Chloe Pollard Triatleta Running Swimming

Chloe era una nuotatrice d'élite fin da giovane a un passo nel triathlon era la progressione naturale. Parla con Sundried della vita come atleta d'élite.

Sei sempre stato nello sport?

Sono molto attivo fin dalla tenera età in diversi sport che vanno dal rugby al tennis. Sono sempre stato il bambino vivace che aveva bisogno di una sorta di sport per tenermi occupato. Tra i miei primi successi c'era diventare campione di contea in 50m gratis all'età di 8 anni.

Cosa ti ha fatto decidere di entrare nel mondo del triathlon?

Durante il mio periodo nel nuoto agonito mi stavo allenando all'interno di un club di triathlon. Volevo una nuova sfida e così, con l'incoraggiamento del mio allenatore, il triathlon sembrava essere il passo logico della mia disciplina preferita del nuoto in acque libere.

Qual è stata la tua gara preferita fino ad oggi e perché?

Mi è sempre piaciuto il fiume Arun 3,8 km di nuoto ad Arundel. Ha una grande atmosfera con partecipazione di massa. È sempre un evento ben organizzato e amichevole.

E il tuo risultato più orgoglioso?

Nell'agosto dello scorso anno in Canada sono diventato campione del mondo di aquathlon U23.

Hai mai avuto disastri di gara / la tua gara più dura?

Sfortunatamente al triathlon di Londra alla mia prima distanza standard. Sono uscito dall'acqua prima al fianco di Lucy Hall, ma avevo una moto meccanica che mi ha visto devi tirarmi fuori dalla gara.

Come superare le battute d'arresto?

Mi sembra di trovare sempre positivo ad ogni battuta d'arresto. Sì, potresti non essere in grado di fare le cose che desideri, ma poi sorgono altre opportunità che potresti non aver mai avuto in precedenza.

Qual è il miglior consiglio che desideri che qualcuno ti abbia detto prima di iniziare a competere?

Come montare e smontare la bici. Purtroppo la mia prima gara mi ha visto buttare la mia moto a terra mentre smontavo a una velocità troppo alta.

Quali sono i tuoi obiettivi per il 2018?

Spero di rappresentare anche quest'anno la Gran Bretagna al World Multisport Festival in Danimarca per competere nei Campionati Elite Aquathlon e anche a Ibiza per i Campionati Europei.

Da chi prendi ispirazione?

Keri-Anne Payne. Ho avuto la fortuna di incontrarla quando ero più giovane. La sua passione per il nuoto in acque libere mi ha portato a provarlo e da quel momento in poi non mi sono mai guardato indietro.

Cosa ti piace di Sundried e qual è il tuo pezzo preferito del nostro kit?

È un marchio etico con gli atleti in mente. Mi piace molto il leggings in esecuzione in quanto sono molto comodi e non restrittivi quando si corre duro nei mesi invernali.

x
x