Rapporto 2018 della gara di triathlon Caderman

Non tutti i triathlon sono una gara, non tutti i triathlon consentono PB; a volte una sfida molto speciale può lasciare dietro di sé delle increspature con coloro che vi prendono parte. Caderman, ambientato nello splendido Snowdonia National Park, in Galles, è una di quelle sfide speciali. Quello che provo adesso è così diverso da come facevo prima di gareggiare e mi piacerebbe condividere come è cambiato tutto.

Tutto è iniziato un anno fa

Mia moglie, Kate, ha visto un annuncio per il Caderman Triathlon e con un "dovresti farlo" ho cliccato sul link. 600 m di nuoto in mare, sì, puoi farlo; Bici da 36 km, può farlo anche se suona collinoso; 5 km di corsa fino alla vetta del Cadair Idris…. wow, sono fuori!

Tuttavia, non mi è sfuggito di mente; qualcosa in tutto questo mi ha attirato. Fortunatamente, per salvare la faccia, si è scontrato con una vacanza prenotata in anticipo. Avanti veloce all'inizio di quest'anno, stavo facendo la selezione cruciale degli eventi a cui miravo e Caderman era lì. Non ho esitato, l'ho appena prenotato.

Avendo gareggiato nel triathlon per alcuni anni, ho sempre ritenuto che fosse ingiustificato usarlo come motivo di raccolta fondi di beneficenza. Caderman ancora una volta è diverso: questa è ovviamente una sfida, non una gara, e direi che "le persone non normali" trovano allettante. Questa è stata la mia introduzione a Bloodwise, un ente di beneficenza per il cancro del sangue, e al lavoro che svolgono. Non sono colpito direttamente dal cancro del sangue in alcun modo, ma vedendo le responsabilità che Bloodwise si assume mi sono impegnato per la causa.

Quindi, con il progredire della stagione, il giorno della gara del 4 agosto si è avvicinato sempre di più. Avrei dovuto adattare il mio allenamento per essere al massimo con 5 settimane per andare al giorno della gara, ma le cose non sempre funzionano. L'esecuzione di una ruota di carro su un dosso di velocità su una bicicletta ha portato l'allenamento a zero. Il mese prima della sfida è diventato recupero, riposo, ghiaccio e la preoccupazione che l'impegno non potesse essere portato a termine. Avevo visioni di essere rimosso dalla montagna in elicottero, risucchiando le risorse dei servizi di emergenza a causa della mia ostinazione ad andare avanti contro il buon senso!

Due settimane prima della gara, sono riuscito a nuotare, correre e pedalare con gonfiore post allenamento ma non molto di più; "Lo farò" ho annunciato, ma prima, più riposo. Non ero mai andato a un triathlon così fisicamente impreparato prima; Ho trasformato le speranze di un tempo inferiore a 3 ore in speranze di completamento.

triatleti di gruppo di triathlon

Giorno della gara

Stavo viaggiando con il mio entourage di famiglia e amici solidali; mentre ci avvicinavamo a Dolgellau le cime delle montagne erano nascoste dalle nuvole. La registrazione dell'evento non era neanche lontanamente vicina alla partenza o all'arrivo, per quanto strano possa sembrare, forniva un luogo ben organizzato e rilassato; ottimi servizi per prepararsi per la giornata.

Tutti gli atleti hanno fatto trasportare le loro bici al T1 e sono state travasate mentre siamo stati spostati dall'allenatore e sottoposti a uno dei briefing di gara più allegri e comici che ho sentito da Geraint (di lui parleremo più avanti).

Con l'allenatore che percorreva la stretta strada collinare di campagna che avrei affrontato in bicicletta in meno di un'ora, mi ha dato la possibilità di visualizzare la maggior parte del percorso, controllando la segnaletica lungo il percorso. Il sole si era fatto strada attraverso, bruciando le nuvole e la nebbia; In piedi al T1 nella città balneare di Tywyn alle 9 del mattino stavo bollendo, cercando di lasciare la muta fino all'ultimo minuto.

