• Rapporto sulla gara di Kona del Campionato del mondo Ironman 2019

    Resoconto della gara dei Campionati mondiali Ironman 2019 Sundried

    Louella O'Herlihy è un'ambasciatrice del Sundried e ci dà il suo racconto dei magici Campionati mondiali Ironman a Kona, Hawaii.

    Qualificazioni

    Mi sono qualificato per l'Ironman Kona vincendo il mio Age Group (F50-54) all'Ironman Bolton a luglio. Il mio amico Gill è venuto a supportarmi e in fuga mi ha detto cose incoraggianti come "Non perderlo in questo ultimo giro perché ho prenotato i voli per Kona". Non stava scherzando, quindi ho dovuto scavare in profondità mentre una signora si stava avvicinando a me, ma in qualche modo è esplosa in questo ultimo giro, quindi ho finito per vincere per 30 minuti.

    Arrivo a Kona

    Gill e io siamo andati a Kona insieme; questa era la sua terza volta in gara ai Campionati del mondo Ironman, mentre questa sarebbe stata la mia terza tappa completa dell'Ironman. Siamo arrivati ​​2 settimane prima della gara per acclimatarci al caldo intenso, abituarci ai forti venti che ti colpiscono mentre sei in bici e praticare il nuoto senza muta. Dato che questa era la mia prima volta alle Hawaii, è stato anche emozionante per me vedere le tartarughe e tenere d'occhio i delfini mentre nuotavamo nella baia di Kailua-Kona a Dig Me Beach.

    Sfortunatamente, l'Airbnb che avevamo prenotato non era adatto allo scopo, quindi abbiamo inviato un appello su Facebook per l'alloggio e siamo stati messi in contatto con Karlyn Pipes, una signora stimolante e adorabile, che è anche nella Hall of Fame del nuoto e ha oltre 200 Record mondiali FINA Masters in ogni distanza e corsa. Ci ha presentato lo spirito dell'isola, Ohana, e in particolare la forza femminile di Madam Pele, la dea del fuoco. Ohana significa famiglia allargata, amore, compassione e rispetto per tutti e questa è l'esperienza fondamentale che ho avuto dalle corse a Kona. Lo spirito di Ironman, dove tutto è possibile, è stato così stimolante.

    La signora più anziana che gareggiava aveva 72 anni e c'erano 3 uomini sui 80! Poi c'erano i 5.000 volontari che avevano rinunciato al loro tempo e alle loro vacanze per venire a Kona per aiutare gli atleti. È tutto così sorprendente, con sorrisi continui e tutti vogliono che tu faccia del tuo meglio.

    Giorno della gara

    Il giorno della gara è iniziato alle 5.30 durante la transizione facendo i controlli della bici dell'ultimo minuto, poi la mia onda di nuoto è iniziata alle 7.20.

    The Swim

    C'era un bel moto ondoso, ma sono partito e mi sono sistemato nel mio colpo e ho cercato alcuni piedi da seguire. Non passò molto tempo prima che ne seguissi un po 'fino alla prima boa di inversione di tendenza. Questa è stata una fortuna perché le mie dita dei piedi si sono ristrette entro 5 minuti dalla partenza, quindi fare un "giro" è stato fantastico.

    Sfortunatamente, ho perso questi piedi nella mischia al turnaround e ho dovuto combattere i successivi 2 km nella corrente con le mie stesse forze. Mi ci è voluto più tempo di quanto avessi sperato per completare la nuotata di 3,8 km: 1 ora e 24 minuti. Era quindi in transizione, prendi la bici e dirigiti sulla famigerata autostrada Queen K per iniziare la tappa in bicicletta di 112 miglia.

    La bicicletta

    Le temperature stavano ora raggiungendo la metà degli anni '30 Celsius con un'umidità dell'80% +. Il mio piano era di andare più forte che potevo il più a lungo possibile. Sfortunatamente ero sceso dalla bici 5 giorni prima della gara e mi ero teso la coscia, quindi sono stato in grado di pedalare solo per 20 minuti 2 giorni prima della gara prima di avere i crampi. Fortunatamente, sono un agopuntore, quindi mi sono trattato di aghi che mi hanno dato abbastanza movimento per iniziare la gara e vedere per quanto tempo potevo resistere.

