Acquista la collezione Running da uomo di Sundried

Geoff è un atleta che ha iniziato il suo viaggio nel triathlon dopo essersi ripreso da un infortunio a lungo termine. Parla con Sundried dell'allenamento e delle corse.

Sei sempre stato nello sport?

Sì. Sono stato molto fortunato a frequentare una scuola in cui abbiamo avuto accesso a numerosi sport ed è stata una parte importante della mia vita. Ho giocato principalmente a rugby durante i miei anni scolastici, così come tutti gli altri sport che ho potuto praticare. Poi ho remato all'università prima di iniziare a pedalare un paio di anni fa e questo alla fine mi ha portato al triathlon.

Come sei entrato per la prima volta nel triathlon?

Ricordo di aver guardato i rapporti di Kona a scuola in Irlanda su Wide World of Sports un sabato, ma all'epoca era al di là della mia comprensione. Se devo essere sincero, mi sono interessato di più mentre soffrivo di un infortunio al piede a lungo termine e sostenevo i miei figli nel nostro club locale e negli eventi regionali. Dopo 12 anni impossibilitati a praticare nessuno sport, ora ho trovato un modo per allenarmi di nuovo (con alcune limitazioni) e l'aspetto endurance e multisport del triathlon mi affascina e mi si addice.

Se sei interessato ad entrare nel triathlon, il kit di Sundried è adatto sia ai principianti che agli atleti esperti. Abbiamo entrambiUominieDa donnaopzioni disponibili.

Qual è stata la tua gara preferita e perché?

Sono riuscito a iniziare a correre e ad allenarmi solo un paio di anni fa e mi sono posto la sfida di correre una maratona se fisicamente in grado. Ho completato la Causeway Marathon nel 2018. Il tempo della mia prima maratona non è stato eccezionale, ma il mio piede ha retto e la sensazione di successo dopo così tanti anni senza fare nulla è stata enorme.

Qual è il tuo momento più orgoglioso?

Nell'estate 2019 sono entrato in una corsa di 100 km da Bath a Cheltenham. Mi sono sorpreso a così tanti livelli, facendo abbastanza bene considerando la necessità di continuare con un allenamento limitato e ho capito che gli eventi di resistenza erano possibili. Più di questo mi è sembrato di scoprire che le cose si sono stabilizzate a circa 30 km e mi sono sentito molto più a mio agio dopo quel punto!

Hai avuto disastri da corsa?

Ho corso sulle Alpi subito dopo il Bath Ultra ed era incredibilmente caldo, con alta quota e liquidi a disposizione insufficienti e mi sono completamente liberato. Mia moglie ed io l'abbiamo completato, ma è stata una vera esperienza di apprendimento sulla corsa in quota per la prima volta e sul non prepararsi adeguatamente per la particolare gara a cui sei iscritto. Con alcune gare non puoi volare anche se sei abbastanza in forma sulla carta!

Come si superano le battute d'arresto?

Come ho detto, ho sviluppato un problema cronico al piede intorno al 2005 e questo mi ha fermato quasi completamente per quasi 12 anni. Ho tentato la strana corsa nel fango con i bambini, ma nient'altro. È arrivato persino al punto in cui non potevo andare in bicicletta, un periodo davvero buio e ad essere sincero avevo quasi rinunciato a fare sport di nuovo.
Ho lavorato duramente sul mio fisioterapista e mi sono posto obiettivi molto piccoli e insignificanti e gradualmente ho trovato una strada lenta e lunga per tornare ad allenarmi con successo. A volte sono limitato in una certa misura, quindi continua a combattere il mio cervello da adolescente per trattenere e prevenire ulteriori problemi - non è facile quando vuoi solo scappare!

Qual è il consiglio che avresti voluto ricevere quando eri più giovane?

Penso che tutti alla scuola primaria dovrebbero essere avvisati o obbligati ad avere una valutazione fisio / biomeccanica completa per risolvere i problemi sottostanti in modo che possano essere affrontati prima dell'età adulta quando è molto più difficile da correggere. Inoltre, non aver paura di fallire.

Quali sono i tuoi obiettivi?

Il mio obiettivo principale è mantenermi in forma e godermi qualunque sport ho la fortuna di praticare. La nostra salute è così fragile e può essere portata via così facilmente. Al momento mi sto allenando per un paio di gare Ironman alla fine di quest'anno e altre ultra maratone durante l'anno per ottenere di nuovo abbastanza punti per l'Ultra Trail du Mont Blanc. Mi piacerebbe essere nella posizione di partecipare alla Marathon de Sables e Patagonman un giorno, ma potrebbe essere necessario vincere alla lotteria per quelli!

Chi ti ispira?

So che sembra un cliché, ma sono le persone che combattono contro le probabilità per finire un evento, più di quelle in prima fila. Avere un talento naturale sarebbe una vera benedizione, ma quelle persone che combattono giorno dopo giorno solo per tagliare il tempo e non mollare mai sono le vere ispirazioni. O tutti i marescialli e gli organizzatori altruisti che permettono ai nostri eventi di accadere. Di solito per non più di un caffè e un rotolo di pancetta!

Se deve essere una persona direi il para-nuotatore Sacha Kindred. Un uomo straordinario, uno dei più grandi atleti di sempre della Gran Bretagna (che sorprendentemente non ha avuto il riconoscimento nazionale che merita così tanto) e tuttavia incredibilmente modesto riguardo alla sua moltitudine di medaglie mondiali e olimpiche. Un meraviglioso modello per tutti noi.

Perché lavorare con Sundried?

Amo la qualità e la vestibilità del kit. Così comodo per allenarsi e gareggiare e con un messaggio ambientale e di sostenibilità davvero buono. Inoltre si sentono e hanno un aspetto fantastico che, siamo onesti, è anche un vero vantaggio!

Per ascoltare di più dai nostri ambasciatori e ricevere suggerimenti gratuiti sui piani di allenamento e altro ancora, connettiti con ilPersonal trainer secchisulla nostra app.

x
x