Matt Papa Triatleta essiccato al sole Matt è un giovane triatleta che ha completato la sua prima gara 5 anni fa. Racconta a Sundried come il suo background nello sport lo abbia aiutato a diventare un atleta junior d'élite.

Sei sempre stato nello sport?

Sì, ho sempre praticato uno sport o un altro, che si tratti di calcio, rugby o gare di nuoto, ciclismo e corsa come sport individuali. Fin da piccolo gareggiavo in galà di nuoto e giocavo a calcio a livello locale, poi ho lasciato il calcio e ho iniziato l'atletica, oltre a continuare a nuotare. Nel 2011 ho gareggiato nel mio primo evento multisport che era un aquathlon. Sono appassionato di sport in generale ed è stato qualcosa che ho sempre fatto e apprezzato.

Cosa ti ha fatto decidere di partecipare al triathlon?

In precedenza avevo gareggiato in eventi di nuoto e corsa, ma a causa di infortuni e iniziando a perdere interesse per i singoli sport ho deciso di combinare i due e gareggiare in un aquathlon (nuoto e corsa). Dopo quella gara, mi sono appassionato e ho deciso di unirmi a un club di triathlon locale e ho gareggiato nel mio primo triathlon circa 5 anni fa.

Qual è stata la tua migliore gara fino ad oggi?

La mia migliore gara fino ad oggi è arrivata di recente quando ho gareggiato alla mezza maratona di Weymouth. Entrando in gara stavo mirando a un arrivo tra i primi 10 e un tempo inferiore a 1 ora e 20, ma mi sono sorpreso con 4th e un tempo di 1.16.59 che è stato fantastico.

E il tuo risultato più orgoglioso?

Il mio risultato più orgoglioso fino ad oggi è arrivato anche di recente con le qualifiche e le gare ai campionati britannici di duathlon come Elite, anche se la gara non è andata come previsto.

Hai mai avuto disastri nelle corse / la tua gara più dura?

Per fortuna nel corso degli anni non ho avuto disastri di gara completi, solo la strana caduta della moto che ha comunque significato che finissi la gara. Il momento in cui sono arrivato più vicino ad avere un disastro di gara completo è stato ai campionati britannici di Duathlon a Bedford; era la mia prima gara d'élite e una gara in cui miravo a fare abbastanza bene. La prima manche è stata veloce e la 5k più veloce che abbia mai fatto, con un 16:33, verso la fine della moto ho iniziato a soffrire di crampi il mio polpaccio destro, fortunatamente ero solo a un paio di km dal cambio quindi potevo quasi tornare indietro, ma sono stato sganciato dal gruppo in cui mi trovavo e ho perso circa un minuto negli ultimi km della moto. Sono tornato in transizione e ho messo le scarpe pronte per la seconda manche, dopo circa 500 metri di corsa sono tornati i crampi e mi sono dovuto fermare completamente e allungare la gamba mentre guardavo gli altri atleti che passavano, fortunatamente dopo circa 15 secondi di fermarsi e allungare, ho continuato e ho finito 26th nella Junior Elite Race.

Come si superano le battute d'arresto?

Concentrandosi sull'obiettivo finale.

Qual è il miglior consiglio che vorresti che qualcuno ti avesse detto prima di iniziare a gareggiare?

Stabilisci obiettivi realistici a breve termine che manterranno alta la motivazione e faciliteranno la formazione.

Quali sono i tuoi obiettivi per il 2017?

Per il 2017 ho intenzione di completare alcune gare a livello Junior Elite; Ho già gareggiato nei campionati britannici di duathlon e ho intenzione di gareggiare nel triathlon di Blenheim Palace. Sto anche puntando a qualificarmi per la Gran Bretagna ai Campionati Europei per gruppi di età nel 2018.

Da chi prendi ispirazione?

Prendo ispirazione da tutti coloro che entrano nello sport del triathlon e iniziano qualcosa che sia divertente, salutare e amichevole allo stesso tempo.

Cosa ti piace di Sundried e qual è il tuo pezzo preferito del nostro kit?

Ci sono molte ragioni per cui mi piace Sundried. In primo luogo, creano e offrono ottimi prodotti fatti per il consumatore senza scorciatoie, pensano fuori dagli schemi per portare una varietà di funzionalità a capi di abbigliamento già di alta qualità.

L'etica e i valori del marchio di Sundried sono diversi da molte altre aziende, poiché si preoccupano di dove viene prodotto il loro prodotto, con cosa viene creato e l'impatto che ha sull'ambiente. Non solo cercano di proteggere l'ambiente e ridurre al minimo l'impronta di carbonio durante la creazione del prodotto, ma restituiscono anche alla loro organizzazione benefica scelta "Acqua per bambini", con ogni acquisto che aiuta a fare la differenza nella vita di un bambino.

 

x
x