corsa campestre

Cameron ha raggiunto il suo obiettivo di diventare il più giovane finisher di sempre all'Ironman Wales e ora ha gli occhi puntati su come diventare professionista. Parla con Sundried dell'allenamento e delle corse.

Sei sempre stato nello sport?

Sì, ho praticato lo sport sin dalla tenera età. Ho iniziato a giocare a rugby all'età di 10 anni e ho giocato fino a 16 anni. Poi sono passato al triathlon.

Cosa ti ha fatto decidere di entrare nel mondo del triathlon?

Volevo entrare nel mondo del triathlon perché volevo battere il record per la persona più giovane che abbia mai finito l'Ironman Wales. Da allora, mi sono appassionato allo sport e voglio farne una carriera professionale.

Qual è stata la tua gara preferita fino ad oggi?

La mia gara preferita fino ad oggi è l'Ironman Wales 2019 perché ero il più giovane in assoluto a farlo. L'atmosfera del pubblico è stata incredibile per tutto il percorso per tutto il giorno e la sensazione di successo quando ho tagliato il traguardo e ho sentito le parole "Cameron sei un Ironman" non era seconda a nessuno.

E il tuo risultato più orgoglioso?

Il mio risultato più orgoglioso è sicuramente detenere il record per la persona più giovane a completare l'Ironman Wales.

Hai mai avuto disastri nelle corse / la tua gara più dura?

Non ho ancora subito disastri in gara ma durante l'Ironman Wales ho sofferto di qualche forte mal di schiena nella seconda metà della tappa della moto ed è stato allora che ho dovuto pensare solo al traguardo e non lasciarmi fermare a causa del dolore era così brutto che sapevo che se non si fosse fermato quando sono sceso dalla moto non sarei stato in grado di correre. Fortunatamente, non appena sono sceso dalla moto, si è schiarito completamente il che mi ha dato una grande spinta mentale.

Come si superano le battute d'arresto?

Sono un grande sostenitore del pensiero positivo e ogni volta che ho una battuta d'arresto come un infortunio, sì, è frustrante ma riesco sempre a pensare positivamente, a non lasciarmi impantanare e continuare a concentrarmi sul mio obiettivo finale.

Che consiglio vorresti ricevere prima di iniziare a gareggiare?

In termini di consigli, direi di provarci perché finire una corsa di qualsiasi lunghezza è una sensazione di successo incredibile. Incontrerai così tante persone lungo il percorso durante il tuo allenamento e farai degli ottimi amici. Quindi provaci, ma non sottovalutare il lato fisico, indipendentemente dalla distanza.

Quali sono i tuoi obiettivi per il 2020?

I miei obiettivi per il 2020 sono completare una vasta gamma di eventi, dal triathlon sprint a metà Ironman e un weekend lungo. Tutto per acquisire più esperienza nello sport e cercare di far conoscere il mio nome. I miei obiettivi a lungo termine sono qualificarmi per il 70.3 e per i campionati mondiali Ironman completi e diventare un Ironman professionista nei prossimi anni.

Da chi prendi ispirazione?

Prendo ispirazione da persone come Lucy Charles, perché non ha iniziato il triathlon fino all'età di circa 17 anni e da allora è diventata una delle migliori al mondo. Ha dimostrato che puoi cambiare da uno sport all'altro e se ti dedichi e ti impegni abbastanza, puoi ottenere qualsiasi cosa.

Cosa ti piace di Sundried e qual è il tuo pezzo preferito del nostro kit?

Il motivo per cui mi piace il kit Sundried è l'aspetto. Penso che sia un kit davvero bello che non esagera in termini di design. Inoltre, mi piace molto il rapporto qualità-prezzo. La maggior parte delle volte si vedono kit di qualità piuttosto standard a prezzi ridicoli e penso che sia qui che si distingue Sundried. Il kit è tutto di buona qualità, sembra buono e ha un prezzo ragionevole. È una vittoria.

x
x