    Riabilitazione di recupero dei Campionati del mondo Ironman

    A metà strada in cima alla famosa salita fino a Hawi, i crampi stavano iniziando a manifestarsi. Non stavo andando veloce come speravo, ma ero a metà strada ora, quindi è tempo di accovacciarmi e combattere i venti sulla tappa di ritorno a Kona. Sono stato sollevato di tornare indietro senza forare e ce l'ho fatta in 5 ore e 59 minuti (e 59 secondi!) Le mie gambe sembravano gelatinose quando sono sceso dalla bici, ho attraversato la transizione e ho iniziato il tratto di corsa di 42,2 miglia. ..inizialmente sulla famosa Ali'i Drive.

    La corsa

    La mia gamba era molto stretta ora, così ho continuato ad aprire gli occhi e assaporare dove mi trovavo; Stavo correndo qui a Kona, un sogno per tanti triatleti ed ero qui a farlo! Non c'era modo che stavo per essere infelice; sono stato frustrato dal fatto che non stavo gareggiando come speravo, ma stavo ancora dando il massimo, ed è tutto ciò che puoi mai fare.

    Ho visto Gill in bici e in fuga due volte e sono stato contento di vedere che stava guardando forte – che era mentre spaccava la sua fascia d'età per vincere e diventare campionessa del mondo F55-59. Ho anche visto Annie e Jean del mio club Zoom Tri Bournemouth che correvano bene e circa altri 8 dei miei amici che erano là fuori a correre. Ho preso l'incredibile tramonto mentre uscivo dal famoso Energy Lab e avevo circa 6 miglia da correre. Avevo davvero rallentato fino a questo punto, ma sembrava avere un secondo vento – lo spirito delle Hawaii sembrava essere con me – e avevo un forte ultimo 3 miglia.

    Mi è piaciuto avvicinarmi al traguardo più famoso del mondo del triathlon e delle persone di alto 5d mentre correvo lungo lo scivolo finale. L'avevo fatto! La mia gamba aveva teso fuori. Avevo appena completato il Campionato del Mondo Ironman in 11 ore e 47 minuti, un PB per me, e sono arrivato 11 ° al mondo nella mia AG.

    Campionati del mondo Ironman

    L'intera esperienza di gara è stata fuori dal mondo, ma lo spirito dell'isola e le persone che ho incontrato sono stati ciò che ha reso questa esperienza davvero straordinaria. Mi sentivo come se questa fosse la mia casa spirituale, e mirerò sicuramente a tornare su quest'isola che arricchisce l'anima il prima possibile!

    Posted by Guest Account
  • ITU World Triathlon Championships Losanna 2019

    Campionati mondiali Triathlon 2019 Losanna Svizzera

    L'ambasciatore Sunsecched Oliver Crossley ha vinto il suo Gruppo di Età ai Campionati del Mondo ITU in Svizzera ed è ora campione mondiale.Ci racconta della sua esperienza di corse a Losanna.

    Il Build-Up

    La corsa al Campionato del Mondo AG è stata il mio principale obiettivo per questa stagione.I Campionati Europei sono andati molto bene a giugno, in quanto sono riuscito a mantenere il titolo dell’anno scorso.Dopo quella gara, sono riuscito a intrufolarmi qualche giorno di riposo (recupero attivo) prima di tornare in orario in preparazione per Losanna.Ho lavorato a stretto contatto con il mio allenatore per costruire un piano per garantire che fossi nella migliore forma possibile a settembre.

    Sono assolutamente sicuro che la coerenza sia fondamentale in materia di formazione.Questo non è sempre possibile quando si ha un lavoro a tempo pieno ma fortunatamente, quest'anno, sono stato in grado di completare ogni sessione, nonostante alcuni essere all'estero o durante i viaggi di lavoro!Sono arrivato entro tre settimane dalla gara e tutto sembrava buono, troppo bello per essere vero.Tutto quello che poteva andare storto nelle due settimane prima che salissi sull'aereo per la Svizzera è andato storto.Il mio cavo dei freni si e'spezzato, la mia catena si e' bloccata e le mie tacche sono saltate per citarne alcune.Anche se molto stressante, si è rivelato estremamente fortunato come significava che quando arrivai in Svizzera tutto era in ottime condizioni.

