equilibrio tra lavoro e vita familiare fitness

La Sundried Ambassador Amber Bullingham spiega come lei e il suo partner si destreggiano tra gli allenamenti di triathlon di media distanza con il lavoro e l'educazione di due bambini piccoli, e perché pensa che il triathlon sia di diretto beneficio per la sua famiglia.

"Come si fa?"

Questa è la domanda numero uno che mi viene posta. Come gestisci tutta la tua formazione, i bambini e il lavoro? Sappiamo tutti che il triathlon è uno sport che richiede molto tempo. Nuoto, ciclismo, corsa, forza e condizionamento, stretching, fisioterapia, manutenzione della bici, viaggi per arrivare alle sessioni di allenamento: tutto questo richiede una buona parte di una settimana tipica. Bilanciare l'allenamento una media di 12 ore a settimana (due volte in quanto sia io che il mio partner siamo appassionati di triatleti) con il lavoro e la vita familiare è una sfida che richiede molte abilità, ma alla fine porta così tanto a tutte le nostre vite.

Qui scrivo di alcuni degli elementi coinvolti nel raggiungimento di un equilibrio di successo e rispondo a quella che penso sia la domanda più importante: ne vale la pena?

Comunicazione e organizzazione

La pianificazione e la comunicazione aperta sono fondamentali. Io e il mio partner condividiamo un fantastico coach che si immedesima e lavora intorno alle esigenze della vita familiare (credimi, non sono tutte così!). Immediatamente dopo aver ricevuto le nostre sessioni, le condividiamo tra loro e pianifichiamo come inseriremo tutto e comunicheremo al nostro allenatore se c'è qualcosa che non possiamo fare. Piuttosto che una struttura che è la stessa settimana in settimana, preferiamo un piano più dinamico e vario, che ci consente sia di sfruttare le sessioni di gruppo, cambiare chi deve allenarsi in ritardo e scambiare i compiti familiari (in più, è molto più interessante!).

Creatività e flessibilità

Può richiedere una buona dose di creatività e flessibilità per spuntare tutte le sessioni della settimana. Il passeggino da corsa è un ottimo kit per le corse facili, e abbiamo abbracciato la bici indoor e il tapis roulant per consentire l'allenamento serale / mattutino / sonnellino quando i bambini dormono - a volte le stelle si allineano e possiamo persino allenarci insieme Da questa parte! L'allestimento di una palestra a casa è stato prezioso per risparmiare tempo. Tornare a casa dal lavoro o correre / fare S&C all'ora di pranzo sono altri strumenti nel kit di efficienza. Prima del blocco, a volte abbiamo usato il tempo in modo più efficiente da uno che correva in piscina mentre l'altro guidava i bambini e poi si scambiava. E durante il blocco, abbiamo persino allestito una piscina per bambini / una corda elastica nel nostro giardino sul retro in modo da poter continuare un po 'di pratica di nuoto. Non siamo niente se non determinati!

piscina casa allenamento allenamento triathlon

Compromesso e correttezza

Il triathlon è lo sport che ha unito me e il mio partner, quindi sapevamo fin dall'inizio che era una parte importante di entrambe le nostre vite. Penso che questo ci renda più facile sia sostenere il nostro stesso allenamento sia garantire di essere equi nell'assegnare l'ambita formazione di gruppo, le inevitabili tarde notti e le occasionali sessioni sacrificate. Si potrebbe pensare che sarebbe più facile per uno solo di una coppia essere così coinvolto nella loro formazione, ma non sono d'accordo: siamo entrambi sulla stessa pagina e questo rende tutto molto più semplice nel complesso, anche se logisticamente può essere una sfida.

Tempo di recinzione per le relazioni

Sarebbe fin troppo facile adattarsi a tutta la formazione che vorremmo fare essendo costantemente in movimento. Ma proprio come è importante pianificare la formazione, così è importante pianificare il tempo per stare insieme come famiglia, coppia e individualmente. La domenica, ci sforziamo di completare tutto il nostro allenamento entro il primo pomeriggio e di trascorrere del tempo tutti insieme nel pomeriggio, per una passeggiata o per vedere familiari e amici. Siamo anche in grado di fare la cena e la routine della buonanotte insieme diverse sere a settimana. Abbiamo un eccellente sostegno familiare, il che significa che a volte possiamo persino allenarci insieme.

Ne vale la pena?

I bambini (di età compresa tra 3 e 11 mesi) sono la nostra priorità numero uno e assicurarsi che siano felici e previsti anticipa qualsiasi nostra formazione. Fortunatamente, finora il triathlon sembra essere benefico per la nostra vita familiare. I bambini possono passare del tempo uno contro uno con entrambi individualmente, il che penso sia importante per sviluppare relazioni e indipendenza. Stiamo dimostrando loro competenze in relazione alla condivisione, al compromesso, alla pianificazione, alla resilienza e alla perseveranza. Il mio bambino di tre anni è già directedmente interessato a ciò che facciamo – guardare le gare, correre in giro, andare in bicicletta (e probabilmente in grado di citarne più parti di quelle che posso mie!), amare le sue lezioni di nuoto e fare i suoi "esercizi" – spero che possiamo ispirarli entrambi in una vita sportiva. Ed essere attivi e perseguire i nostri obiettivi ci rende genitori migliori: il sollievo dallo stress e la sensazione di realizzazione personale al di fuori del lavoro o della vita familiare sono incredibilmente importanti.

Quindi, la mia risposta alla domanda, ne vale la pena?: enfaticamente, sì!

esecuzione di bambini famiglia lavoro triathlon formazione

I migliori consigli per bilanciare con successo triathlon, lavoro e famiglia:

  • Piano, piano, piano! Ma sii flessibile e realistico che i piani spesso devono cambiare
  • Fai in modo che un allenatore si togli il lavoro extra per capire l'allenamento e per tenerti responsabile
  • Utilizza modi efficienti per adattarti all'allenamento: corsa buggy, pendolarismo, pause pranzo, prime mattine / notti tardive / orari di pisolino
  • Comunicare e scendere a compromessi con il partner, che si tratti di un atleta o meno
  • Famiglia di recinzioni ad anello, coppia e tempo individuale
  • Non cercare di fare tutto: puoi fare qualsiasi cosa, ma non tutto!

A proposito dell'autrice: Amber Bullingham è una runner diventata triatleta di Age-Group che torna ad allenarsi e a competizione dopo aver avuto il suo secondo bambino.

x
x