• Entrepreneur Life – Intervista con il fondatore di Doughlicious

    Entrepreneur Life Sundried Activewear Doughlicious Cookie Dough Founder Interview

    Sundried è un'azienda indipendente del Regno Unito fondata dall'imprenditore Daniel Puddick. Incoraggiamo la crescita delle piccole imprese e vogliamo consentire ai consumatori di scegliere aziende etiche piuttosto che inadempienza verso società multinazionali e conglomerati senza volto.

    Abbiamo parlato con la fondatrice della società di pasta per biscotti gourmet Kathryn Bricken di tutte le cose dolci e del suo viaggio verso lo sviluppo di Doughlicious Gourmet Cookie Dough.

    In poche parole, qual è la storia di Doughlicious? Cosa ti ha motivato a sviluppare l'idea?

    Sono sempre stato appassionato di creare cibo favoloso. Prima di iniziare Doughlicious, mi è piaciuto lavorare nello sviluppo del prodotto negli Stati Uniti e in Canada. Quando arrivai in Inghilterra, i miei amici mi chiedevano di renderli un ottimo biscotto al cioccolato. La mia ricetta non solo aveva un sapore assolutamente delizioso, ma era anche una versione più sana del classico. Presto ho ricevuto richieste per fare loro un impasto di biscotti extra da cuocere nelle loro case! Mi sono reso conto che c'era una lacuna nel mercato per la produzione di pasta biscotto in stile americano gooey che poteva essere cotta in pochi minuti nel comfort di casa tua ma senza zuccheri raffinati aggiunti o conservanti.

    Ero consapevole di rendere i miei biscotti accessibili a tutti, quindi ho deciso di creare una ricetta gloriosamente senza glutine. Sono attento alla salute ma non ossessionato e credo che tutti gli alimenti si adattino come parte di una dieta equilibrata. Sono profondamente consapevole della necessità di proteggere il nostro pianeta per le generazioni future. Come produttore di pasta per biscotti artigianale, cerchiamo costantemente modi per ridurre al minimo lo spreco alimentare e Doughlicious ti incoraggia a diventare un consumatore consapevole mentre cuoci solo ciò di cui hai bisogno (abbiamo molte ricette deliziose sul blog per utilizzare eventuali extra).

    Qual è stata la sfida più grande che hai dovuto affrontare quando hai insartiato questa attività?

    Trovare un produttore che potesse eguagliare la qualità dei miei biscotti fatti in casa. Semplicemente non era possibile. Mi ha fatto davvero connettermi con il mio scopo di creare Doughlicious che era quello di condividere biscotti gourmet, gooey in stile americano che fanno ronzio le persone con felicità. Non ero disposto a scendere a compromessi sul gusto o sulla qualità, quindi ho deciso di creare la mia fabbrica e produrre tutti i nostri biscotti internamente.

    Senza dubbio, ha reso il processo molto più dispendioso in termini di tempo e complesso, ma non me ne pento per un momento. Ho incontrato così tante persone stimolanti che mi hanno insegnato così tanto lungo la strada, permettendomi di conoscere i miei punti di forza e di debolezza e costruire un team forte e ben informato.

    I biscotti doughlicious sono costruiti sulla qualità; non prendiamo scorciatoie e lavoriamo continuamente per offrire ai nostri clienti i migliori prodotti di pasta biscotto - che è l'obiettivo principale del sogno Doughlicious.

    Doughlicious Gourmet Cookie Dough

    Come gestisci un sano equilibrio tra lavoro e vita privata?

