triathlon triathlon

Insomma, sono contento di essere sopravvissuto, è stato un piccolo tocco e andare lì verso la fine! 2017 è stato un anno lungo con lotti e un paio di sconti. Vediamo se posso condividere alcuni di loro qui.

Ho iniziato la stagione con un duathlon / sprint triathlon combo rispettivamente a Eton Dorney Lake e Crystal Palace. Insomma, è andata molto meglio di quanto sperassi; ho ottenuto il primo posto a Eton Dorney e secondo a Crystal Palace dove sono stato otto secondi fuori dalla vittoria e ho saltato il record di corsa in bici.

La mia prima gara chiave è stata Ironman 70,3 St. Polten in Austria.

Una gara conosciuta per una lunga uscita di uscita australiana (nuotare, uscire dall'acqua, correre un po' poi tuffarsi e nuotare di nuovo), un corso di bike impegnativo dove si scalda una montagna del 600m a 60km poi un "piatto piatto" gestito lungo il fiume locale. Mi sono allenato per questo, ero pronto per questo. Non ero pronto per il maltempo però. La pioggia torrenziale in giorno di gara ha fatto la bici un po' schizzinosa sulle discese, tuttavia le mie abilità di mountain bike sono state usate per un buon effetto e mi hanno fatto passare. La corsa finì per essere un fangoso sregolato e giù per le banche del fiume. Ho solo pensato a me stesso che ognuno ha le stesse condizioni per affrontare così facciamoci. Il risultato, il quarto amatoriale complessivo e una vittoria di gruppo di età.

esecuzione di triathlon activewear triathlon

Ho avuto un mese fino alla mia prossima gara, Ironman 70,3 Staffordshire.

Diciamo solo che la combinazione di un'altra fatica meccanica, sovrastante e generale di fatica e di corsa al giorno di trenta gradi (la maggior parte della mia formazione è in Norvegia, un po' freddezza) significava che qui ho sottovalutato. Le parole "che hanno rubato 50 watt?!" sono state pronunciate. Ho imparato a fare lo shuffle Ironman quel giorno, molto umilista appunto. Il mio grazie ai volontari della giornata di gara che si sono presi cura di me. Ancora, 30 generale non è troppo shabby!

Next up, l'onda d'élite al Outlaw Half Holkham.

Outlaw (OSB Events) sa organizzare una gara, e a parte un hiccup non hanno mancato qui. Una nuotata al lago, una bici da campagna e una corsa intorno ai motivi di una bella vecchia casa di campagna inglese. Il piccolo hiccup, il cappuccio di nuoto sbagliato fornito, significava che non mi era permesso di iniziare con le élite e ho dovuto iniziare con le onde di gruppo di età. In parte colpa mia, avrei dovuto controllare più da vicino il briefing. Purtroppo il mio onda ha pensato che fosse meglio battersi a vicenda a una pasta piuttosto che nuotare avanti. Ouch. Alla fine ho trovato acqua limata ed è stata liberata per nuotare la mia stessa gara, uscendo dall'acqua da qualche parte nella top 10.

Sulla moto sono andato e 30km nella mia catena si è inceppata nel mio mech davanti! Due minuti e un triabito oleoso dopo ero spenta, solo per disastro per colpire di nuovo a 80km il mio mutaforma si è staccata la pulizia! Dopo aver raccolto i pezzi su cui pedalò. Gli ultimi 10km erano una miscela di spinning comico sui bassi e pregando le mie ginocchia non esploderebbero tornando indietro! La corsa era una vicenda comparata tranquilla.  Un decimo posto sorprendente e un voto per tornare il prossimo anno.

Thorpe Park Olympic e il triathlon di Cowman Middle distance.

Thorpe Park è stato solo una settimana dopo Outlaw Holkham. Ho solo pensato, diamogli un andare, nessuna aspettativa, nessuna pressione, facciamo qualche divertimento. Ho preso quasi sette minuti di dosso la mia nuotata più veloce del 2016, bisso fortemente e corse in modo sensato, e vinto anche la gara! A Cowman ho voluto concentrarmi sul processo della mia gara e non avere la pressione di correre con tutti i grandi nomi.  Si è scoperto che anche il campione del mondo ex Formula 1 (e il triatleta rapido) Jenson Button lo usava anche come una gara di sintonia. Ottimo, non! Dopo la migliore nuotata della stagione finora era arrivato il momento di eseguire il mio piano - cavalcando da solo ad un costante 300 watt per 90km minuti. Ora sono in grado di rivendicare che Jenson Button fissò la mia parte posteriore per due ore, ha! Ho messo un po' di gas su T2 e mi sono schiaffato quell' elastico una volta per tutte. La mia terza vittoria complessiva dell'anno nella borsa.

triathlon triathlete running racing Sundried activewear

A settembre e Ironman 70,3 Cascais, Portogallo.

