• Arch To Arc Triathlon

    arco per arco triathlon nuotare canale inglese

    L'Arch To Arc Triathlon è considerato uno degli ultimi test di resistenza. Gli atleti viaggiano dal Marble Arch di Londra all'Arco di Trionfo di Parigi correndo, nuotando e andando in bicicletta per quasi 250 miglia. Questa gara non è per i deboli di cuore!

    Itinerario

    La gara inizia con una corsa di 87 miglia dal Marble Arch di Londra, nel West End, a Dover, nel Kent. Da lì è una brutale nuotata di 22 miglia nelle acque di 15 gradi del Canale della Manica. All'arrivo in Francia, è quindi un ciclo di 180 miglia attraverso la campagna francese fino all'Arco di Trionfo a Parigi. Solo 42 atleti hanno mai completato questa sfida.

    Sfida atleta essiccato

    Organizzazione

    La gara A2A è organizzata da Enduroman Events. Questa organizzazione organizza eventi come il Triple Enduroman il quale è un7,2 miglia di nuoto, 336 miglia in bicicletta e 78 miglia di corsa. È come fare 3 gare Ironman complete schiena contro schiena! Organizzano anche varie ultra-maratone e gare di nuoto estremo.

    Leggi la nostra intervista a Il finisher di Arch To Arc Paul Parrish per una vera idea di come sia questo evento.

    Arch To Arc Triathlon Records (informazioni corrette al 2018)

    L'uomo più veloce

    Cyril Blanchard

    TEMPO
    Esegui Split 18:35:00
    Aspetta a Dover 06.21:00
    Swim Split 14:47:00
    Aspetta a Calais 06:25:00
    Bike Split 13:48:00
    Tempo complessivo 59:56:00

     

    La donna più veloce

    Jo Rodda

    TEMPO

    Esegui Split 19:52:00
    Aspetta a Dover 16:47:00
    Swim Split 15:40:00
    Aspetta a Calais 09:06:00
    Bike Split 17:14:00
    Tempo complessivo 78:39:00
    Posted by Alexandra Parren
  • In bicicletta sull'Alp d'Huez su una bici da post di Luke Elgar

    Ciclismo Biciclette Sfida di fitness in montagna delle Alpi

    Per alcuni anni un gruppo di noi ha affrontato sfide un po '"là fuori" per beneficenza. Di solito sono a tema Royal Mail perché la maggior parte di noi è postini e donne. Dal portare i carretti della posta a ciascuna delle 3 vette (Snowdon, Ben Nevis e Scafell Pike) al percorrere varie distanze sulle bici da posta Pashley a 3 velocità, abbiamo quasi esaurito ogni idea sensata.

    Con questo in mente, quest'anno abbiamo deciso di spingere i confini: sicuramente siamo i primi a conquistare l'Alp d'Huez su biciclette da 25 kg costruite per la consegna della posta? L'idea era stata avanzata e senza pensarci troppo, quattro di noi hanno avuto il momento "si vive solo una volta" e hanno convenuto che questo era l'evento dell'anno.

    Penso che tra di noi tutti avessimo dubbi sull'idoneità delle bici e se le nostre gambe sarebbero state in grado di trasformare la più piccola delle 3 marce interne del mozzo sull'impietosa pendenza dell'Alp d'Huez. Tuttavia, abbiamo tenuto tutti i nostri dubbi per noi nel timore di essere il partito pooper del gruppo. La raccolta di fondi è iniziata lentamente, ma mentre il viaggio si avvicinava e abbiamo iniziato a pubblicare le foto delle nostre biciclette decostruite per adattarsi al tetto dell'auto, la gente ha visto che eravamo entrambi seri e stupidi, il che significa che il supporto si è riversato dentro.

