Lucy Scott Triatleta

Lucy Scott è passata dall'essere una cavaliere in Cecoslovacchia a trasferirsi nel Regno Unito e gareggiare come triatleta sponsorizzata. Parla con Sundried della vita come triatleta del Team GB.

Come sei entrato nel triathlon?

Sono stato un cavaliere per 15 anni e dovevo andare in bicicletta alla fattoria su una grande e pesante bicicletta in lega ogni giorno. Insieme al cavalcare i cavalli e spargere i loro letti, ho accumulato molta forza fisica. Ho sempre sognato di essere un atleta professionista, ma quando i miei genitori hanno divorziato mia madre era a corto di soldi e l'allenamento è costoso. Ho lavorato in fattoria per pagarmi le lezioni di equitazione e l'ho adorato!

Sei anni fa mi sono detto "sarò un atleta", così ho lasciato la Cecoslovacchia e ho ricominciato da zero, venendo in Inghilterra e insegnandomi la lingua.

Sono stato fortunato e ho incontrato molte persone simpatiche che mi hanno aiutato lungo la strada. Mark Allen, direttore di Zenith Tax Solutions, ha accettato di sponsorizzarmi per fare triathlon e mi ha fornito l'attrezzatura per correre, inclusa la bici da TT. Mi ha anche permesso di correre per l'ente di beneficenza Education for the Children.

Nuotata finale del triatleta

Qual è stata la tua gara più difficile fino ad oggi?

Il 2015 mi ha visto completare 12 triathlon tra cui il Ben Nevis Triathlon. Si dice che questo sia il triathlon più duro del Regno Unito, con una nuotata nel lago di 1,9 km, 90 km di bicicletta ripida e una corsa su e giù per il Ben Nevis. È stata una sfida difficile!

Come trovi il tempo per conciliare lavoro e formazione?

La competizione è costosa e devo dedicare del tempo al mio lavoro quotidiano per pagare il mio stile di vita. Aggiungete a questo le ore di allenamento in cui mi dedico ogni settimana per alimentare i miei obiettivi e la passione per il triathlon e non rimane molto tempo. Ho imparato a bilanciare tutte le cose importanti della mia vita e sto facendo passi da gigante nel mio lavoro e nelle relazioni personali. Ho scelto di rimanere single e lavorare part-time per arrivare ai livelli più alti e per essere una fascia d'età di successo nel triathlon. Quindi non ho una vita sociale e non vedo davvero i miei amici o la mia famiglia. Rimango concentrato solo sull'allenamento, sul riposo e sul recupero. E ovviamente studiando. Non è difficile perché mi piace avere il mio spazio e non mi piace uscire o avere una relazione.

Lucy Scott Triatleta in TV

Qual è la battaglia più difficile che hai dovuto superare?

Il giusto equilibrio tra stress e recupero. Abbiamo bisogno di stress per realizzare l'adattamento. Lo stress può essere il tuo migliore amico quando si tratta di perseguire obiettivi atletici, ma può anche diventare facilmente il peggior nemico.

Qual è stata la tua gara preferita fino ad oggi?

Mi sono divertito in tutte le mie gare. Ricordo chiaramente ogni gara; il modo in cui pensavo e il dolore che stavo attraversando. Mi è piaciuto molto il Liverpool Olympic Distance Triathlon nel 2015. Era la distanza che preferivo e c'erano atleti GB Elite che ci guidavano. Mi hanno ispirato e da allora ho scelto di provare a qualificarmi per il campionato Age Group GB Team 2017 in Austria.

Lucy Scott Open Water Training

Parlaci di un tipico regime di allenamento.

Il mio regime di allenamento di base al momento è il seguente:

Lunedi: Allenamento della forza am. Sessione di nuoto pm.

Martedì: Nuoto, stretching e yoga sono. Lunga corsa con il club di Launceston Runners e giro in bicicletta di 6-9 miglia al pomeriggio.

Mercoledì: Nuotata mattutina di riposo attivo. Giro in bicicletta 6-9 miglia pm.

Giovedi: Corsa a tempo al 60-70% della mia frequenza cardiaca massima. Vai al lavoro.

Venerdì: Nuoto am. Vai al lavoro. Intervalli di corsa e nuoto pomeridiano.

Sabato: Allenamento della forza am. Vai al lavoro.

Domenica: Corsa lunga a cronometro.

Pianifico tutti i miei allenamenti in anticipo ma cambio il mio programma a seconda di come mi sento e se c'è un evento o una gara a cui sto prendendo parte.

Medaglie di triathlon

Perché lavorare con Sundried?

Ho scelto di lavorare con Sundried perché sono entusiasti dell'avventura, del fitness, della vita all'aria aperta e dell'ispirazione per gli altri. Sundried aiuta gli altri a raggiungere i propri obiettivi e mantenerli motivati. Sono lieto di far parte della squadra, rappresentare il marchio nel mio viaggio e condividere l'etica con altri atleti.

x
x