Paul Mumford Personal Trainer Corsa a piedi nudi

Paul Mumford è un personal trainer qualificato e autore di The Accumulator Workout. Parla con Sundried di come è entrato nel fitness e di come ha creato The Accumulator Workout.

Sei sempre stato così dedito all'esercizio fisico e all'alimentazione corretta?

Affatto. A scuola, ero il ragazzino grasso che odiava tutto ciò che mi ha portato fuori anche il più mite dei sudori. Sarei molto orgoglioso di creare una miriade di scuse sul motivo per cui non potevo fare cross country in una determinata settimana e venivo sempre scelto per ultimo per qualsiasi squadra. Da giovane, bevevo, fumavo e mangiavo più o meno quello che mi piaceva mentre lavoravo per ore folli come DJ. Il momento della mia lampadina è arrivato sotto forma di un grosso infortunio alla schiena subito mentre lavoravo su un piccolo aereo (non chiedere). Sono finito in ospedale con tutti i tipi di farmaci seguiti da mesi di fisioterapia. Immagino si possa dire che ho avuto un bel calcio nel sedere e che, insieme a un fisico canadese di ispirazione, mi ha fatto capire che dopotutto non ero poi così indistruttibile.

Cosa ti ha convinto a intraprendere una carriera nel fitness?

Immagino sia stato quell'infortunio alla schiena che l'ha fatto. In primo luogo, il mio fisioterapista mi ha insegnato come usare il mio core per proteggere la mia colonna lombare permanentemente fragile. A quel tempo, il mio chirurgo che mi diceva che non avrei mai più corso non era un grosso problema, ma poiché ero più affascinato dal controllo che avevo sul mio corpo, ho deciso di dimostrargli che si sbagliava. Sedici anni dopo sono un allenatore di corsa a piedi nudi. Ho dimostrato che si sbagliava alla grande.

Cosa ti ha fatto decidere di iniziare The Accumulator Workouts?

È successo davvero per caso. Volevo motivarmi una domenica mattina mentre correvo. Ho avuto l'idea di eseguire un totale di 50k in un mese e twittare una foto ogni volta che ho aggiunto al mio obiettivo. # 50kin potrebbe attirare l'attenzione di centinaia di persone e alla fine del mese mi erano state twittate molte foto di perfetti sconosciuti che correvano in posti piuttosto sorprendenti. Entro la fine di quell'anno, avevo immaginato diverse sfide simili e sempre più persone venivano per il viaggio. Infine, volevo vedere fino a che punto potevo spingermi e ho filmato 30 video, uno per ogni giorno del mese, con un nuovo esercizio aggiunto ogni giorno. Nasce l'Accumulator Workout ed eccoci qui quasi 3 anni dopo.

Qual è il miglior consiglio che potresti dare a qualcuno che inizia?

  1. Il tuo corpo perfetto non arriverà domani. Se non ti prendi cura di te stesso per anni, ci vorrà del tempo per sentirti diverso e avere un aspetto diverso. Tuttavia, ogni giorno è un giorno più vicino a dove vuoi essere e un giorno più lontano da dove sei.
  2. Qualsiasi modifica temporanea ti darà solo risultati temporanei. Diete veloci e piani di sei settimane non funzionano; devi fare queste cose per sempre.

Se potessi fare un allenamento quale sarebbe?

Il mio allenamento preferito utilizza il mio corpo e nient'altro. La varietà di esercizi che posso fare è praticamente illimitata e c'è sempre un nuovo modo per mettermi alla prova, così non diventa mai noioso. Inoltre, non ho mai diviso il mio corpo quando mi alleno. Il mio corpo è un muscolo sospeso in 640 posti diversi e non 640 singoli muscoli.

Atleti che camminano attraverso l'erba allenamento all'aperto sorridendo felice

Qual è il tuo kit fitness preferito?

Il mio corpo. L'ho avuto per 47 anni, mi è stato dato gratuitamente e migliora man mano che lo uso.

Come riesci a bilanciare l'essere scrittore, PT, genitore, formazione e vita sociale, oltre a fare apparizioni come ospite in TV e radio?

Beh, in primo luogo la mia famiglia è quella che amo e sono la mia priorità. Per quanto riguarda tutto il resto, credo davvero che facendo ciò che amo non sarà mai un lavoro e non sarà mai stressante. Quindi, se non voglio fare qualcosa, non la farò. Ho dovuto imparare questo però, una volta ho detto di sì a tutti ea tutto. È stato stressante. Immagino che imparare a dire di no una volta ogni tanto possa essere una buona cosa. Inoltre penso di essere più prezioso per qualcuno se mi sto divertendo.

Cosa ti ha fatto decidere di lavorare con Sundried?

Amo aiutare le persone, ecco perché faccio quello che faccio. Niente mi dà più un ronzio. Negli affari, cerco sempre di sostenere le aziende e i marchi in cui credo. Sono orgoglioso di entrare in una palestra e stare di fronte a una telecamera indossando abiti secchi perché credo nel marchio. Non sono stato altro che impressionato dalla qualità del prodotto e dalle persone che lo consegnano.

x
x