    bici ciclismo equitazione montagna Francia

    Il nostro viaggio verso le Alpi nel sud della Francia è stato molto più piacevole poiché ogni notifica e-mail era un altro messaggio di generosità e incoraggiamento di GoFundMe. Gli ultimi 12 chilometri fino al nostro hotel, tuttavia, ci hanno fatto sentire freddi e silenziosi mentre salivamo su ciò che ci aspettava il giorno successivo. Dall'auto abbiamo assistito a una salita che sembrava non staccarsi mai e ad ogni tornante ci è sembrata subito più ripida all'uscita dalla curva. Risalendo la montagna fino al rifugio sciistico in cima, abbiamo rotto lentamente il nostro silenzio collettivo sulla nostra mancanza di fiducia nelle biciclette e nelle nostre gambe. Una pinta veloce e una pizza probabilmente non erano la ricetta del successo di Geraint Thomas, ma questi cinque giorni erano prima della sua vittoria, quindi sapevamo a chi non inviare un'e-mail per chiedere consiglio.

    evento di raccolta fondi di beneficenza per la sfida a cavallo in bicicletta

    Grazie alla tempistica del nostro viaggio in coincidenza con il Tour de France (anche se manca la tappa di una settimana), siamo stati lieti di vedere i fan nelle case mobili prontamente tracciati con largo anticipo per garantire una visione privilegiata mentre i professionisti hanno lottato su uno la vetta più famigerata finisce. Mentre rotolavamo giù dalla montagna la mattina seguente - le pause sono state saldamente afferrate dappertutto - siamo stati accolti con sguardi di perplessità e divertimento da olandesi, belgi e altri appassionati di ciclismo allo stesso modo. Essere approvati da snelli francesi per il valore della fibra di carbonio del risparmio di una vita non ci ha dato fiducia mentre continuavamo dall'inizio per quella che sembrava un'eternità.

    Radunati in fondo intorno alle 9 del mattino, il sole si stava già facendo conoscere e abbiamo deciso subito di ripartire prima di metterci troppo a nostro agio. Tutti i nervi ei dubbi c'erano fino al secondo tornante su ventuno. Mi sono stabilito in un ritmo e mi sono reso conto abbastanza presto che il cambio della bici era straordinariamente adatto e che nonostante la sua continua salita senza appiattimento in nessun punto, la marcia più piccola in cui sono rimasto per la sua interezza era all'altezza della sfida. La salita in alcuni punti ha raggiunto il 12% di pendenza e non è scesa sotto l'8% dall'inizio alla fine, tuttavia sapendo che la bici era all'altezza della sfida ho avuto il conforto di sapere che era tutto merito della nostra forma fisica. Abbiamo tutti gareggiato in più triathlon che vanno dalla distanza sprint all'Ironman, il che significa che la forma fisica di base era lì ma avevamo lavorato abbastanza duramente? E come è andata la nostra salita in collina?

    Circa 8 km più in alto raggiungiamo quello che è noto come angolo olandese dove folle di fan del Tour De France invadono i motociclisti nei loro patriottici abiti arancioni. Nonostante i professionisti non arrivassero per un'altra settimana, i camper erano già parcheggiati e la musica risuonava da un gazebo color mandarino. Questa era la nostra unica pausa per riorganizzarci rapidamente, riempire le nostre bottiglie di bevande e prendere un gel energetico. L'ultima spinta è stata notevolmente più calda poiché l'altitudine significava meno ombra degli alberi e lunghi tratti di asfalto innalzamento erano davanti.

    Quando abbiamo raggiunto la vetta, la stazione sciistica invernale è diventata un paradiso rivestito di lycra con caffè e boutique per ciclisti. Fortunatamente, i bar rimangono bar e ci siamo reidratati insieme a un festival francese di Harley Davidson. Le idee per la nostra prossima sfida sono già state rimbalzate, ma siamo sempre aperti a suggerimenti.

    Circa l'autore: Luke Elgar è un postino a tempo pieno, triatleta e ambasciatore di Sundried.

    Posted by Guest Account
  • Essex 100 Sportive 2018

    Essex bike ride sportif beneficenza

    L'Essex 100 Bike Ride è organizzato da Action Medical Research ed è uno di una serie di gite in bicicletta messe su per raccogliere fondi per questa organizzazione benefica. L'Essex 100 inizia e termina a Central Park a Chelmsford e si occupa dello splendido scenario e delle tranquille stradine di campagna del nord rurale dell'Essex.

