Sharron Davies Olympic Swimmer Commonwealth Q&A Sundried

Sharron Davies è un'atleta britannica che ha iniziato la sua carriera di nuotatrice all'età di 11 anni da record. Ha rappresentato la Gran Bretagna alle Olimpiadi e ai Giochi del Commonwealth, oltre a godere di una carriera nei media lavorando per la BBC e apparendo in spettacoli come Dancing On Ice e The Island With Bear Grylls. Sundried ha avuto l'onore di chiacchierare con Sharron e scoprire di più sulla sua affascinante vita.

Hai iniziato la tua carriera nel nuoto agonistico molto giovane. Come ci si sente a essere un atleta e competere in eventi così grandi come le Olimpiadi e i Giochi del Commonwealth in così giovane età?

Il nuoto era uno sport molto giovane. Lo è meno in questi giorni a livello di élite a causa del finanziamento della lotteria, ma per certi versi lo è ancora. I nuotatori imparano presto a entrare nel sistema dei club presto, come la ginnastica. Tuttavia, le carriere dei nuotatori tendono ad essere più lunghe.

Non mi sono mai scoraggiato, mi sono semplicemente goduto l'esperienza che è stata così preziosa quando alla mia seconda Olimpiade puntavo alle medaglie. C'erano meno eventi multi-sport quando ero giovane e sono un ambiente unico. Da allora ho partecipato a 11 Olimpiadi: tre in competizione e il resto a lavorare per la BBC e sono tutte diverse e sorprendenti.

Sharron Davies nuotatore Olympic British Sundried intervista

Qual è stata la tua gara / evento preferito fino ad oggi e perché?

Ho sempre amato i Giochi del Commonwealth. La mia carriera olimpica è stata rovinata dai tedeschi dell'est che ora sappiamo definitivamente erano aiutati dalla droga. Tutte le mie medaglie d'argento e di bronzo a livello mondiale sono dietro ai tedeschi dell'est che oggi sarebbero privati ​​delle loro medaglie. Ai Giochi del Commonwealth, ho sentito che era una parità di condizioni e avrei potuto vincere l'oro. Cosa che ho fatto.

Come ti sei sentito a ricevere un MBE per i tuoi servizi al nuoto?

Il mio MBE è arrivato da molto tempo a causa della signora Thatcher che non ne ha assegnato alcuno dopo le Olimpiadi estive di Mosca del 1980. Tuttavia, è stato un grande onore e ho adorato portare i miei genitori a Buckingham Palace; sono stati un enorme supporto per me.

Com'è stato essere un concorrente di Dancing On Ice? È stato più facile per te iniziare a pattinare sul ghiaccio come qualcuno che è già atletico o è stato ancora difficile?

Dancing On Ice è stato sia fantastico che orribile. Il giudice Jason Gardener è stato un brutto lavoro e le sue critiche erano decisamente accettabili. È diventato molto personale ed è stato difficile per i miei figli andare a scuola il giorno successivo. Questo è ciò che odio della televisione di realtà; altri sono diventati famosi per essere scortesi o oltraggiosi. Ma imparare a pattinare e lavorare con il mio compagno Pavel Aubrecht è stato meraviglioso. Da allora ho fatto The Island con Bear Grylls ed è stato davvero hardcore!

Per favore, parlaci degli enti di beneficenza per i quali sei un mecenate.

Lavoro con molte associazioni di beneficenza legate allo sport, ai bambini, allo sport o alla natura. Il mio problema con il sapone è bambini in forma e conservazione marina, prendersi cura dei nostri mari e ridurre gli sprechi. Dobbiamo prenderci cura del nostro mondo meglio. È vergognoso quello che noi come esseri umani ci stiamo facendo.

Come mantieni la tua forma fisica e la tua salute ora che sei in pensione dal nuoto professionistico?

In realtà mi sono ritirato due volte. Una volta alle 19 perché avevo bisogno di una pausa per essere normale, ma per mantenere la borsa di studio dell'American University ho dovuto nuotare. Avevo solo bisogno di 6 mesi di pausa dalla formazione 6 ore al giorno, ma nessuno lo faceva negli anni '80, quindi mi sono ritirato e ho lavorato in televisione.

Sfortunatamente, mi è stato vietato di gareggiare come nuotatore professionista per aver ricevuto 40 sterline per essere apparso in un quiz televisivo e quindi mi sono perso le Olimpiadi di LA del 1984. Sono tornato dopo 8 anni quando i fondi fiduciari sono stati introdotti al nuoto e ho gareggiato alle Olimpiadi di Barcellona del 1992. Partecipare a tre Olimpiadi in tre decenni (anni '70, '80 e '90) è probabilmente piuttosto insolito.

Quando ti ritiri, devi riqualificare completamente le tue abitudini alimentari in quanto puoi mangiare molte calorie durante una giornata di allenamento di 6 ore! Non è facile. In questi giorni mi alleno circa 4 volte a settimana in palestra, ma mi piace anche andare in bicicletta. Una tipica routine di allenamento per me include trenta minuti di cardio, 15 minuti di lavoro di base e 15 minuti di pesi. Ho aggiunto pesi pesanti una volta alla settimana per ridurre lo spreco muscolare che aumenta una volta sopra i 50 anni.

Sharron Davies nuotatore BBC Radio 2 Chris Evans Olympic Sundried intervista

Segui un regime nutrizionale specifico? In caso affermativo, cosa/quando mangi?

Sono abbastanza bravo con il cibo e mangio ragionevolmente sano. Non ho messo nulla nella lista vietata e mangio tutto con moderazione. Non bevo molto alcol, non ho mai fumato e cerco di curare la mia pelle. La dieta non è eccezionale per il corpo; mangiare cibo ragionevole ed equilibrato con esercizio fisico regolare è sempre meglio. Non esiste una formula magica e purtroppo nessuna scorciatoia. Un ottimo consiglio è di non mangiare a tarda notte e utilizzare una piastra più piccola per ottenere il controllo delle porzioni.

Chi è la tua più grande ispirazione?

Le persone ispirazioni per me sono tutte quelle che si applicano, rimangono radicate, oneste ed eque. Ammiro grandi musicisti, artisti, architetti, scrittori, sportivi e donne, ma dietro ogni persona di successo di solito c'è un grande team di supporto che non ottiene così tanta attenzione. Mio padre era il mio allenatore, mia madre e i miei fratelli hanno rinunciato molto per farmi nuotare e i miei colleghi di nuoto erano tutti parte della mia squadra.

Che consiglio desideri che ti sia stato dato quando hai iniziato?

Quando inizi devi pensare al gioco lungo e al fatto che ci saranno alti e bassi reali. Tutto è una lezione e lo sport riflette la vita. Non si tratta di talento - anche se questo certamente aiuta - si tratta di perseveranza, pianificazione e applicazione. Ricorda: se fosse facile essere un grande atleta, lo farebbero tutti!

Copertura della BBC sui giochi del Commonwealth di Sharron Davies

Che consiglio darebbe ad altri giovani atleti che si imbarcano nel mondo del nuoto competitivo?

Il nuoto ha fatto molta strada. L'allenamento e le ore non sono diversi dal mio tempo, ma il sostegno che i nostri atleti britannici ottengono in questi giorni non è secondo a nessuno al mondo. Noi come nazione dovremmo essere così orgogliosi dei nostri risultati. Pro capite, siamo stati la nazione olimpica di maggior successo al mondo negli ultimi dieci anni.

Il nuoto mi ha dato un ottimo paio di spalle e una grande etica del lavoro, devi solo ricordare il balsamo per capelli e la lozione del corpo!

x
x