personal trainer running racing

Sheila è una corridrice a distanza che ha le sue mire su un enorme Grand Slam di quattro gare di cento miglia in un anno.Parla con Sundry della vita come personal trainer e rinuncia al fumo per perseguire la sua passione per uno stile di vita sano.

Vi prego di raccontarci degli eventi sportivi in cui avete partecipato o che sono in arrivo.

Ho corso il mio primo marathon in 2013 ed ero agganciato a distanza correndo da lì.Il numero di maratone e di maratone ultra-maratone che mi sono avvicinata ogni anno e mi sono unito al club britannico di maratona 100 nel mese di novembre 2017, essendo la prima persona che ha completato 100-maratona-distanza e su gare in sandali in corsa.Il mio viaggio verso il 100 Marathon Club includeva eventi multi-day come il Great Barrow 10 maratone in dieci giorni di sfida, insieme con gare a distanza fino a 100 miglia.

Quest'anno mi sto concentrando su distanze più lunghe e miro al Centurion Grand Slam – una serie di quattro gare a piedi di cento miglia.Ho già completato il Thames Path  100 e il South Downs Way 100 quindi sono a metà strada per il Grand Slam.Il mio prossimo obiettivo nella serie è il North Downs Way 100 in agosto e la finale Centurione Autumn 100 Trail Race in ottobre.

Ci parli del suo viaggio in palestra?Da dove e'iniziato tutto?

Mi sono diplomata come istruttore di fitness in 2012 dopo molti anni lavorando a un lavoro di scrivania in Finanza ed essendo un fumatore di venti al giorno.Guardando indietro, il catalizzatore per cambiare la mia vita stava prendendo la decisione di smettere di fumare; era un completo cambiamento di gioco.

Non ho cominciato con l'intenzione di diventare uno specialist a in corsa, infatti ho trovato che correre davvero duro inizialmente e ha subito una grave lesione dell'anca durante l'addestramento per la mia prima mezza maratona.Col senno di poi, quella ferita è stato l'inizio del mio viaggio per diventare un allenatore di corsa e ultra runner in quanto mi ha fatto fare ricerche in più dettaglio e considerare la mia tecnica e come rafforzare il mio corpo per affrontare questo sport ad alto impatto.

Ho completato la mia qualifica di PT due anni dopo, oltre alla qualifica di massaggiatrice sportiva, insieme a vari corsi avanzati a Kettlebell, Sospensione e Plyometrica.Sto lavorando per la certificazione Chi Running.

La mia base clienti è 95% corridori di tutte le abilità.Adoro essere parte dei loro viaggi, specialmente i maratoneta della prima volta!

Quali sono i tuoi obiettivi di addestramento?

Per me, 2018 è tutto per completare il Centurione Grand Slam. Eseguire 100 miglia non è un'impresa facile e molto può andare male, quindi mi sto allenando sia mentalmente che fisicamente, m a come con tutto il resto gli darò la mia migliore possibilità.

Guardando più avanti in 2019, ho firmato per un ritorno al GB Challenge di dieci maratone in dieci giorni (giugno/luglio), ho anche qualificato per entrare negli Stati occidentali 100 miler che è il più antico e iconico nel mondo di 100-miglia --- che sarebbe un sogno che si avvera se avessi successo nella votazione.

La mia attenzione ora e'davvero sulla corsa a distanza.Non sono sicuro di andare oltre 110 miglia in un andare, ma mai dire mai – mi pizzico ancora che sono qualificato per essere sulla linea di inizio di 100 milers!

correre resistenza alle corse ultra maratone

Dicci un fatto insolito che noi vorremmo t sapere su di te:

Ho alcuni dischi come corridore di Luna Sandal nel Regno Unito.Sono la prima persona nel Regno Unito a correre gare di 100 maratone a distanza in sandali in corsa, la prima persona nel Regno Unito a correre dieci maratone in dieci giorni in sandali, e la prima donna nel Regno Unito a correre 100 miglia in sandali in corsa.

Quale consiglio vorresti essere stato dato quando hai iniziato?

Come corridore, per rilassarmi e divertirmi.Per concentrarmi sulla mia formazione e non su quello che stanno facendo gli altri, lavorare sulla mia mentalità tanto quanto sulla mia corsa, e per fare più formazione di forza.

Come allenatore, per lavorare solo con i clienti so di poter costruire un rapporto con come devo essere onesto con loro.Come allenatore, devo ispirare e motivare; sono il loro migliore amico e peggior nemico e c'è un sacco di orgoglio nel vederli crescere e raggiungere i loro obiettivi.