    Ci sono tre distanze tra cui scegliere - 101 miglia, 60 miglia o 40 miglia - e tutti i partecipanti ricevono una medaglia del finisher. Ho deciso di iscrivermi alla corsa di 60 miglia come parte della mia preparazione per l'evento Prudential RideLondon del prossimo anno che è di 100 miglia. Decisi che se potessi sopravvivere a 60 miglia in sella e finire con un sorriso sul viso, avrei potuto sopravvivere per 100 miglia.

    Registrazione

    Dall'inizio alla fine, questo evento è stato incredibilmente ben organizzato. Le informazioni sulla gara pre-evento inviata via e-mail a ciascun concorrente contenevano tutte le informazioni necessarie e c'era un parcheggio gratuito per eventi che era un bel tocco. Il processo di registrazione è stato molto fluido e così veloce che prima che me ne rendessi conto, stavo ascoltando il brief della gara e mi sono diretto sulla strada.

    Il percorso

    Il percorso è stato ottimamente eseguito e pianificato molto bene. La segnaletica era molto chiara e in nessun momento mi preoccupavo di essere andato nella direzione sbagliata, anche senza altri ciclisti in giro per assicurarmi. La maggior parte delle strade erano senza traffico in quanto erano piste di campagna così piccole e inutilizzate e questo ha reso il ciclismo molto semplice e mi ha dato l'opportunità di godermi il paesaggio.

    Ci sono stati alcuni momenti pelosi, come un lungo tratto di strada con ghiaia sciolta e alcune curve affilate e discese ripide, ma per la maggior parte dei ciclisti questa sarebbe stata una pratica standard. Anche tornare nell'affollato centro di Chelmsford è stato abbastanza tranquillo, nonostante il traffico.

    Direi anche che questa corsa è stata abbastanza "facile" (facile come può essere trascorrere 4 ore in bicicletta) a causa del delicato profilo di elevazione. Non c'erano grandi salite ma direi sicuramente che il percorso è ondulato - stavo cambiando marcia ogni pochi minuti per ospitare i continui alti e bassi. Direi sicuramente che questo percorso è adatto ai principianti e qualsiasi ciclista sarebbe in grado di completarlo.

    L'unica cosa che direi di questo giro rispetto agli altri sportivi che ho fatto è che perché non c'erano così tanti partecipanti, si è un po 'solo là fuori! Ho trascorso la maggior parte del corso da solo mentre in altre giostre ho avuto un flusso costante di altri ciclisti intorno a me. Non era una cosa che mi importa va però.

    Verdetto

    Questo giro è stato estremamente piacevole e dall'inizio alla fine è stato molto ovvio quanto fosse ben organizzato e amichevole. Le zone di alimentazione / fermate di riposo erano molto ben posizionate e c'era un'ampia opportunità di sedersi, riposare, utilizzare le strutture e riempire bottiglie d'acqua e rifornimento. Tutti i membri che hanno partecipato erano di ottimo umore e consiglierei sicuramente questo evento ad altri.

    Posted by Alexandra Parren
  • Ironman Svizzera Zurigo 2018

    Ironman Svizzera Zurigo Running Finish

    Il mio primo Ironman.

    3,8 km di nuoto, 180 km in bicicletta, 42,4 km di corsa

    La costruzione del mio primo Ironman era un misto di emozioni, dai nervi all'eccitazione e una mente costante piena di domande che mi ronzavano in testa. Le ultime settimane di allenamento prima del tapering sono state le più dure e quando i miei figli si sono lasciati per le vacanze estive, la routine è diventata più difficile da gestire. Tuttavia, sono arrivato alla linea di partenza dopo aver accumulato migliaia di miglia in allenamento.