    Ci sto lavorando! Sono così appassionato di Doughlicious che trovo difficile spegnere davvero. Suppongo che sia perché capisco il potere che il cibo (e i biscotti!) riunire le persone, divertirsi blog) o semplicemente prendere un caffè e un biscotto

    piace molto la parola "business", preferisco "comunità" poiché tutta la nostra etica riguarda la creazione di una cultura di consumatori consapevoli, consapevoli di

    Adoro passare del tempo con la mia famiglia (che ha ispirato alcuni dei nostri migliori sapori) e il nostro adorabile cane, Kevin, o andare al Columbia Road Flower Market con gli amici durante il fine settimana. Il mio modo preferito per de-stressare è cucinare; Ho centinaia di libri di cucina e mi piace essere creativo. Abbiamo una sezione sul blog in cui stiamo iniziando a condividere i nostri libri di cucina preferiti; tutto, da "How to Eat" di Nigella a "Plenty" favolosamente saporito di Yotam Ottolenghi. Se voglio qualcosa di super semplice, cuocio uno dei nostri biscotti Chocolate & Vanilla e lo sbriciola su un affogato.

    Qual è stata la parte più eccitante dello sviluppo di Doughlicious?

    Ci sono stati molti momenti memorabili nel viaggio doughlicious. Mi pizzica ancora ogni volta che vedo le scatole allineate in Selfridges Food Hall o Whole Foods Market UK. Ho anche un enorme ronzio dalla lettura di e-mail da mostri cookie contenti o dall'incontro con il nostro numero crescente di fan nei campionamenti in negozio. Quei momenti rendono le notti tardive, le prime partenze e i giorni frenetici tutti utili.

    Ero anche molto orgoglioso di iscrivermi a Kindred. È un'app incredibile che consente alle aziende di offrire sconti incredibili e allo stesso tempo donare in beneficenza. È stato un grande momento perché sentivo che stavo davvero tornando ad alcune cause davvero degne. Puoi saperne di più sulla nostra partnership con Kindred qui.

    Doughlicious Gourmet Cookie Dough founder interview with Sundried

    per Doughlicious?

    Abbiamo molti piani entusiasmanti per il 2020! Il primo è il lancio di "Dough Chi", un tocco biscotto assolutamente irresistibile sul mochi da dessert giapponese. Lo chiamiamo "pasta biscotto con un'anima". Abbiamo fatto squadra con add.ice cream per creare questi morsi di gelato vegani (e senza glutine) magnificamente più stravaganti con un rivestimento biscotto così impasto. Sono pronti da mangiare da congelati o possono essere cotti in modo da avere un biscotto caldo con un centro cremoso fuso. Per quanto riguarda il resto dell'anno, continueremo a far crescere il nostro blog, insieme a una serie di progetti super entusiasmanti che devono rimanere top secret per ora ...

    Che consiglio darebbe agli aspiranti imprenditori?

    Ho imparato così tanto nel corso degli anni e sono davvero grato per come gestire il mio business dei sogni mi ha permesso di scoprire così tanto di me stesso e del mondo che mi circonda. Ci sono alcune cose che penso siano davvero importanti:

    fine della giornata, siamo tutti esseri umani che fanno del nostro meglio nella vita. Non pensare mai che, poiché la tua attività sta crescendo, sei troppo importante per aiutare qualcun altro.

    Costruisci una squadra forte: adoro il detto "ci vuole un villaggio per crescere un bambino" e cerco di instillarlo in Doughlicious. Ogni persona è importante e svolge il proprio ruolo nella nostra comunità. Dal sito web agli imballatori ai designer, ogni individuo è necessario e apprezzato.

    Due orecchie, una bocca - Ho oltre 20 anni di esperienza nell'industria alimentare (e, grazie a mia madre, un'infanzia di deliziosi biscotti) ma non so tutto. È davvero importante ascoltare gli altri che potrebbero vedere modi per migliorare. Che si tratti di amici, familiari, esperti del settore, clienti o del team Doughlicious. Il mio obiettivo è far sentire le persone in grado di parlare e contribuire con le loro idee.

    Trova il tuo nucleo - Puoi fare un sacco di soldi nel mondo del cibo usando ingredienti economici e deviando dai tuoi valori fondamentali. Per me, sapevo che non era quello che volevo. Qualità e comunità sono le radici stesse dell'albero doughlicious. Ascoltare il mio intestino e i miei principi guida mi ha spinto a gestire la mia fabbrica e a costruire il Doughlicious che abbiamo oggi.