    Il conteggio finale

    Siamo atterrati a Ginevra il mercoledì, abbiamo assunto un furgone (abbastanza grande per tre valigie, una scatola di bici, e 5 persone) e abbiamo guidato intorno al lago Ginevra a Losanna dove avevamo prenotato un Airbnb 5km dalla sede di gara.Abbiamo passato il giovedi'a prendere l'atmosfera, a dare un'occhiata al corso e a riordinare la registrazione prima di tornare all'appartamento per assemblare la mia bici.

    L'obbligatorietà della bicicletta ha preso la parte migliore del venerdì mattina - giusto in tempo per registrare il corso di bici con un gruppo di altri atleti della squadra GB.Abbiamo pedalato il corso, anche se nel modo sbagliato a causa delle gare che stavano accadendo, per assicurarsi che non ci fossero brutte sorprese a domenica.

    Sembra sempre molto caldo in questi eventi e Lausanne non era diverso.Speravo che la temperatura si raffreddasse per la gara, ma il sole splendente e le acque cristalline del Lago di Ginevra hanno fatto per un corso di nuoto perfetto sabato.Era ovvio che sarebbe stata una nuotata non bagnata come l'acqua era bella e calda che significava che ho finito per nuotare un po'più lontano di quanto avrei dovuto, come non volevo uscire!Dopo aver racimolato la mia bici in transizione, siamo tornati a cucinare il tradizionale mound di pasta, a mettere i nostri tatuaggi da corsa e ad avere una prima notte.

    Giornata delle corse

    I m sempre un po'nervoso in corsa mattina, m a ho la migliore famiglia e fidanzata ée chiunque potrebbe desiderare per chi sopporta che si sta un po'scontroso quando le cose sono t abbastanza bene.Dopo la fase di transizione, ho preso il mio gel pre-corsa e sono entrato nella penna per attendere l'inizio della corsa.Questa corsa era diversa dal solito, in quanto c'erano così tanti nuovi iscritti nel mio gruppo di età che doveva essere diviso in due onde.Ero nell'onda successiva quindi ho avuto un po'di inseguimenti da fare (5 minuti)!

    Il Nuoto

    Mi piace fare il bagno e prendere un po'd'acqua pulita.Questa è sempre stata la mia tattica sin dal mio primo triathlon aperto, dove sono finito nella spaventosa lavatrice a nuoto.Ho trovato una buona quantità di acqua pulita vicino alla boa 250m e ho visto solo una person a davanti a me.Dopo il primo giro c'era una lunga sezione (700m) rettilinea che ho speso cercando di scuotere un nuotatore che aveva preso la mia coda.Anche se non sono riuscito a scuoterlo, abbiamo messo una distanza significativa tra il resto del branco alla fine del nuoto.Mi sono arrampicata sulla spiaggia in second a posizione, circa un minuto dietro il nuotatore principale.

    La moto

    Questa è stata una corsa non redazionale, il che rende molto più facile pianificare.Durante l'addestramento, avevo passato mesi sul turbo alla potenza di corsa bersaglio, quindi ero sicuro che sarei stato in grado di ripetere questo.Ho battuto la testa e pedalato forte.Non ricordo molto del corso di bici come la mia attenzione era solo sul 20m di strada davanti a me!

    Arrivando negli ultimi due km della bici sapevo di essere in una buona posizione.Ho sentito la mia famiglia gridare “ Andiamo Oliver, puoi davvero fare questo”.Senza voler dirmelo direttamente, sapevo che questo significava solo una cosa – stavo vincendo la gara!

    La corsa

    Wow, che caldo!Ho passato il primo 1km della corsa a sistemarmi in un ritmo, come sempre uscire dalla transizione un po'veloce!A circa 1.5km mi ritrovai a correre con un messicano e un atleta svizzero e cominciammo a lavorare insieme per accelerare il passo.Ci stavamo dando l'incoraggiamento a vicenda sulle colline (c'erano due gradini in più) e il messicano mi ha anche offerto un po'della sua acqua quando ho perso la mia tazza alla stazione di soccorso!  Da questo punto, era in alto 20s Celsius così sono stato molto grato per l'acqua!