The Swim

Con un ulteriore briefing sulla sicurezza prima della nuotata e una foto obbligatoria della lista dei premi, la bandiera è stata lasciata cadere e siamo stati liberi di entrare in mare in qualsiasi modo ritenessimo funzionasse; per me era nuotare da acque profonde fino alle ginocchia mentre altri guadavano ulteriormente. Dieci minuti e pochi giri dopo nelle acque tropicali della costa gallese ed era ora di partire. Ho notato come tutti quelli che ho visto non erano interessati a tagliare le curve verso la riva, ti saresti solo imbrogliato e ti saresti assicurato che toccassero la boa che indicava la fine dell'ultimo giro prima di uscire.

Correndo al parcheggio dove si trovava il T1, mi sono tolto la parte superiore della muta, cosa che ha richiesto molta pratica, prima di raggiungere la mia bici. È stato a questo punto che mi sono meravigliato di essere riuscito a togliermi la muta dalle gambe con velocità e facilità, cosa che devo a un consiglio di un amico: intonacare le gambe nel balsamo per capelli non è solo sicuro per la muta ma molto scivoloso! Casco e cintura da corsa ed ero in bici. Con i numeri tenuti bassi per l'evento mi trovavo in una situazione rara; non c'erano altri piloti da seguire, dovevo guidare, non qualcosa a cui sono abituato.

600m di tempo di nuoto: 0:15:07

La bicicletta

Non ci è voluto molto perché ho lasciato Tywyn per sentire che le cose non andavano bene con la moto. La pinza del freno posteriore era vincolata al cerchio, questo ha richiesto un po 'di attenzione con una portata per rimuovere il blocco della pinza. Poi c'era il tingore ... tutto quello che riuscivo a pensare era che avevo un discorso sciolto ma era come questa prima cosa? Ho dovuto metterlo in fondo alla mia mente e continuare.

Ora, sapevo che la mia configurazione dell'attrezzatura non era l'ideale per l'arrampicata, ma la uso da oltre un anno; con 25 denti sull'ingranaggio più grande della cassetta, le salite erano dure, unendo che con la mia perdita di forma fisica di recente non sono riuscito nemmeno a tenere il passo con gli amici per prepararle. Sì, avete letto bene, non ci sono draft busters perché questa non è una gara ITU, è una sfida e divertente.

Quando sono entrato a Dolgellau pensavo che il dolore fosse quasi finito (o in procinto di passare alla corsa), ma c'è stata un'ultima scalata sfacciata che non si è placata fino al T2.

Transition si trova vicino al Pony Trail nel Parco Nazionale di Snowdonia. Non solo era ben strutturato, ma offriva molte opzioni di rifornimento, dalle banane e cioccolato alle barrette energetiche e ai gel Wild Trail. Una banana e un gel e un po 'd'acqua dopo, mi sono soffermato sull'elemento che rende questo evento più di una gara.

Tempo di percorrenza in bici di 36 km: 1:42:34

La corsa

Balzai attraverso la strada desideroso di fare jogging per quello che potevo; Svoltai un angolo, attraversai una piccola passerella e feci la prima salita prima di fermarmi. Questo non avrebbe funzionato; Il mal di schiena causato dal mio "profilo super aerodinamico" sulla bici stava iniziando. Revisionando i miei piani, ho deciso di fare una camminata veloce e di riposarmi regolarmente per mantenere bassa la frequenza cardiaca. L'obiettivo ora era raggiungere gli amici che erano fino a 10 minuti avanti e vedere mia moglie ei miei figli accampati a metà strada.

Mentre andavo avanti, non riuscivo a smettere di ammirare il panorama ad ogni fermata; non passò molto tempo prima che notassi la mia famiglia, ma la prima metà di Cadair Idris è la più ripida e difficile con grandi massi da navigare. Ogni passo richiede un pensiero mentalmente estenuante per selezionare e una risposta fisicamente impegnativa da parte del corpo per posizionarlo.