    Impara ad abbracciare il fallimento - Non tutto funzionerà quando lo provi per la prima volta. Non sono riuscito a trovare un produttore adatto e ho finito per gestire la mia fabbrica. Adoro la citazione di C.S Lewis, "I fallimenti sono dei dita sulla strada del raggiungimento". Cose che sembrano fallimenti spesso tendono ad essere regali che ti spronano a seguire il tuo vero percorso e liberare il tuo pieno potenziale.

    Quickfire Domande

    Caffè o tè? Caffè

    Estate o inverno? Mattina

    d'estate o notte? Mattina

    Cioccolato o vaniglia? Vaniglia - anche se puoi avere entrambi nel nostro biscotto al cioccolato e alla vaniglia!

    Dolce o salato? Dolce - Sono il mostro dei biscotti capo!

    Posted by Alexandra Parren
  • Vita dell'imprenditore - Intervista al fondatore di AP Brands

    Intervista a Entrepreneur Life con il fondatore di AP Brands

    Sundried è un'azienda indipendente nel Regno Unito fondata dall'imprenditore Daniel Puddick. Incoraggiamo la crescita delle piccole imprese e vogliamo consentire ai consumatori di scegliere aziende etiche piuttosto che inadempienza verso società multinazionali e conglomerati senza volto.

    Ci siamo seduti con Thomas Lock, che è il fondatore di AP Brands, che supervisiona diversi marchi di snack britannici, tra cui The British Crisp Co e Awfully Posh, per parlare della vita di imprenditore.

    In poche parole, qual è la storia di AP Brands? Cosa ti ha motivato a sviluppare l'idea?

    Nel 2013, ho iniziato a fare graffi di maiale nella cucina di mia madre e venderli dal bagagliaio della mia auto. Ora forniamo gruppi di pub e supermercati in tutto il paese. Una cosa non è cambiata: il nostro desiderio di preparare snack di maiale della migliore qualità senza ingredienti cattivi.

    Qual è stata la sfida più grande che hai dovuto affrontare quando hai insartiato questa attività?

    Trovare il produttore giusto per permetterci di essere competitivi. Gestiamo un modello di business in outsourcing, quindi siamo in competizione con produttori che hanno un costo di merci inferiore. Dovevamo trovare un produttore con cui costruire una partnership a lungo termine.

    Marchi AP Great British Crisp Co

    Come gestisci un sano equilibrio tra lavoro e vita privata?

    Ho due telefoni: un telefono di lavoro e un telefono personale. Spegni il telefono di lavoro e mi assicuro di prendere i tempi di inattività dalle e-mail.

    Qual è stata la parte più eccitante dello sviluppo di marchi AP?

    Adoro le prime fasi: lo sviluppo del marchio, la degustazione di campioni e il design del packaging.

    Cosa ci aspetta il futuro per AP Brands?

    Stiamo crescendo molto rapidamente e attualmente stiamo facendo crowdfunding su CrowdCube - www.crowdcube.com/apbrands

    Intervista del fondatore di AP Brands Awfully Posh graffi di maiale

    Che consiglio darebbe agli aspiranti imprenditori?

    Non affrettare le cose. Il desiderio di portare il prodotto sul mercato il più rapidamente possibile in modo da poter iniziare a generare entrate non dovrebbe prevalere sulla qualità del prodotto e assicurarsi di fare le cose correttamente. Fa' con calma.

    Domande quickfire

    Caffè o tè?Caffè

    Estate o inverno?Estate

    Palestra o all'aperto?All' aperto

    Città o campagna?Campagna

    Dolce o salato?Salato, naturalmente!

    Posted by Alexandra Parren
  • Entrepreneur Life - Intervista con il fondatore di Go Faster Food

    Sundried intervista di vita imprenditore con il fondatore di go faster food

    Sundried è un'azienda indipendente del Regno Unito fondata dall'imprenditore Daniel Puddick. Incoraggiamo la crescita delle piccole imprese e vogliamo consentire ai consumatori di scegliere aziende etiche piuttosto che inadempienza verso società multinazionali e conglomerati senza volto.