    Dopo un giro del 2-giro, sapevo che dovevo dare tutto se volevo vincere.Non ho mai spinto cosi'tanto lontano dal traguardo, ma una volta iniziato, non c'era modo di guardare indietro.Scendendo il rettilineo di finitura, l'ho dato assolutamente tutto, in quanto ero ancora t sicuro ero in testa.Sono caduto al pavimento dopo aver attraversato la linea e dopo circa cinque secondi ho sentito il commentatore dire: "8220; Ben fatto Oliver Crossley, il nostro nuovo campione del mondo!𔄤

    Sapevo di essere in buona forma e ho sempre creduto in me stesso, ma  quando ho vinto davvero, riuscivo ancora a crederci!

    Voglio dire un grande ringraziamento al mio allenatore Andy che ha lavorato molto a stretto contatto con me per arrivare a questo punto e alla mia famiglia per il loro incredibile supporto attraverso la formazione e le corse!

    Informazioni sull'autore: Oliver Crossley. è un Team GB Age Group triathlon e ambasciatore sunessiccato.

    Posted by Guest Account
  • Hever Castle Standard Triathlon 2019 Race Report

    Hever Castle Triathlon 2019 rapporto gara

    Sundried ambasciatrice Sophie Kennedy è tornato a correre dopo aver avuto il suo primo figlio e fornisce un rapporto dettagliato sull'iconico triathlon del Castello di Hever.

    "Hai confezionato il latte?"

    Non è una domanda che faccio normalmente la mattina di un triathlon, ma quest'anno è stato diverso. Quest'anno ho avuto una nuova recluta nella mia squadra di allegria. Il mio bambino di 14 settimane. Il latte era ancora in frigo; eravamo già in viaggio.

    Fortunatamente, le tempeste previste hanno fatto sì che tutte le gare fossero ritardate di 1 ora, quindi a casa per il latte siamo andati! Sfortunatamente, il tempo era ancora triste per il resto della giornata.

    Quest'anno mi sono sentito molto diverso. Nessuna delle normali farfalle pre-gara. Non ero nervoso per come mi sarei comportata. Ma mi mancava la fiducia in me stesso attraverso tutta la registrazione e l'istituito. Forse perché la mia testa non era completamente lì. O forse è stata la consapevolezza che avevo fatto circa il 30% del piano di 8 settimane, che ho iniziato il giorno dopo il mio check-up postnatale di 7 settimane. Non importa alcuna possibilità di praticare transizioni fluide! Ma, mentre ascoltavo il briefing di gara, ho iniziato a sentirmi felice. Mi sono rilassato e non vedo l'ora dell'incertezza e della sfida che deriva dal triathlon.

    Il nuoto

    L'acqua è stata misurata a 15 gradi Celsius freschi un paio di giorni prima, quindi le mute erano obbligatorie. Non ero certamente abituato a queste condizioni con la mia nuotata tiepida settimanale nel centro ricreativo locale! Penzolando le gambe in acqua, l'unica cosa perché era saltare dentro e breeeeathe. Faccia sommersa, occhiali controllati e poi ho capito che il corno si è spento. La nuotata è stata molto interessante. In un lago poco profondo e torbido scavato da 800 uomini in 2 anni, la nuotata si snodava intorno a un'isola lungo un percorso stretto. Questo ha lasciato poco spazio tra i concorrenti e ho ottenuto le solite poche schiacciate da braccia oscillanti sopra la testa. Il mio team di applausi mi stava aspettando mentre uscissi dall'acqua e ho dato un bacio al piccolo mentre passassi.

    La transizione 1 è stata neutralizzata a causa del maltempo e delle condizioni del suolo, quindi significava che non c'era pressione per correre fino alla sezione della bici. Questo mi ha dato la possibilità di ricontrollare che avevo tutta la mia attrezzatura prima di partire. La testa dei genitori avrebbe potuto facilmente farmi partire con un berretto da bagno per un casco!