Quando ho girato l'angolo, i miei figli hanno gridato il loro sostegno. Questa è stata una grande spinta e una possibilità di riposare ho pensato ... Alex e Cari avevano altre idee, "Continua papà, divertiti". Alcuni bambini di gelatina e acqua più tardi fui mandato a fare i bagagli. Da quel momento in poi, ad ogni fermata del ripido sentiero a zig zag, mia moglie ei miei figli avrebbero gridato sostegno; non erano gli unici; escursionisti confusi salendo e scendendo hanno dato parole di incoraggiamento lungo il percorso. Per una posizione così remota, è stata una delle migliori tappe di un triathlon che ho avuto per il supporto sul percorso!

Con il caldo del sole e l'ascesa fino a metà percorso, sono stato contento del supporto del maresciallo. Con scorte d'acqua e più snack disponibili, ho preso un po 'di entrambi prima di trovare l'energia per fare jogging ancora una volta. Dopo aver superato la mia famiglia, era ora di riunire i miei amici prima della vetta. Erano in vista e quindi mi sono innestato con jogging, camminata veloce e soste minime per chiudere lo spartiacque di 5 minuti.

Questa sezione di Cadair è per molti versi più facile a causa del percorso fatto di pietre più piccole piuttosto che di massi. Alla fine, raggiungendo gli amici, non avevo alcun interesse a continuare il ritmo che stavo fissando. Ci siamo accordati su un ritmo condiviso di arrampicata, cercando di raggiungere la vetta insieme, rispecchiando l'inizio che abbiamo condiviso insieme 3 ore prima. Mentre facevamo la salita finale su uno stretto sentiero che stava prendendo un flusso costante di escursionisti in discesa che si facevano da parte, ci furono grida di "chi arriverà per primo?"

Tempo di percorrenza 5 km: 1:19:34

in esecuzione 5k collina montagna Snowdonia Caderman

La fine

Non c'era dubbio, contando fino a 3 abbiamo messo le mani contemporaneamente sul trig point della vetta. L'orgoglio, il successo e le vertigini affondarono mentre il dolore si allontanava. Non c'erano più concorrenti in vista, da far sentire come se il risultato fosse decisamente il nostro. Con una sosta al rifugio sommitale, vestiti e foto, abbiamo potuto ammirare il mare e la scogliera a pochi metri di distanza. Il pensiero di salire qui con le tue forze non può essere portato via.

mare alla vetta triathlon Caderman

Diolch ragazzi! Scendendo costantemente per evitare scivoloni dell'ultimo minuto, ho incontrato la mia famiglia e mi sono diretto al T2 per ritirare la bici prima di dirigermi al luogo di registrazione da questa mattina per una pinta di meritata.

Geraint era lì, a tenere il forte. Fu allora che venni a sapere del legame speciale che Caderman ha con Bloodwise. Caderman è la sua creazione e lo ha fatto da solo anni dopo la guarigione dalla leucemia durante l'adolescenza. Questo è diventato un evento annuale e aperto agli altri nel 2017. A volte abbiamo bisogno di sfide per dimostrare a noi stessi che possiamo andare oltre i limiti. Geraint ha fatto questo, e quest'anno anche io insieme ad altri 31 concorrenti. Questo evento è speciale e dovrebbe essere sicuramente nelle carte per il 2019.

Related Posts

Ricetta gelato vegano sundae
Ricetta gelato vegano sundae
Mille grazie al team di Vega® questa ricetta. Serve 4 | Tempo di preparazione di 20 minuti Gelato vegano fatto in cas...
Ricetta gela...
Quello che mangio in un giorno - Ian Seeney Triatleta
Quello che mangio in un giorno - Ian Seeney Triatleta
Ian Seeney è un pilota aziendale che significa viaggiare molto per lavorare oltre all'allenamento di triathlon e star...
Quello che m...
Sam Hudson Triathlete - Cosa mangio in un giorno (What I Eat In A Day)
Sam Hudson Triathlete - Cosa mangio in un giorno (What I Eat In A Day)
La nutrizione non è mai stata qualcosa di cui mi sono particolarmente preoccupato fino a quando non sono stato coinvo...
Sam Hudson T...
x
x