Sunsecched Ironman Dubai 70.3 Triathlon

Dubai era una sfida e lo sarebbe sempre stata.Lasciare il Regno Unito con una temperatura di 3 gradi Celsius direttamente all'aeroporto di Dubai a 32 gradi è stato epico ma un enorme cambiamento di ritmo e differenza nell'atmosfera.

Una forte nuotata ha iniziato il giorno, ma anche leggermente indietro per preservare una quantità di energia per l'esigente corso di bici in temperature di scottatura.Una transizione liscia ha seguito il nuoto e dopo aver corso attraverso le docce fredde, il corso della bici ha iniziato.

L'inchiodare un migliore personale sulla moto è stato un grande momento culminante di questa corsa incredibile e tutto l'allenamento ha davvero ripagato.Tornando in città ho preso il mio ultimo gel di caffeina e preparato le gambe per la corsa.La transizione è stata di nuovo molto liscia e un'alta cadenza è iniziata per i primi pochi chilometri, ma purtroppo il calore ha avuto il meglio di me.

Le stazioni di alimentazione liquido erano piuttosto distanziate e con la temperatura ora a metà degli anni Trenta, il campo stava vacillando.Una spinta intermedia è stata seguita da un finale doloroso, ma con un migliore personale in generale al Ironman 70.3 un felice atleta e allenatore è tornato alla base.Missione compiuta!

Un grande grazie a Sundry per l'adorabile triathlon completo che è stato un piacere indossare e rappresentare in condizioni certamente difficili!Fantastico far parte del team Sundry.

Informazioni sull'autore: Andrew Jones. è un ambasciatore triathlon e sunsecche.

x
x