    Hever Castle triathlon start wetsuit triathletes

    La Moto sono

    saltato sul mio fidato destriero di 6 anni quando è iniziato il timer per la sezione bici. Solo per trovare fango sulle mie tacchette assicurato che non ci fosse modo che si agganciavano ai miei pedali senza trovare una pozzanghera di cui sguazzare all'inizio. Il mio team di tifo ha cercato di avvertirmi che molti avevano fatto lo stesso errore, ma purtroppo non avevamo imparato il linguaggio dei segni per "pulire le tacchette" in anticipo.

    Tacchette pulite e spente siamo andati dritti in salita. Il resto del percorso in bici sarebbe ondulato e umido, con alcune buche e alcuni di noi si sono trovati smistati a una sosta completa per alcuni minuti per consentire il passaggio del traffico. Non sono stato in grado di spingerlo sulla moto quanto avrei apprezzato come avevo lasciato il dolore al polpaccio dal chilometro 6. Probabilmente un muscolo stretto che non volevo strappare. Quindi, piuttosto che il normale dolore di spingere il ritmo, ero distratto da questo dolore e sperando che resisteva e non influenzava la mia corsa ... Resta positivo. Pensa alla corsa quando la moto è fatta.

    La Run

    Transition 2 è stata fluida e prima che me ne rendessi la vita ero fuori sul percorso di corsa. Sorprendentemente, non c'era dolore al polpaccio, quindi ho ottenuto la molla nel mio passo abbastanza rapidamente. In qualche modo sono scappato senza sentire anche le normali gambe di gelatina post-bici. Forse perché non l'ho spinta così forte sulla moto, forse la fortuna, forse tutta la recente corsa a piedi nudi a breve distanza ha aiutato, o forse stavo solo amando la vita.

    Come la sezione bici, il percorso di corsa era ondulato. A differenza della sezione bici, alcune parti del percorso erano colline estremamente paludose e fangose fatte per i viaggi della natura. Ho prosperato segretamente in questo. Sono un amante dei sentieri e delle sfide imprevedibili che si trovano meglio nei grandi spazi aperti. Ho lasciato che le mie gambe mi portasse velocemente e con sicurezza sul basso e lascia che la mia testa scegliesse il percorso migliore sugli alti. Mi è piaciuto molto l'esperienza e sono contento di sorpassare il più delle volte.

    Il traguardo

    con 5 chilometri da percorrere mi sono detto 'è solo un Parkrun'. A 1 km dalla fine ho scavato e mi sono preparato per accelerare il ritmo per gli ultimi 500 m. Qualunque evento abbia mai fatto, adoro una buona finitura! Ho sentito il mio ragazzo applaudirmi al traguardo e non vedevo l'ora di vedere entrambi i miei ragazzi dall'altra parte. E questo è tutto. Era finita. L'avevo fatto. Non solo, mi è piaciuto! Sembrava un vero caso di "credeva di poter, così ha fatto". Forse il parto mi ha anche dato un nuovo senso di cosa sia la dura resistenza e un nuovo livello di gestione del dolore. Il mio vero take-home era che il mio corpo mi aveva permesso di crescere un bambino e completare un triathlon tutto entro un anno

    E poi c'era la cena domenicale e una pinta con i miei ragazzi dopo.

    Qual è stata la cosa migliore di questo triathlon?

    I giardini del castello erano piuttosto impressionanti e sarebbero stati anche al sole. Ha fatto per una delle nuotate più interessanti e delle corse divertenti, anche se non penso che tutti saranno d'accordo con me su questo!

    Certamente non era un corso per ottenere un PB, ma la nuotata e la corsa mi si adattava. Il corso di nuoto era stretto. Le strade non erano chiuse per il ciclo e c'erano alcuni tratti ragionevolmente insidiosi. La corsa era una pista fangosa.

    Cosa farei in modo diverso?

    Non dimenticare il latte. Controlla la mia bici il giorno prima per evitare di dover riparare i freni disallineati. Metti i lacci elastici sui miei trainer prima della mattina dell'evento per evitare lacci mal aderenti e perni e aghi successivi in fuga. Tutte cose che probabilmente avrei fatto o non dovevo fare se non avessi avuto un bambino.