    Abbiamo parlato con Kate Percy, la fondatrice di Go Faster Food, della costruzione del suo marchio di successo da zero fino ad ora lavorando con nomi come Jo Pavey nella loro ultima campagna.

    In poche parole, qual è la storia di Go Faster Food? Cosa ti ha motivato a sviluppare l'idea?

    Com'è iniziato tutto? Ho modificato radicalmente la dieta della mia famiglia per aiutare mio marito, Mark, che stava lottando nel suo allenamento per la maratona di New York. La performance di Mark è stata totalmente trasformata e tutta la famiglia si è sentita più eccitata! Non ho durato a lungo a guardare da bordo campo. Ho deciso di correre una maratona da solo e ho scoperto il bug da corsa. Il resto è storia!

    Per me, il mio cibo deve offrire tre cose: grande gusto, un sorriso sul volto di amici e familiari e il giusto tipo di energia get-up-and-go. Il mio primo libro, Go Faster Food, è stato pubblicato nel 2009. Da allora ho scritto altri 2 libri "Go Faster", specializzati in "vero fast food" per famiglie impegnate. Cibo veloce per famiglie veloci! Sono uno chef interno per 220 Triathlon e ho anche sviluppato un programma educativo

    Nel 2017, ho lanciato il mio primo prodotto alimentare, Kate Percy's GO BITES, che sono deliziose palline energetiche naturali. Jo Pavey è recentemente diventata la nostra ambasciatrice principale, il che è molto eccitante per noi in quanto è un modello di ruolo così sorprendente.

    La nostra missione 5 x 2025 è che ogni bambino, entro il 2025, sia in grado di cucinare 5 ricette semplici e nutrienti quando esca di casa e capire il legame tra ciò che mangia e il benessere mentale e fisico. Un centesimo a confezione e 50p per libro viene donato al Youth Sport Trust per contribuire a sviluppare questa missione.

    Qual è stata la sfida più grande che hai dovuto affrontare quando hai insartiato questa attività?

    È un mercato molto competitivo e il settore è davvero cinico. Non dire altro!

    Come gestisci un sano equilibrio tra lavoro e vita privata?

    Molto male! Questa è una grande sfida per me, soprattutto perché sono in affari con mio marito, con il quale ho appena festeggiato il nostro 30 ° anniversario di matrimonio. Cerchiamo di non parlare di lavoro la sera e nei fine settimana, ma è praticamente impossibile! Tuttavia, cerco di fare sport ogni giorno, di solito una corsa o una nuotata, la prima cosa al mattino, e ci sediamo sempre a un pasto serale che trovo molto "a terra". I miei tre figli hanno ora volato nel nido, ma cerchiamo di stare insieme il più possibile.

    Qual è stata la parte più eccitante dello sviluppo di Go Faster Food?

    È tutto molto eccitante!

    In primo luogo, adoro vedere le persone godersi il mio cibo, sia adulti che bambini.

    In secondo luogo, vedere il mio prodotto sugli scaffali di Tesco e Holland & Barrett rende utile tutto

    In terzo luogo, stiamo iniziando ad esportare ora - i nostri Go Bites saranno presto sugli scaffali di Carrefour in Spagna.

    In quarto luogo, anche la nostra missione 5 x 2025 è incredibilmente gratificante. C'è un incidente d'auto assoluto intorno a noi con livelli sempre crescenti di obesità, diabete di tipo 2 e livelli di esercizio in diminuzione. Abbiamo un metodo rivoluzionario per far capire ai bambini solo di essere in grado di cucinare 5 semplici ricette (5 per prosperare) e capire come funziona il cibo in termini di aiuto al loro benessere mentale e fisico. Stiamo facendo in modo che le cose renderanno il concetto virale, il che è una sfida importante!

    Sundried snack proteici sani

    Cosa ci aspetta il futuro per Go Faster Food?

    Siamo stati sopraffatti dalla risposta al nostro recente re-brand e al lancio del nostro nuovo pacchetto da 2 palle e £ 1. Ora stiamo mettendo insieme una pipeline di nuovi prodotti da lanciare nei prossimi due anni. Oh, e ci sarà anche un nuovo libro in arrivo!

