Alice Hector triathlon triathlon Ironman che gestisce l'ambasciatore Sundry

Alice Hector e'uno degli atleti professionisti sponsorizzati da Sundry e sta gareggiando professionalmente nel triathlon da 2014.Ha vinto Ironman 70.3 Lanzarote così come il triathlon di Israman tra molti altri.Lei è stata incoronata Ironman 70.3 campione a Ruegen in un tempo di record di corso, è due volte campione di Israman, e ha raccolto vittorie e podium a diverse gare 70.3 e a piena distanza di ferro.

È stata sia la triathlon scozzese che la Duathlon Champion, è stata la più veloce dilettante in generale al World Sprint Championships in 2013, e ha goduto di una corsa ininterrotta di vittorie ultra-maratone dal 2010-2012; uno sport a cui intende tornare con piena forza in futuro.Oltre al triathlon, Alice è un emulatore freelance e un modello di fitness.Ci parla della sua lunga e prospera carriera.

Come sei entrato nel triathlon?

Ho nuotato e sono corsa per la contea da bambino e volevo essere un atleta d'elite sia a distanza che a nuoto a sprint.I miei allenatori hanno cercato di farmi entrare nel triathlon, ma ho pensato che fosse uno sport stupido, quindi rimandatelo per anni.

Quando sono arrivato all'Università di Loughborough, mi sono avvicinato al coach di nuoto che mi ha prontamente detto che sarei stato buono solo per la loro quarta squadra, e di andare a fare triathlon.Non potevo evitarlo più.Disperato per essere un'elite in qualcosa, il viaggio ha iniziato diciannove anni.

Mi sono innamorata del triathlon dopo qualche anno di prenderlo troppo seriamente.Mi sono fermato, ho trovato un lavoro e ho fatto il ‘vivere per il fine settimana’ cosa per sei anni, ma non c'era vera soddisfazione in questo.Per mantenere ‘il mio dito in’ mentre lavoro, ultra-maratona è stato il mio nuovo sport.Ne ho fatto solo un paio d'anni e ho vinto il 5 che ho fatto: il più lontano sono cento miglia in un giorno.Mi sono infortunato (come si potrebbe) e stavo nuotando e pedalando un po'che ha coinciso anche con un trasferimento a Windsor in 2012, dove ho incontrato un sacco di 󈦞triathlon’ persone che in realtà erano abbastanza divertente!Da qui il mio rapporto con EVO tri club è nato e rimane fino ad oggi.Ho deciso di andare per i campioni del World AG, l'ho vinto in 2013, e non ho mai guardato indietro.I m amando questo ‘second wind’– it feel I m fare il mio modo questa volta, e s inizia a lavorare!

Detto questo, voglio conoscere i miei limiti con l'ultra running, quindi sicuramente cercherò di tornare a quello una volta che sono troppo vecchio e lento per essere un pro.

Quali sono i tuoi migliori consigli per chiunque sia nuovo allo sport?

  1. Unisciti a un club.Esperienze sono molto meglio quando si condivide con gli amici, e si𔃺ll imparare molto anche.
  2. Triathlon ha così tante sfaccettature che può facilmente diventare ossessivo.È importante mantenere amicizie e relazioni al di fuori dello sport e non diventare monodimensionali e noiosi.
  3. Ci saranno giorni buoni e cattivi.Cerca di non essere troppo alto quando va bene e troppo basso quando non fa t. La natura dello sport è che s imprevedibile, quindi vai con il flusso, e cerca di imparare da ogni esperienza.
  4. Continua cosi'!Sarete stupiti di quanto lontano si arriva ma ci vuole un po'di tempo.Un sacco di allenatori dicono di non guardare mai indietro, solo guardare avanti.Per me, ricordare da dove sono venuto è una parte vitale di mantenere intatta la mia motivazione.

Quanto tempo passa l'addestramento?

Molto varia.Questa settimana I'8217ve ha fatto solo circa sei ore come I'8217ve ha avuto un raffreddore!Una tipica settimana al massimo a circa 20-25 ma non conta davvero.I m non enorme in volume e trovare regolare, sessioni di qualità funzionano meglio per me, poi aggiungo semplicemente in alcune corse lunghe come booster aerobico prima di qualsiasi gara a o sopra la distanza 70.3.

Alice Hector Ironman

Quali sono i tuoi esercizi preferiti?

Mi piacciono le sessioni di wattbike di intervallo più duro così qualsiasi cosa con ripetizioni di 1,2 o 3 minuti quando io m proprio al limite.Lo stesso vale per le sessioni di tapis roulant: mi piacciono le repliche di breve intervallo, ripetute più e più volte!Preferisco il tapis roulant, dato che fa il passo per te, e tutto quello che devi fare e'non cadere.

Tuttavia, se tutte le mie sessioni fossero al chiuso avrei sicuramente avuto la febbre della cabina, quindi anche una boccata d'aria fresca è una cosa meravigliosa. Windsor ha grandi locali per nuotare in acque libere in estate e mi piace la libertà di poter fare il mio allenamento di nuoto ininterrottamente.

Hai una routine pre-gara per motivarti?

Di certo non ho più bisogno di motivare alle grandi gare: sono abbastanza snervanti.

Trovo che sia meglio non avere una routine "da non fare", in quanto ciò può farti stressare in un posto nuovo. Un anno fa avevo in testa che avevo bisogno di nuotare il giorno prima di una gara per mantenere viva la "sensazione", quindi finiremmo per fare trekking in varie squallide lagune o guidare una lunga strada per andare in piscina. Poi non ho disturbato una gara e il risultato non è stato diverso. Quindi è un caso di "qualunque cosa" ora, in una certa misura.

Faccio molti esercizi di mobilità che posso fare ovunque e rilassarmi il più possibile. Pochi minuti al ritmo di gara il giorno prima della gara mi vede bene.

Chi sono i tuoi eroi del fitness?

Purtroppo, ho bandito gli eroi dalla mia vita perché ero un enorme fan dello sprint di Lance Armstrong / 100 m da bambino e questo è stato rovinato. Adoro le storie sui social media su persone anziane che corrono a lungo o velocemente o sono ginnastiche a 90 anni – mi stupiscono e spero di avere la fortuna di emularle in qualche modo un giorno.

Alice Hector Triathlon che corre

Cosa ti piace di più di Sundried?

Il marchio Sundried ha un bell'aspetto, per cominciare. Mi piace l'atmosfera del team: tipi positivi e creativi che acquistano nel mio gruppo di competenze come atleta e marchio.

Specchi essiccati al sole in larga misura le qualità che sono necessarie per avere successo nello sport d'élite: non prendono scorciatoie, usano prodotti di qualità e c'è una vera attenzione ai dettagli con le piccole cose, come imballaggio, cuciture, tessuti e presentazione generale. Sono estremamente etici e stanno stabilendo lo standard per altri marchi di abbigliamento a cui aspirare.

 

x
x