    Cosa terrei lo stesso?

    Solo avere un evento nel diario mi ha riportato la mia identità e il mio scopo dopo il parto. Molte persone hanno detto di non mettere pressione a me stesso, ma non l'ho fatto e l'allenamento e l'evento hanno avuto un impatto positivo sul mio benessere. Non preoccuparsi troppo del piano; adattarlo intorno alla mia vita e alla mia famiglia piuttosto che il contrario. Ricordando perché faccio triathlon; per la gioia non lo stress!

    Nutrizione Attualmente

    sto allattando, quindi le esigenze nutrizionali differiscono.

    2,5 ore prima dell'inizio della gara - Avena notturna: avena, semi di chia, banana, estratto di vaniglia, cannella, uvetta, datteri e latte d'avena.

    30 minuti prima dell'inizio della gara - piccola barra di energia

    10 minuti prima dell'inizio della gara - gel di energia isotonica

    T1 - gel di energia isotonica

    Sulla moto - 2 barre di

    T2 - gel energetico isotonico

    corsa - energia isotonica gel

    Idratazione

    Tazza mattutina di tè al limone e zenzero

    d'acqua completa da 750 ml con due compresse elettrolitiche consumate

    sorsi d'acqua dalle stazioni di alimentazione

    Sonno

    causa dell'allattamento al seno e dell'incapacità generale di dormire. Il ragazzo ha gentilmente fatto un bambino nutrirsi con la bottiglia.

    Abbigliamento e

    abbigliamento Nuoto: trisuit, muta a figura intera, berretto e occhiali

    Bici: trisuit, cintura numero gara, zip up cycle top, occhiali per lenti gialle, scarpe da bici con tacchette, calze, camera d'aria di ricambio, pompa e attrezzi, 750ml idratazione

    Run: Scarpe da trail, tuta tri e cintura numero gara, gel energetico

    Allenamento

    triathlon intermedio

    1 nuotata a settimana dal piano.

    3 sessioni turbo nelle 8 settimane successive a una delle sessioni del piano.

    3 gite in bicicletta all'aperto nelle 8 settimane (1h20, 1hr30 e 2h40)

    3 corse a piedi nudi a settimana con un passeggino da e per classi / gruppi. 3-4 km a senso unico. Le esercitazioni del piano sono state incluse ove possibile. Una manciata di corse più lunghe.

    1 lezione di yoga per mamma e bambino a settimana

    Ispirazione

    Podcast: Team Oxygen Addict, Feel Better Live More, Tough Girl Challenges (per citane alcuni)

    Libri: The Triathlete's Triathlon Bible (Joe Friel), A Life Without Limits (Chrissie Wellington), Bump Bike and Baby (Moire O'Sullivan)

    Programmi: Iron Cowboy: The Story of the 50.50.50

    E dopo?

    Mi piacerebbe fare un triathlon a tutta distanza, ma con le mie priorità concorrenti di avviare una famiglia e convertire un camper significa che sto cercando di fare un altro triathlon a media distanza o una maratona ultra la prossima estate.

    Informazioni sull'autore: Sophie Kennedy è un personal trainer, atleta e ambasciatore Sundried.

    Posted by Guest Account
  • Relazione sulla sfida Roth Race

    Datev Challenge Roth Long Distance Triathlon Race Report Sunsecched Activewear

    Chris Panther. è un ambasciatore triathlon e sunsecche.Ci racconta la sua esperienza in uno dei più grandi e iconici triathlon a lunga distanza del mondo: Challenge Roth in Germania.

    Razza Build-Up

    Avendo goduto del triathlon per la parte migliore di dieci anni e essendo consapevole delle corse a lunga distanza, sono stato molto ingenuo quando finalmente ho preso il coraggio di entrare in uno.Avevo un paio di amici che gareggiavano ogni anno, quindi ho pensato fosse meglio se venissi con me per la prima volta.

    Non avevo idea di come allenarmi e nemmeno di quale corsa entrare.Ho seguito il flusso.Quando il mio amico ha detto che era entrato in tutti noi per 160; Challenge Roth, ero nervoso e camminavo in esso cieco.

