Ambasciatore atleta appassionato di triathlon ciclistico

Aoibh è un atleta junior che ha grandi aspirazioni per il futuro. Parla con Sundried dell'allenamento e delle corse.

Sei sempre stato nello sport?

Sì, sono sempre stato coinvolto nello sport, dall'equitazione e dalla ginnastica agonistica fino al più recente cross county running e al triathlon.

Cosa ti ha fatto decidere di entrare nel mondo del triathlon?

Ho fatto il mio primo triathlon circa 3 anni fa, gestito dal mio club di triathlon (Ludlow Junior Triathlon Club). Sono arrivato ultimo ma mi sono goduto l'intera esperienza e l'atmosfera dell'evento. Da allora ho iniziato ad allenarmi e ora mi sono innamorato di questo sport, e non vengo più ultimo!

Qual è stata la tua gara preferita fino ad oggi e perché?

La mia gara preferita è stata probabilmente lo Shropshire Sprint Triathlon 2019 perché è stato il mio primo triathlon in acque libere e lo scenario perfetto per la mia prima esperienza di triathlon in acque libere. Anche il percorso in bici è molto veloce ma ondulato, quindi è impegnativo ma aggiunge anche esperienza! La corsa è la mia preferita in quanto è una lunga salita fino al punto di svolta di 2,5 km che adoro perché mi piace correre in salita ed è anche bello vedere tutti gli altri corridori intorno a te che ti fanno il tifo. È stata principalmente la mia gara preferita perché sono arrivato 2 ° assoluto e 1 ° nella mia categoria di età, il che ha dimostrato che tutto il mio allenamento stava dando i suoi frutti!

E il tuo risultato più orgoglioso?

Oltre al triathlon dello Shropshire, direi che gareggiare per l'ETP a Dublino lo scorso novembre in quanto ha dimostrato che i miei sforzi sono potenzialmente abbastanza buoni per competere a livello nazionale e, si spera, a livello internazionale come parte dell'accademia o del gruppo di età.

Negli ultimi due anni ho anche gareggiato nelle scuole di inglese di fondo nazionale come parte della squadra di Herefordshire e Worcestershire, che è stato anche un momento di orgoglio per far parte della squadra della contea e di un evento così grande.

Hai avuto disastri da corsa?

Il mio più grande disastro in gara è stato nel duathlon di Stourport quando sono sceso dalla bici su un tornante e mi sono fatto male al polso. A causa della caduta al primo giro di 11, ho dovuto finire la gara con il manubrio con fibbia e con una mano sola, il che ha reso tutto molto difficile. Direi che questa gara è anche una delle mie migliori gare perché nonostante la caduta sono riuscito a prendere la seconda donna.

Come superare le battute d'arresto?

Lavorando di più sulle mie debolezze e cercando di non concentrarmi sulle cose negative.

Che consiglio vorresti che ti venissero dato prima di dichiarare di gareggiare?

L'unico consiglio che direi è di non essere troppo duro con te stesso perché non ti esibirai sempre al meglio in ogni gara per tutto il tempo.

Quali sono i tuoi obiettivi?

Spero di prendere di mira la super serie britannica che è la serie nazionale di triathlon junior. Per fare questo devo concentrarmi sulla mia nuotata per renderla più veloce. Voglio anche rappresentare la squadra della fascia d'età GB nel triathlon e nel duathlon la prossima stagione. L'obiettivo principale che ho è che voglio fare la squadra di triathlon irlandese alla fine dell'anno, per cui dovrò anche lavorare sul mio nuoto.

Da chi prendi ispirazione?

Lucy Charles, i fratelli Brownlee e Helle Frederiksen, poiché sono tutti atleti fantastici e restituiscono lo sport mostrando cosa significa essere un grande atleta sul campo e anche aiutando gli altri creando basi e coaching online.

Cosa ti piace del kit Sundried e qual è la tua parte preferita del nostro kit?

Mi piace il kit perché il materiale è davvero morbido e si adatta bene. Il mio pezzo preferito del kit è il mio trisuit con cui corro spesso perché è comodo e ha una buona imbottitura per andare in bicicletta che non si intromette quando nuoti e corri!

x
x