Alice Hector Triatleta

Cosa serve per allenarsi come triatleta professionista? Abbiamo incontrato la nostra ambasciatrice e campionessa dell'Ironman 70.3 per un accesso dietro le quinte al suo programma di allenamento.

Triatleta Alice Hector

Sono un triatleta professionista di lungo corso con sede a Windsor, nel Regno Unito. Essendo diventato professionista nel 2014, è stato un viaggio difficile ma completamente gratificante e ora sto iniziando a vedere i benefici di questo impegno continuo. Di recente ho vinto il mio primo evento IRONMAN 70.3 professionale in Germania, che era il mio primo obiettivo quando ho iniziato.

Le mie giornate consistono in genere in 2-3 sessioni di allenamento con una giornata facile il venerdì. Il club di nuoto impone che mi alzo alle 5.30 4 volte a settimana, quindi spesso devo fare un pisolino durante il giorno (o non sarei buono a niente!) L'allenamento richiede in genere 20-25 ore a settimana, ma con il necessità di recupero di qualità, alimentazione di qualità, tempo di viaggio, impegni con gli sponsor, feedback dell'allenatore e appuntamenti fisici, è uno stile di vita che consuma tutto.

Per equilibrio e reddito garantito, sono un copywriter freelance. Di solito trascorro 2-3 ore al giorno su questo, cosa che mi piace molto man mano che riesco a usare il mio cervello: l'allenamento di triathlon a lunga distanza può essere abbastanza monotono e talvolta viene accompagnato dalla citazione: "non pensare, fallo e basta". Scrivere richiede molto pensiero, quindi trovo che sia un'ottima combinazione, anche se impegnativa nei momenti in cui sei molto stanco.

Ecco la mia settimana di allenamento per il 28-4 dicembre; quindi una settimana prima del Middle East Half Ironman Champs in Bahrain. Questo evento conteneva un campo di livello mondiale e comprendeva una nuotata di 1,9 km, una bici di 90 km e una corsa di 21,1 km. Sono arrivato 7 ° in 4 ore e 20 minuti: l'obiettivo inizialmente era di essere tra i primi 10 e "in the money". Questo fa ben sperare per l'estate, quando sarò più in forma! Lascio la classifica mondiale del 2016 al 37 ° posto.

Mentre mi stavo allenando nell'ondata di freddo nel Regno Unito, gran parte del mio allenamento è stato fatto sulla Wattbike, una macchina da ciclismo indoor.

Una settimana prima di una gara, è importante continuare a muoverti e includere alcune qualità per mantenere le cose "accese", ma anche ascoltare il tuo corpo ed essere consapevole di ogni eccesso di stanchezza. Come puoi vedere di seguito, non ci sono stati 3 giorni di sessione, quindi abbiamo potuto avere buone finestre di recupero. Per i principianti, consiglierei di ridurre la formazione un po 'di più rispetto ai professionisti e di iniziare a farlo due settimane prima del tuo grande evento.

Alice Hector Watt Bike

Lunedì 28 novembre: 130 miglia di facile giro in bicicletta a "ritmo parlante". Collinare, freddo, 5 ore, da solo. Non molto divertente!

Martedì 29 novembre: 90 minuti di nuoto, intervalli rigidi, 4000 metri di distanza totale.

Sessione Wattbike medio / dura: set principale 2 * 30 minuti alla potenza di gara o appena superiore a: 235-245 watt.

Mercoledì 30 novembre: 75 minuti di nuotata intensa con il set principale a 20 * 200 metri da un turnaround di 2,50. 4500m totali.

Corsa lunga e lenta a "ritmo di conversazione": 16 miglia, 2 ore.

Routine di allenamento di Alice Hector

Giovedì 1 dicembre: 1 ora di nuoto con sforzi di circa 400 metri di ritmo di gara. 3000 metri.

Wattbike 1 ora: il set principale era di 10 * 2 minuti a 320 watt con 2 minuti di recupero.

Venerdì 2 dicembre: giorno di riposo. È importante utilizzare il recupero con saggezza, in particolare in questa fase.

Sabato 3 dicembre: nuoto a 5000 m - molti sforzi brevi e acuti da 25 metri e 50 metri. Anche un sacco di nuoto molto facile. 1 ora 30.

Wattbike 1 ora 45: set principale - 5 * 15 minuti piramide con 3 minuti facili. 240 watt, 250 watt, 260 watt, 250 watt, 240 watt.

Alice Hector Watt Bike Session

Domenica 4 dicembre: ultima vera occasione di allenamento.

3 ore di "ritmo parlante" pedalano all'esterno direttamente in una corsa speedplay, che comprendeva andare veloci ripetutamente per 30-90 secondi. Il tempo totale a piena velocità è stato di soli 15 minuti, ma sembra sempre più lungo! 45 minuti - 10k coperti.

x
x