Perché questa gara? Beh, ha montato il calendario e ha avuto un interessante corso di aspetto con un piatto di pancake (tosse tosse) correre lungo il seafront. Ormai la lunga stagione stava recuperando con me come avevo prelevato uno di una serie di raffreddori. Stavo discutendo se iniziare o meno come mi sentivo sognata. Durante la nuotata ho pensato di prendere la decisione sbagliata. Ho iniziato a perdermi un po' in bici e sono contento di aver fatto, che corso. 40km di testa in giù martellate lungo una superstrada seguita da qualche breve, affilata potenza si arrampica attraverso le foreste di montagna, un circuito della pista di corsa di Estoril e poi qualche discesa a colpi di freno a discesa verso il mare. Non sono mai stato fuori dalla mia marcia più grande per così tanto tempo, tuck fino in fondo!

Ormai ho imparato a non fidarsi mai degli organizzatori di gara che pubblicizzano una corsa piatta. Devono aver dimenticato di includere la 300m ascesa totale su questa. Oh bene, in avanti e verso l'alto, e poi verso il basso. Ho preso un po' di tumore che girava intorno a un turno morto all'estremo del corso. Dopo avermi detto di bere una pinta di proverbiale cemento spenta di nuovo. Ho tenuto avanti e l'ho portato a casa a uno sconvolto sesto posto complessivo, terzo amatoriale e un'altra fascia di età. Bosh!

Ironman 70,3 Weymouth è stato il finale di stagione due settimane dopo.

L'uomo l'ho superato, non volevo così correre. Volevo solo mangiare la pizza e bere birra ma le voci di gara Ironman non costano poco quindi meglio usarla o perderla! Ho fatto il mio agire insieme, ho fatto le valigie e diretto a sud. La nuotata a Weymouth Bay può essere descritta con due parole, 'lavaggio' e 'macchina '. Quello era un duro. Non riuscivo a vedere le boe e continuavo a pensare "sono da solo, sono andata via corso!", fino a quando un'onda è arrivata e mi ha gettato in un'altra povera anima che lotta per la sopravvivenza nel Canale inglese.

Ho iniziato il bike numb. Le mie mani erano insensate, i miei piedi erano intorpidienti, anche il mio petto è intorpiso. È anche possibile?! Per i primi 40km minuti ho dovuto cambiare entrambi i set di attrezzi con la mano destra, la mia mano sinistra era inutile. Ammetto un momento di debolezza qui, ho pensato di scalare la mia moto e di aspettare che il carro della scopa portasse me e il mio club di ritorno in città. Fortunatamente la temperatura dell'aria ha iniziato a salire e con questo ha fatto la mia temperatura corporea che mi ha permesso di alzare l'intensità e di iniziare a far cadere qualche bazooka bagnata.

Il corso di corsa a Weymouth è in realtà pancake piatto, ma anche molto avvincente. Tre giri fuori e indietro, vento testa, vento di coda. E'un grande corso per i sostenitori mentre tocca e giù la spiaggia promende oltre le classiche capanne da spiaggia inglesi. Si è rivelato essere un duro ma l'ho fatto. Sono davvero contento di aver combattuto attraverso questo come ho finito per divertirmi a provare a dare lezioni giovanissimi a come dire il mio nome due volte ogni giro, "no non è Varnish, riprovare!". 14 globale, quarto amatoriale e una vittoria del gruppo di età finale nella borsa.

Relazione di stagione di activewear activewear

Ecco quindi il 2017 in tutti i suoi aromi.

Alcune gare in posti meravigliosi, un po 'di tempo poco invidiabile, troppi meccanici (ora ho fatto shopping in bicicletta) un paio di vittorie e molti podi per fasce d'età lungo la strada. Posso felicemente dire di aver mangiato sia la pizza che bevuto birra, ho raggiunto amici trascurati, pedalato la mia bici senza un misuratore di potenza attaccato e persino guardato alcuni episodi di Star Trek (nemmeno imbarazzato un po '). L'allenamento pre-stagionale si profila all'orizzonte e la voglia di aprire i picchi di allenamento si sta insinuando su di me. Stranamente non vedo l'ora. Speriamo in qualcosa di più nel 2018.

Devo dire un ringraziamento speciale alla mia fidanzata per avermi supportato in tutto questo anche se ha già un piatto pieno e lo schiaccia anche nella maggior parte delle stesse gare, il mio allenatore Terry Collins a Triforfitness la cui dieta di duro amore mi vede sempre bene, e infine a Sundried per assicurarsi di guardare sempre la parte anche quando le cose potrebbero non andare secondo i piani.

x
x