    Sono un nuotatore, quindi non ero affatto preoccupato per il nuoto, ma il resto sarebbe stato difficile.

    In aprile ho pedalato da John O Groats a Land's End in 7 giorni.Ho preso un virus dal tempo scozzese, quindi è stato particolarmente duro e sono venuto bene solo l'ultimo giorno.Ho perso una pietra (14lbs/6kg) in peso durante la settimana mentre lottavo per mangiare.Non appena ho finito, non ho mai voluto vedere la mia bici più figuriamoci tornare su di esso.

    Scappare, d'altra parte, era qualcosa che non mi piaceva.Credo che la mia corsa piu'lunga ad oggi sia stata dieci miglia e ho avuto un'avversione per le sessioni di mattoni che non sono an date bene.

    Pre-Razza

    Luglio arrivato e fuori abbiamo guidato fino al tunnel dalla Cornovaglia, seguito da una corsa veloce attraverso la Francia e siamo arrivati a Roth prima sera.Roth è una bella città in Baviera, Germania con laghi mozzafiato per nuotare in – che sembrava piena di triathlon in previsione della corsa.

    Il processo di registrazione per la corsa era semplice.Abbiamo avuto una giornata per avere un ciclo intorno a 160e per impostare le nostre moto in transizione.

    Il Nuoto

    Mentre partivo nella mia onda, ho visto alcune persone uscire di fronte a me, ma devo averli superati mentre ero il primo a prendere la borsa di transizione dopo essere uscito dall'acqua.Quindi e'andata bene e male in bici.

    Sfida Roth Lake nuoto aperto triathlon

    La moto

    Avevo preso in prestito la bici TT del mio amico e stavo usando delle scarpe che erano un po'strette...Ne riparleremo più tardi.

    Il corso della bici era fantastico; due cicli con minime arrampicate, in bicicletta attraverso villaggi pittoreschi con la gente del posto sedeva al lato della strada bevendo birra ai tavoli.E'stato fantastico.La parte migliore è stata l'iconica Solarburg Hill, dove si sente di essere  nel Tour de France con persone che si dividono davanti a voi mentre si sale e non si può fare altro che sorridere.Devi farlo anche due volte!

    Verso la transizione, stavo lottando con la mancanza di pianificazione nutrizionale.In piu', sono sceso dalla moto e non riuscivo a muovere le dita dei piedi perche'erano cosi' intorpidite dalle scarpe strette.

    Sfida corso di bici Roth in bicicletta triathlon

    Solarburg Hill catturato dal fotografo Kevin Mackinon.

    La corsa

    Ho preso dei calzini per compressione dei vitelli e delle scarpe da corsa e ho preso delle noccioline e un drink prima di partire per la corsa.

    Circa 10k, ho iniziato a farmi cucire.Credo sia stato per aver mangiato le cose sbagliate e non aver avuto un buon piano alimentare.Io piansi lentamente verso una passeggiata ed è diventato un lungo, lungo pomeriggio.Il mio amico mi ha visto a un certo punto e mi ha detto che sembro la morte!

    Ho perso la testa in una corsa/passeggiata che includeva anche un po'di chiacchiere.Sono arrivato lentamente all'ultimo 500m e mi sono sentito un po'emotivo.Anche se il mio tempo finale era spazzatura.

    Daniela Ryf triathlon triathlon Challenge Roth

    Pro triathlete Daniela Ryf sulla sezione running della Challenge Roth

    Riflessioni

    Che giornata e che razza di gara per il mio primo triathlon a lunga distanza.Sia i registri del mondo maschile che femminile sono stati infranti e avro'i ricordi per sempre.La prossima volta farò più allenamenti di mattoni e eseguire l'addestramento.Passiamo al prossimo!

    Posted by Guest Account
  • Sfida Peguera-Mallorca Triathlon 2019

    Sfida Peguera-Mallorca Midde Triathlon 2019

    Formazione pre-Razza

    12 mesi fa, ho corso il mio primo triathlon a meta'distanza alla Challenge Peguera-Mallorca e ho imparato un sacco di lezioni sulla corsa a quella distanza.Cose come la nutrizione e il pacing divennero più importanti che mettere insieme una buona corsa in bici.E'stato difficile da dire.