    Che consiglio darebbe agli aspiranti imprenditori?

    Ogni successo notturno richiede 10 anni in divenire.

    Quickfire Domande

    1. Caffè o tè?Tè a letto poi caffè per colazione
    2. Estate o inverno?Estate (a meno che non sto sciando, poi inverno) Palestra
    3. o all'aperto?Pesi esterni
    4. o cardio?Cardio
    5. Dolce o salato?Salato (sono un succhiatore per una confezione di sale e patatine all'aceto)
    Posted by Alexandra Parren
  • Entrepreneur Life - Intervista al fondatore di Precision Hydration

    Il fondatore di Precision Hydration, Andy Blow, intervista con Sundried

    Sundried è un'azienda britannica indipendente fondata dall'imprenditore Daniel Puddick. Incoraggiamo la crescita delle piccole imprese e vogliamo dare ai consumatori la possibilità di scegliere società etiche piuttosto che essere inadempienti a multinazionali e conglomerati senza volto.

    Abbiamo parlato con "esperto di sudore" e fondatore del marchio di integratori elettrolitici Idratazione di precisione Andy Blow per parlare di come costruire un'attività di successo sulla scia di una vera passione e imparare a conciliare lavoro, vita e viaggio.

    In poche parole, qual è la storia di Precision Hydration? Cosa ti ha spinto a sviluppare l'idea?

    Come atleta (gareggiavo nel triathlon a un livello decente) ho sofferto molto il caldo in posti come Kona o addirittura nel sud dell'Europa. Spesso subivo forti crampi e prestazioni drasticamente inferiori rispetto alle gare in condizioni più fresche. Alla fine, ho imparato che oltre a sudare molto, ho perso molto sodio nel sudore (circa 2-3 volte la media) e una volta corretto per questo nella mia assunzione di liquidi e sale nelle gare era come la notte e giorno per me. Da quel momento in poi sono stato in grado di fare molto, molto meglio in gare lunghe e calde.

    Dato che allora lavoravo anche come scienziato sportivo e allenatore, ero molto interessato alla fisiologia alla base di ciò che stava accadendo e ho iniziato a esaminarlo per vedere se ciò che avevo imparato poteva aiutare anche altri atleti. Questo mi ha gradualmente portato nel mondo dei test del sudore, delle apparecchiature per test del sudore e, infine, anche dei prodotti per l'idratazione. Da quel processo è nata l'attività che ora è Precision Hydration.

    Qual è stata la sfida più grande che hai dovuto affrontare durante la creazione di questa attività?

    Probabilmente una mancanza di esperienza o qualsiasi tipo di formazione nella gestione di un'attività "vera e propria". Mentre gestivo una piccola attività di consulenza, con un unico partner, la gestione di un'operazione più ampia in cui dovevamo coordinare produzione, vendite, marketing, personale e investire un bel po 'di soldi per decollare è stato un po' un battesimo di fuoco.

    Come gestisci un sano equilibrio vita-lavoro?

    Non sono sicuro di farlo sempre. Tuttavia, una cosa fondamentale che ho imparato negli ultimi anni è che equilibrio non deve significare che tutto sia sempre "equilibrato". Mi piace (e trovo produttivo) lavorare molto duramente per periodi prolungati, ma ho iniziato a riconoscere che devo fare delle pause prolungate per riprendermi e ricaricarmi. Negli ultimi 4 anni mi sono preso la maggior parte del mese di dicembre di ogni anno, ad esempio, e sono andato all'estero con la mia famiglia e questo ha funzionato davvero bene. Sono anche diventato papà due volte negli ultimi 5 anni e dedicare tempo ai miei figli è stato un importante catalizzatore per cambiare il mio stile di vita. Anche il mio ufficio ora è a circa 800 m da casa, mentre facevo un tragitto piuttosto lungo e questo mi ha davvero aiutato.

    Qual è stata la parte più entusiasmante dello sviluppo di Precision Hydration?

