ciclismo che corre duathlon

L'ambasciatore sabbioso Paul Suett ha dovuto passare dal triathlon al duathlon dopo un infortunio alla spalla debilitante. Ci dà un aggiornamento sul suo piano per quest' anno e qualificarsi come un duatista GB per la prima volta.

Tempo per un cambio di sport

La fine della scorsa stagione si è conclusa nel dolore con un piede e un infortunio alla spalla che doveva essere lavorato all'ospedale privato locale. Il mio piede si è fissato abbastanza velocemente ma perché ho gareggiato tutta la stagione con una cuffietta di rotatore infortunato in spalla, i danni avevano bisogno di un sacco di riabilitazione. Ormai sono passati 5 mesi di iniezioni e fisio sulla mia spalla e sta solo iniziando a sentirmi di nuovo leggermente normale ma molto tempo in piscina è stato perso il quale non riesco a rimediare, quindi ho deciso che era il momento di cambiare sport e di aver guardato di nuovo alla qualificazione per il Team GB ma questa volta a duathlon.

Ho cercato tutte le gare di qualificazione che avrei avuto bisogno di fare per tutta la stagione e due sono all'inizio dell'anno e due alla fine. Realisticamente, ho pensato a me stesso che gli ultimi due sarebbero stati quelli di cui ho bisogno per puntare come non ho un'esperienza reale in questa disciplina e l'inizio dell'anno sarebbe tutto sull'apprendimento e la riduzione degli errori in prepa per poi in anno. Abbiamo avuto una gara di duathlon locale poche settimane prima del primo qualificatore così ho deciso che questa sarebbe stata una buona occasione per iniziare l'avventura

Gravesend Cyclopark Winter Duathlon 28 gennaio

La giornata era avvolgente ma non troppo fredda e l'evento era su un circuito di bici da strada chiuso così questa è stata una buona occasione per correre senza la preoccupazione delle auto in viaggio. La corsa è stata del 6,5km in parte sul circuito della bici e poi sulle strade. Questo è stato seguito da un ciclo di 20km minuti poi un 3,5km eseguito per finirlo.

Ero pronto a correre e non di solito non molto nervoso ma credo che questo fosse perché non dovevo nuotare. La corsa si è tramandata a ritmo frenetico e inizialmente sono andato via troppo in fretta così ho rallentato un po' dopo il primo miglio e mi sono abituato alla sensazione di correre di nuovo per la prima volta quest' anno. La prima parte della corsa si è attorcigliata e girata intorno alla pista di corsa e poi sulla strada su su una collina ripida per 1,5km minuti prima di ribellarsi e scendere verso le bici. Mentre correva in transizione, la mia ragazza Cassie ha gridato di incoraggiamento e mi ha fatto sapere in che posizione ero.

esecuzione di bici di transizione duathlon

Una transizione veloce e sulla bici con i pensieri di "Ho bisogno di prendere ora alcune persone". La pista era umida e il primo giro che ho preso con relativa prudenza mentre le pieghe erano veloci e non volevo finire a scivolare. Improvvisamente mi colpì che questa era una gara e avevo bisogno di rischiare tutto sulla moto così ho messo la testa giù e ho iniziato a potere attraverso gli angoli e intorno al circuito. Ho iniziato a travaldare persone e giro altri che erano in streaming sul corso dopo di me. Grida di incoraggiamento dagli amici garanti e miglior amico Joel mentre ho lasciato il circuito per la corsa finale mi ha dato la spinta finale per dare tutto fino alla fine di questa corsa. La corsa è stata dritta e giù di nuovo quella collina che mi ha fatto scoppiare i polmoni ma presto stavo attraversando quella linea di finitura e collassando in un cumulo. Era finita e ho finito complessivamente in settima e ho anche prelevato un podio posto per 2a vetrina. La gara era stata dura ma mi ha dato la fiducia che ero almeno competitivo in questa disciplina andando avanti al primo qualificatore.

ciclismo triathlon duathlon

Anglian Water Standard Duathlon 18 febbraio

Questo è stato il mio primo qualificatore di sempre in questa disciplina così ho avuto i nervi normali di non sapere se sarei stato abbastanza bravo o se era appena troppo presto in stagione con poca preparazione. Ho ripensato all'ultima gara e che combinata con quale allenamento ho fatto ero fiducioso che qualunque sia il risultato, sarebbe stato il meglio che potevo fare.

La transizione era ghiacciata e un vento freddo freddo frustrato attraverso il parcheggio dove ci siamo riscaldati e ho finalizzato il mio piano di attacco nella mia testa. Sapevo che ritmo volevo andare in fuga per darmi la migliore possibilità di attaccare la moto e la seconda corsa. Siamo arrivati tutti alla linea di partenza e chiacchierato nervosamente prima dell'inizio della gara e poi improvvisamente il corno è andato e siamo partiti.

L'inizio della corsa era stretto lungo un percorso di campagna che era disomogeneo e fangoso ma questo era il tempo di gara e amo correre. Il corso di corsa non dulcorata e giù colline che in definitiva mi ha dato una strega con un miglio da percorrere. Ho continuato a polverizzarmi attraverso il dolore sapendo che dovrebbe fermarsi una volta salita sulla moto e ho alloggiato in T1 e fino alla moto.

Precedente esperienza giocata a mio vantaggio in transizione man mano che la gente era lenta a prepararsi a cavalcare. Avevo questo elaborato perfettamente ed era dentro e fuori super veloce, superando almeno 5 persone. Amo la mia moto e subito ci stavamo velociando verso il primo turno intorno al punto. Stavo prendendo appunti di chi era avanti a tornare dall'altra parte e li ha usati per prendere di mira. Il corso di bici era principalmente piatto con solo poche colline quindi era un caso di testa in giù e metteva davvero il potere attraverso i pedali. Ho iniziato a travaldare alcune persone e gli obiettivi che avevo si avvicinavano sempre di più. Le miglia si sono spaccate e mi sentivo bene che la cavalcata stava andando bene, c'erano poche persone più avanti nella distanza che approfittavano di numeri bassi di marshals così hanno deciso di bozzarmi un po' sleale ma niente che potessi fare a riguardo.

Ho volato in T2 con la mia routine di transitare nella fase di esecuzione finale che mi gira intorno alla testa così non ho dimenticato nulla. Ancora una volta ho sovrastato le persone e sono uscito in fuga. La seconda corsa che conoscevo farebbe male molto ma sapevo anche che non sarebbe durata troppo a lungo visto che erano solo 5km, queste sono le volte che davvero fanno o si rompono le qualifiche quando si vuole davvero rallentare ma si sa ogni secondo conta.

Le ultime piega erano avanti e ho potuto vedere la linea di finitura e con 400m minuti per andare ho sentito qualcuno dietro di me catturando. Non sapevo se erano nella mia fascia d'età ma non volevo correre il rischio così ho iniziato a sprint verso la finitura. Questo scoppio finale li ha lasciati alle spalle e ho incrociato la linea nel 2:05:25. Non sapevo se questo fosse un buon momento o meno ma ero fiducioso di aver dato a tutti.

Dopo la gara che ho scoperto mi ha dato il quinto posto in qualifica su un possibile 20 slot con 2 gare da percorrere, questo è stato il mio inizio più forte per una campagna così sono fiducioso con anche la mia percentuale di miglior tempo che ho ottime possibilità di qualificarmi per gli Europei e i Worlds il prossimo anno.

x
x