor fitness

Jackie è una triatleta Ironman che si è ispirata a una donna anziana che ha visto assumere Ironman Canada. Parla a Sundried della vita come un triatleta.

Sei sempre stato nello sport?

Sì, quando ero più giovane ero un nuotatore e facevo la consueta educazione fisica a scuola. Quando mi sono unito alla Royal Navy ho trovato altri sport: netball, pallavolo e hockey a nome ma pochi. Ho anche continuato a nuotare ad un livello superiore.

Cosa ti ha fatto decidere di entrare nel mondo del triathlon?

Durante i miei 30s ho avuto una pausa dallo sport, ho ancora esercitato ma non nella stessa misura. Quando ho compiuto 40 anni stavo cercando una nuova sfida e ho visto un evento locale che è appena capitato di essere un triathlon. Sono entrato e da lì sono stato agganciato.

Qual è stata la tua corsa preferita ad oggi e perché?

Probabilmente Ironman UK due anni fa. A parte il sorprendente sostegno dei locali, stava vedendo mia madre quando ho attraversato il traguetto, è la mia supporter numero uno.

E il tuo raggiungimento più grande?

Ne ho due, la prima è stata quando ho avuto la parata di passaggio quando ero nella Royal Navy; ho realizzato un sogno di una vita e vedere i miei genitori e la sorella lì a testimoniare è stato fantastico.

Il secondo stava attraversando il traguardo all'Ironman UK, è stato un allenamento dura 7 mesi ma ne vale la pena.

Hai avuto ancora disastri da corsa / razza più dura?

Sono stato molto fortunato (finora) nessun disastro, nessuna puntura, nessun meccanico.

Probabilmente la mia gara più dura è stata Ironman 70,3 UK ... al momento è stata classificata come uno dei più alti 70,3 corsi Ironman in Europa ...  Immagino che le 52 colline sul corso di bici le abbiano dato la sua reputazione!

Come si superano le battute di arresto?

Probabilmente come la maggior parte delle persone, l'autocommiserazione per un paio di giorni, poi mi scelgono, e rivalutano, imparano alcune lezioni e si muovono per diventare sempre migliori. Ogni giorno è un giorno di scuola.

Che consiglio ti piacerebbe che ti fosse dato prima di iniziare a competere?

L'importanza della nutrizione. Fortunatamente nella mia più lunga distanza triathlon la mia nutrizione è sempre stata a punto. Tuttavia, al mio primo evento a ciclo lungo ho colpito il muro, anche se non letteralmente potrei aggiungere!

Quali sono i tuoi obiettivi per il 2019 e il 2020?

Niente più triathlon a distanza medio o lunga fino al 2021, dove ho intenzione di fare Ironman Wales.

Ma nel 2020 sto progettando di fare eventi a distanza più brevi per scuotere la mia formazione, più eventi ciclabili. Probabilmente sarò tentata di fare un triathlon a distanza di mezzo ... Amo sempre una sfida.

Sono anche un Funzionario Tecnico Locale per il Triathlon britannico, quindi ho intenzione di officiare più eventi e diventare un Funzionario Tecnico Regionale.

Da chi prendi la tua ispirazione?

La mia ispirazione per entrare nel triathlon a lunga distanza è arrivata da una donna di 62 anni sconosciuta dal Canada. Durante i momenti salienti di un evento Ironman è stata intervistata mentre era in fuga, e ho pensato quanto fosse fantastica e se può farlo a 62 anni poi così posso, tutto è possibile.

La mia ispirazione nella vita viene da mamma e papà.

Cosa ti piace di Sundried e qual è il tuo pezzo preferito del nostro kit?

Quello che mi piace di sabbiatura è il fatto che hai prodotti di qualità ad un prezzo accessibile. Triathlon è uno sport costoso e ciò che gli atleti hanno bisogno sono di buona qualità, prodotti accessibili come quelli di Sundried. Amo anche l'ethos di Sundried, usando bottiglie riciclate per realizzare i prodotti.

Finora il mio pezzo di kit preferito è il più breve allenamento ciclabile a maniche .... Wow...la qualità è fantastica ed è un ottimo adattamento.

x
x