    In un primo momento, era il viaggio che richiedeva la gestione dell'azienda. Siamo incredibilmente fortunati a lavorare con molte delle migliori squadre sportive professionistiche nel Regno Unito e negli Stati Uniti in particolare, quindi vado spesso in giro e vedo posti fantastici e incontro persone fantastiche. Ho trascorso molto tempo a LA, New York e nella maggior parte dei posti intermedi e questo è stato un grande ronzio. Tuttavia, più recentemente, man mano che il team PH si è ampliato, è più incentrato sulla sfida di costruire un'attività sostenibile a lungo termine che impiega alcune persone fantastiche ed è un posto fantastico in cui lavorare. Questo è ciò che mi eccita adesso. 

    Andy Blow, fondatore di Precision Hydration

    Cosa riserva il futuro all'idratazione di precisione?

    Nei prossimi anni, abbiamo in programma di fare molte più ricerche su tutti gli aspetti del sudore, dell'idratazione e delle prestazioni in quanto è ancora un'area della scienza che non è completamente compresa. Stiamo impiegando qualcuno a tempo pieno in un ruolo di ricerca e per lavorare con una delle migliori università del Regno Unito per raggiungere questo obiettivo. L'obiettivo è che i risultati di questo ruolo informino il modo in cui miglioriamo i nostri prodotti attuali, le linee guida per l'utilizzo e ci diano idee per nuovi prodotti anche in futuro.

    Che consiglio darebbe agli aspiranti imprenditori?

    Torna indietro, con i tuoi soldi quando possibile. "Skin in the game" è fondamentale. All'inizio, prova un sacco di piccole cose, scarta quelle che non funzionano e raddoppia duramente su quelle che lo fanno. Ascolta i consigli degli altri, ma decidi cosa pensi di doverti fare e poi impegnati al 100%. Leggi molto (inizia con "Shoe Dog" se non l'hai già letto). Ritaglia il tempo per sederti e pensare regolarmente. Mettiti comodo con l'incertezza. Dare priorità al servizio clienti.

    Domande quickfire

    1. Caffè o tè? Caffè, forte con un pizzico di crema.
    2. Estate o inverno? Estate
    3. Oceano o montagna? Montagne
    4. Regno Unito o all'estero? Regno Unito (purché io vada all'estero un paio di volte all'anno. E non farmi iniziare con la Brexit...)
    5. Dolce o salato? Salati
    Posted by Alexandra Parren
  • Entrepreneur Life - Intervista ai fondatori di Pulsin

    intervista sulla vita di imprenditore ai fondatori di Pulsin

    Sundried è un'azienda britannica indipendente fondata dall'imprenditore Daniel Puddick. Incoraggiamo la crescita delle piccole imprese e vogliamo dare ai consumatori la possibilità di scegliere società etiche piuttosto che essere inadempienti a multinazionali e conglomerati senza volto.

    Abbiamo parlato con Nick Bildner, Ben Lewis e Simon Ashburner, i fondatori del marchio di snack sani e proteine Pulsin

    In poche parole, qual è la storia di Pulsin? Cosa ti ha spinto a sviluppare l'idea?

    Gli inizi di Pulsin risalgono al 1997, quando a Ben, Nick e a me furono assegnate stanze vicine in collegi universitari. Abbiamo presto scoperto un fascino condiviso per il cibo, non solo come fonte di carburante, ma come la dieta può migliorare la vita di tutti i giorni attraverso l'impatto sull'umore, i livelli di energia, la salute fisica e persino l'interazione sociale. Dopo l'università, Ben ha continuato a studiare terapia nutrizionale presso l'Institute of Optimum Nutrition di Londra, che si è rivelata un fattore chiave nella nostra decisione di avviare insieme un'attività alimentare. All'epoca era sorprendentemente raro entrare in un negozio e trovare uno spuntino che fosse allo stesso tempo gustoso e nutriente. Questo ci ha dato la convinzione e la motivazione per inventare qualcosa di nuovo e avviare Pulsin insieme.

    Qual è stata la sfida più grande che hai dovuto affrontare durante la creazione di questa attività?