    Da quella gara 12 mesi fa, I ve aveva negri, corse un altro 70.3, addestrato più specificamente per 70.3, investito in una bici a prova di tempo e imparato a combustibile per questo stile di corsa.È stato turbolento e inquietante a volte ma s ciò che mi ha fatto amare triathlon e ciò che sono in grado di fare ancora più che mai.

    Il mio contributo alla Challenge Peguera-Mallorca era stato buono, nuotare e cavalcare stava andando molto bene, racking le miglia.Correre era un po'meno sul lato coerente con un Achille che si aggirava, ma da circa le 7-8 settimane fuori sono riuscito a ottenere un buon blocco di corsa coerente.Gestire alcune delle mie piste più lunghe mi ha sicuramente dato fiducia, ma c'è ancora molto spazio per crescere dalle mie tre corse a settimana.

    Giornata delle corse

    La mattina della corsa mi sono sentito soddisfatto e calmo con un fuoco nella pancia per uscire e correre.Piena fiducia nella mia forma fisica e pacing, dovrei concentrarmi solo sulla nutrizione e sugli aspetti tecnici della mia forma.Due panini al burro d'arachidi e marmellata, una biscuit a e due bottiglie di acqua elettrolitica dopo, era tempo di allinearsi e ascoltare Pirati dei Caraibi all'inizio.Il silenzio cadde.Sembrava Klaxon.Ci siamo lanciati sulle maree burrose del Mare Baleario.

    Il Nuoto

    Ho avuto un grande inizio, fuori e fuori dalla maggior parte del campo ancora immersioni delfini e guadare la loro via d'uscita.Durante il nuoto, individuare le boe era difficile per la parte migliore.Ho spesso passato il mio tempo visualizzando e semi-indovinando che stavo nuotando nella giusta direzione, guardando indietro la spiaggia e altre boe che avevo passato.Un body surf da sballo sulla spiaggia mi ha dato un secondo spazio su un paio di ragazzi che hanno mancato l'onda!Sono uscito dall'acqua in 2°, sulla spiaggia di sabbia pesante e attraverso T1.

    open water nuoto Challenge Peguera-Mallorca triathlon a metà distanza

    La moto

    La sfida Maiorca ha il più spettacolare corso in bici; un sacco di colline, discese rapide e sezioni piane veloci.Qualcosa per tutti, si potrebbe dire.Ero praticamente fuori da solo per la maggior parte del primo giro passando attraverso il punto di metà in 1'ora 13 minuti e sostenendo che fino a finire la bici in 2 ore 29 minuti.Certo, il vento ha ripreso il secondo giro, ma in ogni caso, ero soddisfatto del mio ritmo lungo i giri.

    La corsa

    Attraverso T2 e in fuga, mi sentivo bene, ma il calore del sole cresceva in giro.Ho lavorato sodo per tenere duro il ritmo e usare le stazioni di soccorso per concentrarsi anche sulla corsa.Le stazioni di soccorso erano molto utili con spugne ghiacciate che potevamo afferrare e raffreddare.

    A questo punto, sapevo che la mia nutrizione stava andando bene.Io ero et crampi, bonking o gonfio, tutto ciò che avevo sperimentato in passato con alcune interessanti tattiche nutrizionali.

    Ho attraversato la linea in 4:29:50, circa sedici minuti più velocemente dello scorso anno, terzo nel mio gruppo di età, 12th Age Grouper generale, e 40th nel complesso, inclusi i pro e la qualifica per il Campionato di Sfida 2020.Ero piuttosto soddisfatto del mio risultato e del duro lavoro.Questo è stato sicuramente un ottimo passo personale più vicino alla mia licenza pro.

    running triathlon finish Challenge Maiorca

    Riflessioni

    Ora è il momento di riposare e rilassarsi con un po'di fine stagione pausa prima di tornare al lavoro e prepararsi per 2020.Un grande ringraziamento a tutti coloro che mi hanno sostenuto quest'anno!

    Informazioni sull'autore: Harrison Rolls-King è un ambasciatore competitivo triathlete e Sunsecched.

    Posted by Guest Account
x
x