atleta ambasciatore Sundried running triathlon

Ian è relativamente nuovo nel mondo del triathlon ma spera di completare la sua prima gara 70.3 quest'anno. Parla con Sundried della vita come triatleta.

Sei sempre stato nello sport?

Solo di recente mi sono trovato ad entrare nello sport, in particolare negli eventi di resistenza. Faccio snowboard da circa 17 anni, ma per molto tempo questo è stato l'unico sport a cui direi che ero "in" - a parte andare occasionalmente in palestra o avere brevi incantesimi di uscire per una corsa un paio di volte a settimana.

Tutto è cambiato circa 2 anni fa quando mi sono imbattuto in un club di corsa locale che si è incontrato lungo la strada da casa mia - era accogliente, accessibile e, soprattutto, divertente! Tutto è appena peggiorato da lì davvero - sono entrato nervosamente in un 10k pochi mesi dopo essermi unito a loro e sto cercando di fare il mio primo ultra nel 2019.

Cosa ti ha fatto decidere di entrare nel mondo del triathlon?

All'epoca sembrava una buona idea?! Mia sorella e suo marito ne hanno fatti alcuni e stavo discutendo la possibilità di farlo con alcuni amici del mio club; poi all'improvviso avevo firmato fino a 3! Mi piacciono molto tutte e 3 le discipline; quindi sembra una vestibilità naturale.

Qual è stata la tua gara preferita fino ad oggi e perché?

Probabilmente l'Olimpico del Castello di Hever l'anno scorso - mi sono goduto ogni minuto di questo ed ero andato con l'atteggiamento di assicurarmi di divertirmi, piuttosto che sottolineare quanto velocemente avrei potuto finire.

La mezza maratona di Vienna, sempre l'anno scorso, è stata la prima volta che mi sono sentito davvero forte per tutta la gara e l'atmosfera era semplicemente incredibile.

E il tuo risultato più orgoglioso?

Sembra accettabile a metà strada in lycra.

Hai mai avuto disastri di gara / la tua gara più dura?

Mi sono messo un sacco di pressione su di me stesso per raggiungere gol arbitrari durante il mio primo tri sprint (The Oysterman a Whitstable), quindi ho finito per essere infastidito da me stesso per non averli raggiunti e quindi non ho avuto il buon tempo che avrei dovuto fare.

Ho anche avuto alcuni incubi di alimentare male, bere caffè prima di una gara o semplicemente non esserci una comoda fermata del bagno.. Gi emette ahoy!

Come superare le battute d'arresto?

Cercando di imparare da loro - allora ne verrà fuori almeno qualcosa di buono.

Qual è il miglior consiglio che desideri che qualcuno ti abbia detto prima di iniziare a competere?

Non preoccuparti del tempo, divertiti e basta.

Quali sono i tuoi obiettivi per il 2018?

Completando il mio primo 70.3

Da chi prendi ispirazione?

I miei membri del club e i miei compagni di allenamento sono fantastici: mi hanno spinto e incoraggiato fin dalla mia prima sessione.

Cosa ti piace di Sundried e qual è il tuo pezzo preferito del nostro kit?

Mi piace come è responsabilmente ed eticamente di provenienza e produzione. Sembra buono, si indossa bene e rimette soldi ai suoi atleti e enti di beneficenza.

x
x