    Convincere le persone che la nostra idea avrebbe funzionato da zero è stato difficile. Le banche non erano interessate a prestarci denaro, molti proprietari si sono opposti ad offrirci un contratto di locazione per locali commerciali (ancora di più quando hanno sentito le parole "superfood" e "startup manifatturiera") e hanno convinto i fornitori di ingredienti e imballaggi a ridurre temporaneamente Anche le quantità minime di ordine erano inizialmente piuttosto difficili.

    Abbiamo aggirato il problema realizzando le barrette a mano nella cucina di un bar di proprietà di un nostro amico e acquistando gli ingredienti dai rivenditori online. Abbiamo iniziato a vendere direttamente ad alcuni negozi a Londra e poi abbiamo scritto un business plan adeguato utilizzando i dati di vendita reali che avevamo raccolto. Ciò ha sbloccato la situazione e nel giro di pochi mesi abbiamo ottenuto un prestito bancario e ci siamo trasferiti nella nostra prima fabbrica nell'East London.

    Come gestisci un sano equilibrio vita-lavoro?

    Era molto difficile durante i primi giorni in cui facevamo così tanti lavori diversi tra di noi come disegnare e stampare etichette, fare i libri, consegnare bar ai negozi e, naturalmente, fare i bar a tutte le ore del giorno e della notte. Ricordo di aver eseguito riparazioni di emergenza a una confezionatrice alle 2 del mattino usando una molla di una penna e una graffetta.

    Gestire l'attività era divorante ea volte mi chiedevo perché ero passato da una carriera relativamente stabile verso l'ignoto. Fortunatamente, durante il nostro viaggio siamo stati raggiunti da persone di incredibile talento con un bagaglio di conoscenze ed esperienze che ci ha permesso di svilupparci e crescere come azienda.

    Qual è stata la parte più entusiasmante dello sviluppo di Pulsin?

    La prima cosa che mi viene in mente è incontrare e imparare da tutte le persone interessanti che questo settore riunisce; negozianti, fornitori di ingredienti e imballaggi, ingegneri, distributori internazionali, nutrizionisti, consumatori dei nostri prodotti e, naturalmente, tutto il meraviglioso personale che lavora in Pulsin. Mi piace anche il brusio di lanciare un nuovo prodotto e ricevere email dai clienti che ci dicono come i nostri prodotti hanno avuto un impatto positivo su di loro.

    Cosa riserva il futuro a Pulsin?

    Abbiamo molti nuovi entusiasmanti prodotti in cantiere per la fine di quest'anno e il prossimo, inclusa una nuova e unica gamma di barre funzionali per bambini che, come tutti i nostri prodotti, saranno progettate, sviluppate e prodotte presso la nostra sede nel Gloucestershire. Abbiamo anche due grandi obiettivi CSR da raggiungere: diventare un datore di lavoro di scelta e diventare un leader nella sostenibilità. Ciò significa mantenere il ritmo del cambiamento in Pulsin in modo positivo per il nostro personale e per i clienti

    Che consiglio daresti agli aspiranti imprenditori?

    Stabilisci lo scopo, la visione e i valori della tua azienda in una fase iniziale e annotali. Credi al 100% nel tuo prodotto. Comprendi bene i tuoi clienti e ascolta il loro feedback. Pianifica accuratamente la tua attività ma inizia il prima possibile. Più a lungo rimandi, più distante diventerà la tua visione. Abbi fiducia in te stesso e preparati a superare regolarmente ostacoli e battute d'arresto. Molte persone potrebbero dirti che la tua idea non funzionerà, è il tuo lavoro di imprenditore realizzarla. Non mollare mai. Entra a far parte di un team di persone di cui ti fidi.

    Domande rapide

    Caffè o tè? Caffè, forte ma moderato

    Estate o inverno? Inverno nelle Alpi finché può essere soleggiato anche.

    Palestra o all'aperto? All'aperto: passiamo troppo tempo al chiuso

    Siero di latte o vegano? Vegan è dove c'è tutta l'eccitazione.

    Dolce o salato? Dolce ma non troppo dolce.

    Posted by Alexandra Parren
x
x