avventura in bicicletta a scatto fisso

L'ambasciatore di Sundried John Fitzgerald di Fitzedgear completa una distanza di 467 km per celebrare il 117 ° anniversario della tappa inaugurale del Tour de France sulla sua bici a scatto fisso degli anni '40.

Quindi, dopo settimane passate a costruire un telaio di 80 anni con parti di eBay e ovunque potessi trovarle, è arrivato il 1 ° luglio. Il 1 luglio è significativo perché segna il 117 ° anniversario della tappa inaugurale del Tour de France del 1903.

Da quando ho sentito parlare per la prima volta del Tour de France, ho deciso di voler percorrere i 467 km che hanno percorso con la mia bici d'epoca. L'orario di inizio originale era le 15:16, quindi mi sono messo in fila al canale con pochi minuti per andare mentre l'orologio da tasca sul manubrio dei miei baffi ticchettava fino alle 15:16. Mentre partivo, l'entusiasmo per ciò che mi aspettava e il significato storico dell'ora e della data stava girando nella mia testa, tanto che sono passati 2 minuti prima di avviare il mio GPS.

Quando mi sono sistemato, ho capito che avevo molta strada da fare. L'area che ho scelto era il canale in Loais, in Irlanda, con molte strade secondarie e percorsi, quindi ho cambiato costantemente percorsi e direzioni per non prendere troppa familiarità con nessun anello. Stranamente, dopo 24 ore, 48 minuti e 50 secondi, tutti i percorsi sembrano familiari!

Dopo le 22:00, con il turno di notte in arrivo e 140 km completati, ho indossato la mia giacca ad alta visibilità, ma poi l'ho tolta subito per indossare la giacca antipioggia quando ha iniziato a piovere e ha continuato a piovere per le 6 ore successive. Quando il sole ha iniziato a sorgere erano le 4.30 del mattino; Ero stanco perché la notte e la pioggia mi avevano prosciugato la maggior parte della forza dalle gambe. Ero su 235 km (circa a metà strada) e mi sentivo a pezzi. Sapevo di poter andare avanti, ma quella sensazione di quanto fossi fresca alle 3.16 del pomeriggio verso i primi 235 km e poi la realizzazione di come mi sentivo ora mi ha fatto giocare alcuni giochi mentali.

Ho continuato e, come un pannello solare, ho potuto sentire la mia batteria ricaricarsi appena usciva il sole. Alle 11 del mattino è stato superato il traguardo dei 300 km ed è stato un momento strano. Ho fatto il triathlon Ironman completo in passato e la tappa ciclistica di 180 km è dura, ma in qualche modo con 167 km per andare in questa avventura mi sono convinto di essere quasi arrivato. Non avevo ancora raggiunto la velocità che volevo, ma mi sentivo bene.

La mia è una bici da pista degli anni '40 costruita per essere un corridore su pista con un cambio fisso da 16t. Una marcia fissa è una bicicletta senza ruota libera, quindi se smetti di pedalare, la bici smette di muoversi. Mi piace quello delle bici a scatto fisso perché quando hai finito il tuo ciclo, quando guardi la distanza percorsa sai di aver pedalato ogni singolo metro mostrato.

Verso le 16 sono entrato negli ultimi 100 km. A questo punto mi sono davvero convinto di aver quasi finito e ad uno dei miei punti ristoro, che era al muro di casa mia, i miei due figli sono corsi ad incontrarmi con l'eccitazione del "hai finito?" Potrei dire che se avessi finito avevano qualcosa in programma, ma sfortunatamente ho dovuto dire di no. Dopo aver salutato i miei figli, ho telefonato a mia moglie che mi ha informato che avevano preparato un poster per il finale. Un rapido calcolo mi ha detto che avrei finito alle 22:00 - un bel po 'dopo l'ora di andare a letto del mio bambino di 3 anni - quindi è stato escogitato un piano rapido per fare un finto finale alle 20:00. Ho continuato a pedalare e mi sentivo bene, ma comunque con una velocità inferiore a quella che speravo.

Sono arrivate le 8 di sera e sono stato accolto per strada dalla mia famiglia con un gigantesco cartello "bravo papa" e un disegno di una bicicletta con un sole e una luna. È stato fantastico vederli, ma sarebbe stato molto meglio se fossi tornato a casa con loro e me ne andassi a letto. Sfortunatamente avevo ancora 40 km da fare, ma la sosta, che era stata la più lunga del viaggio, mi aveva ridato le gambe, quindi ho acceso e gli ultimi 40 km sono sembrati volare. Mi sentivo forte come 31 ore prima.

Avventura ciclistica in bici a scatto fisso 

Alle 22.37, dopo 467 km, ho concluso il mio anniversario della tappa inaugurale del Tour de France. Mi sarei piazzato al 33 ° posto su 60 partenti ma ricordando che l'ho fatto su strade moderne e non sulle piste sterrate su cui hanno fatto questi primi pionieri. Il vincitore di questa tappa e vincitore assoluto è stato Maurice Garin che ha percorso la tappa in 17 ore e 45 minuti e 13 secondi, con una media di 27 km / h.

Lo rifarei? Sì! Farò qualcosa di diverso? Sì! Mentre lo facevo, ho escogitato un piano per completare il Mizan a Malin dal basso verso l'alto dell'Irlanda e da quando ho completato la mia sfida del 1903 non ho trovato nessuno che l'abbia fatto su una bici a scatto fisso di 80 anni potrebbe essere il prossimo. Come qualcuno ha detto una volta, "se vuoi essere il migliore nel tuo campo, rendilo un piccolo campo".

Related Posts

Salmone Skewers With Lemony Rocket Pesto: Healthy Recipe Idea
Salmone Skewers With Lemony Rocket Pesto: Healthy Recipe Idea
Foto Credit: HaaralaHamilton I nostri amici il Sorelle Squirrel, Gracie e Sophie Tyrrell, hanno un nuovo libro di cuc...
Read More
Tutto quello che devi sapere sulle barrette proteiche
Tutto quello che devi sapere sulle barrette proteiche
Le barrette proteiche sono un modo popolare per integrare la tua dieta. Sia che tu li usi come un'alternativa salutar...
Read More
Ricetta vegana di muffin ai mirtilli
Ricetta vegana di muffin ai mirtilli
I muffin ai mirtilli devono essere una delle prelibatezze più sottovalutate di tutti i tempi. Cosa c'è di meglio di u...
Read More
  • Posted byGuest Account /
  • Cycling
x
x