    Mio marito ed io siamo arrivati ​​in Svizzera giovedì e già c'era un'atmosfera Ironman. Zurigo era bella ma estremamente calda. Il venerdì, siamo scesi al villaggio dell'evento per registrarci. All'improvviso mi sono sentito in soggezione per l'intera esperienza. La registrazione è stata abbastanza facile e così è stato spendere soldi nel negozio dell'expo. Ho ritirato la mia bici che era stata spedita da Ship My Tri Bike - un'opzione molto conveniente e l'ho presa per un giro di prova pre-gara. Le strade erano fantastiche ma le mie gambe sembravano gelatinose, tuttavia, tutto con il mio Argon funzionava, il che è stato un sollievo. Dopo la corsa, in qualche modo sono riuscito a commettere un grosso errore da principiante presentandomi al Race Brief francese piuttosto che inglese - questo non ha aiutato con il nervosismo pre-gara. Nel tentativo di tenere sotto controllo i miei nervi, ho deciso di fare una nuotata sul Lago di Zurigo. Il lago, sebbene bello, era vasto e molto più agitato di quanto apparisse, molto diverso dal lago di casa.

    Il sabato è stata una mattinata abbastanza fredda che girava intorno a Zurigo, cercando di tenersi il più lontano possibile dai piedi. Il pomeriggio è stato speso nel villaggio dell'evento travasando la mia bici e appendendo le mie borse rosse e blu in transizione pronte per il giorno della gara. Gli eventi Ironman hanno un modo molto diverso di fare i lavori con le varie borse. Ciò richiede un'attenta pianificazione e considerazione, ma funziona molto bene durante la giornata. Ho scattato foto in transizione per aiutare a visualizzare le entrate e le uscite, e ho anche preso nota dei punti di riferimento per trovare la mia bici - la transizione è stata enorme con le bici imballate molto strettamente e vicine l'una all'altra. La prossima volta che sarei stato in transizione sarebbe stato il giorno della gara: finalmente è arrivato il momento di affrontare la sfida che aveva consumato così tanto tempo ed emozioni nei mesi precedenti.

    Dopo un po 'di sonno e molto sveglio, la sveglia è suonata alle 4 del mattino. C'era un'atmosfera nervosa in albergo durante la colazione. Molti riconoscimenti a vicenda ma pochissima conversazione. Dopo un caffè e un po 'di cibo, abbiamo camminato per i 30 minuti prima della transizione. Non potevo credere di essere arrivato al giorno della gara. Camminare era inquietante e le strade erano un misto di triatleti vestiti di lycra e gli ultimi festaioli della sera prima.

    Arrivando alla transizione, ho sentito subito che era stata confermata come non muta. La dimensione della sfida davanti a me è diventata improvvisamente molto reale e ci sono voluti tutti i miei sforzi per controllare le mie emozioni in questo momento. Mio marito ed io siamo andati all'inizio della nuotata dove l'atmosfera era surreale. Una cosa che era molto evidente era il rapporto tra uomini e donne: improvvisamente mi sentivo molto piccolo. Mi sono posizionato verso la parte posteriore del box normale, aggiungendo altri 10 minuti al mio tempo previsto per riflettere la nuotata senza muta. Il mio obiettivo per questo evento era completare (non competere); ed essendo non muta volevo trovare il mio spazio. La gara è iniziata rapidamente in quanto gli atleti sono stati ammessi in acqua 8 alla volta a intervalli di 5 secondi. Sono andato in acqua. Ho interrotto la nuotata nelle boe segnaletiche individuali e presto ho preso un ritmo. Era un percorso di un giro e il rettilineo sembrava non finire mai. Quando ho fatto l'ultima svolta non mi sono mai sentito più sollevato: ero quasi uscito dall'acqua!

    Tempo di nuoto di 3,8 km: 01:31:43

    Ironman Svizzera Zurigo nuotare nel lago

    Quando sono uscito dall'acqua, mi sono imbattuto nel T1, ho indossato la mia roba da bici, ho trovato la mia bici, oh caro la catena era appesa ... Ovviamente era stato bussato perché qualcuno aveva preso la loro bicicletta. Sono riuscito a rimetterlo in funzione e sono andato via. Non vedevo l'ora che arrivasse la moto durante la fase di preparazione. Il percorso era di 2 giri e iniziava in piano prima di affrontare alcune salite in alcuni degli scenari più belli e pittoreschi che abbia mai visto.