Segui un piano specifico per la nutrizione?In caso affermativo, quando si mangia?

Sono vegan a.Ho fatto il passaggio da pescatrice a vegetariana a vegana per un certo numero di anni, quindi è stato così difficile.Trovo che la diet a vegana mi faccia sentire molto più leggera; mangio molto ma poco e spesso.Non ho problemi con i livelli proteici, ma devo assicurarmi di avere abbastanza grassi buoni, ho anche bisogno di essere più autosufficiente durante le gare, quindi ho portato cibo extra.

Cosa fai per tenere motivati i tuoi clienti?Hai dei consigli migliori per rimanere motivati?

Abbiamo fissato insieme obiettivi a breve termine e a lungo termine.I clienti hanno bisogno di vedere la progressione, quindi è importante cambiare e adattare la loro formazione, e naturalmente deve essere divertente.Incoraggio i miei clienti a lavorare in piccoli gruppi; trovo che l'impostazione del gruppo aiuta enormemente con impegno e motivazione.Ho un mio compagno di allenamento e personalmente so di lavorare di piu'quando lui e' come noi ci spingiamo l'uno contro l'altro.

Penso che anche tu debba essere molto chiaro cosa vuoi dalla tua formazione e perché, se il tuo 󈬄 perché” è abbastanza grande e importante per te, ti impegnerai e inserirai il lavoro.

Parlaci con il tuo regime di addestramento.

Il mio schema di addestramento quest'anno è un po'diverso a causa dell'impegno per le gare a distanza.La prima gara di 100 miglia è stata a maggio, quindi da gennaio 2018 stavo effettivamente facendo la mia formazione di livello base per tutto l'anno su 4 gare molto diverse.Il tempo che intercorre tra questi 100 milers è focalizzato sul recupero, distanze di corsa più brevi, passeggiate a velocità, escursioni e lavoro di resistenza

Tendo a correre o a correre cinque miglia ogni giorno da lunedì a venerdì, con Parkrun 5k il sabato e una corsa più lunga la domenica (niente oltre la maratona distanza).

La mia formazione di resistenza dedicata è circa due ore alla settimana, che include HIIT, 160; esercizi di peso corporeo, kettlebell, corde di battaglia, salti di scatole a compensato, e un sacco di lavoro con una palla di Bosu.

Faccio anche Sweat Yoga due volte alla settimana, che è una miscela di flessibilità e classic a resistenza a caldo mix.

Come tenete aggiornate le vostre conoscenze di fitness?

Ho letto molto oltre a fare ricerche su internet.Tendo anche a imparare molto dalle mie esperienze come corridore a distanza e i problemi e i negri occasionali che ottengo e fare ricerche su come rafforzare e aggiustare me stesso.

Quali sono i tuoi consigli di trainer top 3?

  1. Avere un obiettivo e avere una buona ragione per voler raggiungere questo obiettivo, come quando diventa difficile si dovrà tornare indietro su questo motivo.
  2. Concentrati su quello che devi fare da individuo per diventare migliore – non quello che sta facendo qualcun altro.
  3. Non credere mai di essere troppo vecchio, troppo lento, troppo” qualsiasi cosa per avere successo.Il successo e'tuo, se riesci a trovare il coraggio di impegnarti.

Se potessi mangiare una sola cosa per il resto della tua vita, cosa sarebbe?

E'una domanda difficile! Amo il mio cibo, ma se dovessi scegliere solo una cosa sarebbe mirtilli.Se fosse solo un pasto, sarebbero hamburger di fagioli neri e patatine dolci.

Perché lavorare con Sundry?

Amo l'etica.Come corridore, vedo così tanto spreco di bottiglie di plastic a ad eventi – sono stato appena soffiato via per pensare che potrebbero essere riutilizzati per qualcosa in cui correre!

Naturalmente anche la qualità deve essere superiore.Per le distanze che percorro, avere proprietà di buona qualità in forma e sudorazione nel tuo kit potrebbe significare la differenza tra una finitura e DNF.Sono felice di dire che il mio kit Sundry non mi ha deluso!

Citazione di idoneità preferita:

"Preferisco mirare alle stelle e non colpirle, poi non mirare affatto.
Preferisco seguirlo e non capirlo, piuttosto che non dare la caccia a tutto.
Preferisco provare a fallire, piuttosto che non provarci affatto.
Non voglio vivere con l'idea di cosa sarebbe successo se avessi fatto di più con la mia vita.
Ci andrò.
A tutti i costi...
Sto cercando il mio destino.

Eric Thomas - oratore motivazionale

x
x