    Sfortunatamente per me, non riuscivo a sistemarmi nella mia solita zona e sono diventato subito molto a disagio. Stavo lottando per rimanere aerodinamico poiché il mio petto si sentiva ristretto e il mio collo era molto teso. Questo non era secondo i piani. Il supporto sul percorso è stato fantastico, specialmente su Heartbreak Hill, che è stato come pedalare attraverso una sezione del Tour de France. Era anche il luogo in cui mio marito mi dava una spinta tanto necessaria.

    Quando sono entrato nel secondo giro, la temperatura si stava alzando (35 gradi); e divenne più una battaglia mentale che fisica. Mi sentivo nauseato e dovevo forzare l'alimentazione per cercare di attenermi al piano. Le due ore successive sono state brutali e dopo 6 ore e 18 minuti sulla bici sono tornato al T2 sentendomi piuttosto orribile.

    Tempo di percorrenza 180 km: 06:19:46

    bici ciclismo Ironman

    Non sono sicuro al 100% di cosa ci sia voluto così tanto, ma dopo 8 minuti in T2 sono partito per la maratona. Fino a poco tempo fa, la corsa è sempre stata la mia disciplina preferita e più forte. Non è stato così il giorno della gara. Ogni volta che correvo mi sentivo male, per niente aiutata dal caldo. Il supporto alle stazioni di soccorso è stato eccellente e sono state attrezzate al 100% per le temperature torride, emettendo ghiaccio e spugne fredde. Nonostante questo, il mio corpo aveva idee diverse e mi ammalavo ogni pochi minuti, rendendo molto difficile stabilirmi in qualsiasi ritmo.

    Sapevo che ora sarebbe stato un pomeriggio molto lungo, ma non c'era verso che mi stavo arrendendo: dovevo tornare a una strategia diversa. Camminare in una gara mi era estraneo, ma sapevo che dovevo trovare una strategia per farmi evitare, quindi ho deciso di correre il più a lungo possibile e poi camminare per 3 minuti (mentre vomitavo)!

    Alla fine ho fatto il primo dei 4 giri che in modo piuttosto crudele ti porta oltre il tappeto rosso e il traguardo. Vedere questo e l'atmosfera alla fine mi ha dato la motivazione per andare avanti. Mio marito era incredibile in fuga e continuava a sorprendermi apparendo in posti che mi facevano andare avanti.

    Alla fine, dopo alcune ore molto lunghe e dolorose, sono arrivato al quarto giro e la fine era in vista .. Via sono partito per il mio ultimo giro di Zurigo ... gli ultimi due km sembravano durare un'eternità ma in lontananza Potevo sentire la musica del traguardo ed essere in grado di raccogliere la mia quarta band è stata una sensazione incredibile. Sono riuscito a correre gli ultimi chilometri e quando sono entrato nella ripresa finale le emozioni sono arrivate a fiumi. Ho visto mio marito tra la folla e ho sentito quelle famose parole - Leanne James - TU SEI UN IRONMAN.

    Tempo di percorrenza 42,4 km: 05:26:42

    Ce l'ho fatta finendo in 13:32:46. Era molto lontano da dove speravo di finire, ma non mi importava. Sono scoppiato in lacrime quando ho incontrato mio marito mentre gli eventi della giornata si sono susseguiti. Ci siamo poi goduti la festa al traguardo ed è stato estremamente emozionante vedere tutti finire la loro gara ... tutti con le proprie storie ed esperienze.

    Un paio di settimane dopo ed è stato fantastico passare del tempo con la famiglia e gli amici con solo un allenamento leggero prima di iniziare il blocco successivo nella preparazione all'IM Weymouth 70.3 e anche ai campionati ETU Duathlon a Ibiza.

    Farei un altro Ironman? Assolutamente. Ho imparato tantissimo da questa gara, soprattutto perché sono ancora relativamente nuovo in questo sport, ma per ora mi atterrò ai 70.3.

    Posted by Alexandra Parren
  • Prudential RideLondon 2018

    Prudential Ride London 2018

    Domenica 29th luglio 2018 era il giorno dell'annuale Prudential Ride London - Surrey 100 miglio sportiva.L'avevo inserita mesi fa ed ero irremovibile che avrei ancora preso parte anche se avrei dovuto andare in ospedale il giorno seguente per una procedura.

    Un inizio iniziale di 7am significava che dovevo essere a Stratford all'inizio di 6:15am.Fino a questo giorno, il tempo stava bruciando caldo con temperature superiori a 30 gradi Celsius, tuttavia mattina di corsa vide la maggior pioggia che il paese aveva avuto in mesi!

    Pochi minuti prima che iniziasse la mia onda, il cielo si aprì.Ero freddo e infelice prima ancora di cominciare!Per fortuna, una volta iniziato il cameratismo tra i corridori e le grida dei sostenitori molto impegnati mi hanno davvero dato un umore positivo.A dire il vero, ho iniziato a divertirmi e ho spinto un ritmo facile e stabile alla 19/20mph.Ho deciso in anticipo che avrei cercato di non fermarmi a causa del tempo.Sapevo che a livello di carburante stavo bene, ma a livello idrico potrei non esserlo, avrei dovuto vedere come sono andate le cose.

    Andando verso le colline del Surrey, ho iniziato a pedalare con un ragazzo di Leeds che aveva un ritmo simile a me.Questo ha davvero aiutato come abbiamo potuto lavorare insieme per tenere sul retro di pacchetti di altri cavalieri.Prima che me ne accorgessi, eravamo passati attraverso il punto 50-miglia ad una velocità media di 19.5mph.

    Prudential Ride London 2018

    Poi abbiamo iniziato a colpire le colline!Leith Hill era il primo e il più difficile.Ci sono stati alcuni brutti incidenti e, come abbiamo sentito nella stampa, una fatalità a Leith Hill.E'stato facile vedere come e perché gli incidenti accadono: le strade erano bagnate, tortuose, scivolose a causa della mancanza di pioggia e ci erano centinaia di ciclisti - alcuni più esperti e pazienti di altri - tutti cercando di arrivare dal punto A a B nel tempo più veloce.Dicono che non è una gara, ma ogni ciclista là fuori aveva il proprio obiettivo, quindi diventa una corsa contro l'orologio o i propri obiettivi in un certo senso.

    Scendendo giù da Leith Hill ho perso il mio compagno di viaggio mentre ero più a mio agio scendendo a velocità di lui, così ho tenuto su alcuni nuovi piloti mentre ci avvicinavamo Box Hill, l'ultimo delle grandi salite nella campagna del Surrey.

    Anche se mi faceva male le gambe, mi piaceva!Il mio amore per il ciclismo è venuto fuori durante l'inverno quando ho iniziato a pedalare con i ragazzi della Essex Roads CC.Mi spingono davvero oltre tre ore di auto e torno letteralmente a casa e cado in un mucchio di esausti ma i miglioramenti di fitness sono stati enormi da questo giro settimanale!

    Tornando a Londra, la pioggia stava ancora cadendo e le strade stavano iniziando a diventare più affollate mentre ci avvicinavamo al punto di incontro sulla rotta per la fusione del 19, 46, e corsi di 100-miglia.C'erano un sacco di stop/start a questo punto e un sacco di incidenti cattivi in cui le persone erano state ciclabili in bulloni o bordi-lati ecc Il ritmo ha iniziato a essere interrotto un po'a questo punto e le gambe stavano iniziando a sentire pesante!Le ultime miglia sono passate in un daze e prima che me ne accorgessi, riuscivo a vedere l'arco di finitura sul Mall.Ho continuato e ho trovato finito in un periodo di cinque ore 34 minuti, che ha distrutto il mio bersaglio di sei ore!Ero cosi'agitata, ma ora mi sono resa conto di dover tornare all'auto di Stratford... quelle sette miglia mi hanno fatto davvero male!

    Informazioni sull'autore: Louise Douglass. è un Team GB Age Group triathlon e ambasciatore sunessiccato.

    Posted by Guest Account
x
x